Le prediche della domenica

Luigi Einaudi

Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 1987
Pagine: XI-140 p.
  • EAN: 9788806594206

€ 6,59

€ 7,75

Risparmi € 1,16 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile


scheda di Ottaviano, C., L'Indice 1987, n. 6

Il volume raccoglie per la prima volta tutti gli articoli scritti da Luigi Einaudi sul "Corriere della Sera" nel corso del 1961, anno della sua morte. Stupisce ancora la puntualità con cui, tutte le domeniche, il vecchio statista, che era nato nel 1874, pubblicava le sue "prediche". Ma non si tratta solo della meraviglia per tale capacità di attività nonostante l'età; ciò che in qualche modo è notevole è la certezza dell'ottuagenario economista di essere "un maestro di pensiero" e, come tale, di avere il dovere di intervenire, poco curandosi del fatto di potere essere considerato un "sorpassato". Einaudi parla dei problemi del momento, il boom scolastico, la politica per il mezzogiorno, le politiche fiscali etc., ricordando, come se si trattasse di eventi accaduti solo da poco, le risposte che in situazioni simili erano state date da un ministro, o dal suo vicino di casa, ai tempi della sua università. La fedeltà verso se stesso, verso il pensiero liberale e la teoria economica, si traduce anche nella certezza con cui vengono indicati chiaramente ruoli, compiti e confini assegnati alle varie componenti sociali: studiosi, pubblicisti e politici devono creare il quadro, la cornice, che consenta lo sviluppo e l'attività; gli imprenditori devono avere soprattutto capacità di rischio; il compito degli altri, degli operai per esempio, è elevarsi: nessuna commistione fra queste figure, n‚ fra le istituzioni che le rappresentano, doveva secondo Einaudi essere tollerata. Guido Carli, autore dell'introduzione al volume, dichiara con entusiasmo di sottoscrivere ogni affermazione.