La prima cosa bella di Paolo Virzì - DVD

La prima cosa bella

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 1,88

€ 6,24
(-70%)

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Anna Nigiotti nel Settantuno era una giovane e bellissima mamma proclamata Miss del più popolare stabilimento balneare di Livorno, ignara di suscitare le attenzioni maliziose della popolazione maschile, i sospetti rabbiosi del marito Mario e la vergogna del primogenito Bruno. Oggi, ricoverata alle cure palliative, Anna sbalordisce i medici con la sua irresistibile e contagiosa vitalità e fa innamorare i degenti terminali. Bruno invece, ha ormai tagliato i ponti con la sua città, la sua famiglia, il suo passato. Insegna senza entusiasmo in un Istituto Alberghiero e conduce un'esistenza cocciutamente priva di affetti. Ma la sorella Valeria lo convince a venire a salutare la madre per l'ultima volta, e Bruno torna malvolentieri a Livorno. L'incontro, dopo tanti anni, con quella mamma esplosiva, ancora bella e vivacissima, che a dispetto delle prognosi mediche sembra non aver nessuna intenzione di morire, costringe Bruno a rievocare le vicissitudini familiari che aveva voluto a tutti i costi dimenticare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,21
di 5
Totale 14
5
9
4
3
3
0
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ROBERTO'61

    07/09/2012 14:28:06

    Ottimo esempio di film d'autore del Cinema italiano di questi ultimi anni. Paolo Virzi si conferma regista talentuoso ed encomiabile creando, in questa sua opera, una trama caratterizzata da una pregevole rifinitura stilistica nella sceneggiatura e in un perfetto livello interpretativo degli attori, tutti eccellenti. Il regista Virzi, appunto, sembra delineare un perfetto profilo psicologico ai vari personaggi della vicenda. Innanzitutto Bruno, giovane sensibile ed introverso, continuamente sospeso tra presente e passato e la cui vita è stata segnata dalle trascorse vicissitudini dei suoi genitori. Un passato legato soprattutto alla figura materna sempre così gioiosa della vita e costantemente legata all'affetto dei propri figli, e naturalmente la figura di un padre ossessivo e geloso della propria moglie, soprattutto perché quest'ultima, donna semplice e molto bella, è sempre stata pluricorteggiata e, naturalmente, pluriamata. Ed inoltre la sorella Valeria, la quale essendosi sposata ed avendo avuto due figli, ad un certo punto si accorge che la sua vita matrimoniale l'ha resa insoddisfatta e frustata, soprattutto perché è innamorata di un altro uomo. Senza soffermarmi troppo sull'intera vicenda del film, che ripeto è straordinariamente interessante e scorrevole dall'inizio alla fine, vorrei mettere in evidenza la suggestiva bellezza delle scene finali che rappresentano sicuramente tra i momenti più profondi e commoventi che il Cinema italiano sia mai riuscito a produrre in questi ultimi tempi: la madre (qui interpretata da una egregia Stefania Sandrelli), malata terminale, sul letto di morte continua ancora a sorridere alla vita ed incoraggia con parsimonioso amore i suoi due figli fermi al suo capezzale, soprattutto Bruno che, traendo giovamento dalle ultime parole sussurrategli dalla madre, ritrova nuova linfa vitale per gioire finalmente della sua vita e dare un senso alla sua esistenza.

  • User Icon

    marco

    14/07/2011 08:24:20

    Profondo, commovente e divertente...un capolavoro!

  • User Icon

    STEFANIA BAZZARELLO

    24/01/2011 19:49:11

    Veramente un film commovente e ironico al tempo stesso una bella storia tra madre e figlio. Bella la colonna sonora e complimenti non solo a Mastrandrea e alla Sandrelli sempre grandi, ma anche a Michela Ramazzotti. bravi bravi bravi

  • User Icon

    Alessia

    20/01/2011 23:33:43

    Ho appreso da poco la notizia che questo film e' stato escluso dalla possibile premiazione agli oscar come film straniero e mi dispiace perché e' un film veramente ben fatto, ironico, divertente, capace di sprigionare freschezza, anche nelle situazioni più drammatiche. Sono questi gli ingredienti che fanno di Paolo Virzi' uno dei registi italiani più bravi, quasi il solo oramai capace di costruire una commedia all'italiana, come ha fatto per Ovosodo, Ferie d'agosto, Tutta la vita davanti, Caterina va in città, ecc... La sua bravura sta proprio nel raccontare la realtà in maniera asciutta, senza particolari fronzoli, ma con ironia, freschezza qui rappresentata da Micaela Ramazzotti e poi da Stefania Sandrelli con grande maestria. Il film racconta di quanto per i figli può essere scomoda ed ingombrante una madre così bella e così inconsapevole di attirare gli occhi indiscreti e maliziosi di altri uomini e le malelingue delle donne. Dopo la morte di Anna, la vita dei figli cambierà, soprattutto quella di Bruno.

  • User Icon

    mariagrazia

    20/01/2011 20:36:12

    Semplicemente orrendo . Ma quale oscar .... E' un film senza spessore. La protagonista sembra una cretina. una perdita di tempo.

  • User Icon

    simo62

    16/01/2011 17:52:07

    Un film che ti sconquassa dentro. Bravissimi gli attori, a Mastandrea e la Sandrelli va il posto d'onore. Andarlo a vedere equivale ad una seduta psicoterapeutica, ti toglie maschere e corazze, ti mette a nudo l'anima.

  • User Icon

    dinom

    09/01/2011 12:34:05

    Virzì ha costruito un film molto coinvolgente e stimolante perchè ha scelto gli attori giusti per i loro ruoli. Da qui tutto l'impianto filmico funziona, pur con qualche scena "improbabile", perchè le ottime e mirate interpretazioni sono il logico supporto alla storia. Merito di Virzì, che sta crescendo di film in film, la capacità di mettere la macchina da presa a disposizione dello spettatore che trova nelle inquadrature tutte le risposte allo svolgimento della storia. La colonna sonora aiuta, i periodi storici, a confronto, in cui si svolge la trama anche e così il film appassiona fino in fondo. Ottimo

  • User Icon

    Silvia

    19/11/2010 11:46:32

    Un film straordinario! Uno dei film italiani più belli che abbia visto negli ultimi anni. Emozionante, commovente, divertente e anche ironico ma soprattutto un film sui sentimenti. Non si può non farsi coinvolgere da una storia semplice ma tanto profonda e dalla magistrale intepretazione di questi attori straordinari, primo fra tutti Mastrandrea. Lo consiglio veramente.

  • User Icon

    Mario

    02/11/2010 15:00:19

    Bel film italiano, finalmente! Bravi le attrici e gli attori, un neorealismo attuale che è sempre presente nella vita quotidiana del paese. Bello, emozionante, triste, vivo! Complimenti

  • User Icon

    Giovanni

    09/09/2010 10:54:22

    Film assolutamente straordinario, ricco di emozioni e in grado di farci riconciliare col mondo e le persone che ci circondano. Mi ha fatto letteralmente saltare di gioia e commozione. Sarà che è facile immedesimarsi. Il finale poi è superlativo. Bravissimi gli attori, specialmente Mastandrea. E' di gran lunga uno dei migliori film italiani degli ultimi anni, era davvero molto tempo che non vedevo un film cosi coinvolgente ed emozionante al cinema. Se poi si conosce Livorno, il suo vernacolo e i suoi luoghi, il film acquista ulteriore fascino. Questo si che è grande cinema italiano, altro che Avatar! (uscito nelle sale in contemporanea).

  • User Icon

    robi

    07/09/2010 09:37:20

    bellissimo, emozionante, divertente, ben recitato, un piccolo gioiello italiano!

  • User Icon

    simonetta

    22/07/2010 14:50:58

    Dopo tanta pubblicità ho trovato un film che descrive una figura di donna triste, vessata da tutti, marito, sorella e amanti vari, e non basta la simpatia trascinante della sandrelli a salvarla. Al limite dello squallore.

  • User Icon

    grazia

    07/06/2010 17:41:55

    un film meraviglioso, girato benissimo e recitato alla grande. Il personaggio della madre recitato da Ramazzotti/Sandrelli è pieno di vita, sensualità, candore e bontà e ti riempie il cuore. Bravissima la Ramazzotti nel far "rivivere" la bellezza e la purezza della Sandrelli giovane...La Sandrelli (incantevole come sempre) in stato di grazia: la sua miglior prova. Di certo il miglior film italiano dell'anno! da non perdere.

  • User Icon

    alex

    30/04/2010 18:06:58

    Davvero bello, la storia è emozionante, toccante e raccontata con semplicità, senza troppe pretese.. e poi il dialetto livornese ti fa innamorare dei personaggi.. consigliatissimo!

Vedi tutte le 14 recensioni cliente

2010 - Nastri d'Argento Miglior Attrice Protagonista Sandrelli Stefania
2010 - Nastri d'Argento Miglior Attrice Protagonista Ramazzotti Micaela
2010 - David di Donatello Miglior Attrice Protagonista Ramazzotti Micaela
2010 - David di Donatello Miglior Attore Protagonista Mastandrea Valerio

  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 116 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Francese; Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; interviste; trailers; documentario; video musicale; dietro le quinte (making of)
  • Valerio Mastandrea Cover

    "Attore italiano. Esordisce sul grande schermo nel 1994 con Ladri di cinema di P. Natoli e nel 1996 interpreta un poliziotto in Palermo-Milano solo andata di C. Fragasso. Simbolo dei giovani disorientati e, spesso, disoccupati, è protagonista di commedie generazionali come Cresceranno i carciofi a Mimongo (1996) di F. Ottaviano e Tutti giù per terra (1997) di D. Ferrario. Immerso nelle atmosfere della sua città, a teatro con Rugantino e al cinema con La carbonara (2000) di L. Magni, è nel cast di Domani (2000) di F. Archibugi, prima di fornire una delle sue prove più convincenti e mature interpretando il meccanico di Ostia, amante delle donne e dei motori truccati, protagonista di Velocità massima (2002) di D. Vicari. Nel 2004 è un tenente dei carabinieri in Lavorare con lentezza di G.?Chiesa... Approfondisci
  • Micaela Ramazzotti Cover

    Attrice italiana. Dopo le prime esperienze nei fotoromanzi e le fugaci apparizioni in La via degli angeli (1999) di P. Avati e Vacanze di Natale 2000 (1999) di C. Vanzina, nel suo vero esordio sul grande schermo è associata all’immagine della ragazza di borgata, sradicata e problematica: è così protagonista del segmento Norma nel film a episodi La prima volta (1999) di M. Martella, ma anche del fumettistico-parodico Zora la vampira (2000) dei Manetti Brothers. La Giulia di Commedia sexy (2001) di C. Bigagli, coinvolta in scambi di coppia da pochade, è l’ultimo ruolo prima di una pausa che coincide con un’intensa attività televisiva. La consacrazione cinematografica arriva con Non prendere impegni stasera (2006) di G.M. Tavarelli, per il quale – nei panni della giovane amante Veronica – ottiene... Approfondisci
  • Stefania Sandrelli Cover

    "Attrice italiana. La sua bellezza acerba e provocante, notata a un concorso di miss che vince a soli quindici anni, le fa ottenere un piccolo ruolo in Il federale (1961) di L. Salce. Ma il suo pigmalione al cinema è P. Germi che, prima con la seduttrice fintamente ingenua di Divorzio all'italiana (1961), poi con la giovinetta costretta alle nozze riparatrici da un padre-padrone nella Sicilia arcaica e spietata di Sedotta e abbandonata (1964), ne sfrutta appieno la spontaneità perturbante, adattissima anche alla ragazza senza qualità alla vana ricerca del successo in Io la conoscevo bene (1965) di A. Pietrangeli. Con i lineamenti moderni eppure tradizionali, la languida fisicità esibita a mo' di ironico sfottò, il broncio infantile pronto a cedere il passo a un sorriso disarmante, S. sa farsi... Approfondisci
Note legali