Categorie
Traduttore: S. Bortolussi
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 271 p., Brossura
  • EAN: 9788865590973
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giancarlo

    01/07/2014 21.47.19

    Davvero una delusione per me. Un libro inconsistente, con una storia inesistente. O, perlomeno, da non ricordare.

  • User Icon

    Dany

    09/11/2012 11.33.50

    E' un gioiellino questo libro comprato per puro caso nonostante non mi attirassero molto nè la trama nè la copertina. L'autore scrive in modo raffinatissimo e mi ha fatto pensare parecchie volte a Franzen che scrive in modo divino ed è uno dei miei scrittori preferiti. Belle e interessanti le escursioni nel mondo dell'arte. Consigliato.

  • User Icon

    Roberta

    06/11/2012 14.45.21

    E' stata una delle poche volte in cui mi sono lasciata consigliare nella scelta del libro, e una delle poche volte in cui non ne sono rimasta delusa. Non conoscevo l'autore ne' a memoria ricordo di aver mai letto altro si avvicinasse al genere. La lettura e' scorrevole e per niente scontata. Solo dal titolo e dalla copertina e' possibile intuirne la trama e l'ambientazione. Cio' che invece si nasconde dietro le parole e I toni della narrazione, e' il monito nei confronti di una classe sociale che elegge il denaro, e la "fama" che ne deriva, al primo posto nella scala dei valori. E non e' diffcile, seppur in versione meno coreografica, che si addice di piu' agli sceneggiati americani, trasferire vicenda e protagonisti anche nella nostra societa'. Ho letto il libro la scorsa estate e successivamente altri che lo ricordano per stile, ambiente e personggi. Lo considero gradevole e lo consiglio!!!

  • User Icon

    Saverio

    04/09/2011 19.30.24

    Ho trovato anch'io fuorviante la quarta di copertina e la sinossi nelle alette, mentre la copertina mi sembra alquanto azzeccata. L'autore non esprime un giudizio sul sistema di valori di Adam e Cyn, che non sono nè mostri nè amorali, ma lo descrive e basta. Anzi, fa in modo che neppure noi lettori condanniamo quel sistema, portandoci persino a nutrire una qualche simpatia per la famiglia protagonista. Poichè la trama è piuttosto labile e priva di sorprese, benchè si sviluppi su un arco di vent'anni, la lettura non è sempre spedita.

  • User Icon

    davide

    11/07/2011 23.09.29

    Libro intelligente, molto americano e per questo molto universale, nella migliore tradizione di questa letteratura. Non sarà un capolavoro (ma che importa?). Dee ci racconta una storia amorale e commovente di una giovane coppia perfetta perché imperfetta e viceversa, coraggiosa e fragile, spavalda e umile. Un romanzo che in Italia nessuno scriverebbe. Eppure penso che storie del genere - diciamo simili - accadono anche da noi, più spesso di quel che si crede.

  • User Icon

    luca

    08/06/2011 17.32.55

    Romanzo di spietata analisi di una certa società statunitense, tutta soldi e zero valori morali.E' vero: la copertina e la quarta non rendono giustizia al contenuto di questo libro: il ritratto della coppia di protagonisti è tanto efficace quanto affascinante nel giudizio colmo di disprezzo dell'autore. Una sorpresa piacevole, il libro si legge volentieri e scorre quasi senza intoppi. Come già detto nei commenti precedenti, ci sono delle accelerazioni nella trama poco coerenti ed un finale che poteva riuscire migliore.

  • User Icon

    Patroclo

    10/02/2011 13.25.06

    Leggi la quarta di copertina e ti aspetti un qualcosa di giá visto, dove ai personaggi prevedibilmente privilegiati non viene risparmiata la cruda caduta dopo l´ascesa; in realtà pur in una solida e tradizionalissima struttura romanzesca, lo svolgimento è molto piú originale, l´autore mantiene il controllo senza farsi prendere da tentazioni kinghiane o wolfesche (nel senso di Tom Wolfe), il disprezzo è presente ma trasversale (nel senso che é indipendente da reddito e censo) e il finale piú tenero, aperto e prevedibile di quanto ci si possa aspettare.

  • User Icon

    Libetta

    09/01/2011 03.25.15

    Più sofisticato di quanto copertina, sinossi e idea suggerita promettano, pur con dei buchi di trama per arrivare presto ai concetti chiave e con delle lacune nel delineare i personaggi per la fretta di far trascorrere gli anni, presenta delle punte di sprezzo di alta godibilità. Anche i ricchi piangono ma ai ricchissimi le lacrime rimangono in alta quota.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione