Il processo Mussolini. Verona, Castelvecchio, ottobre 1946. Il processo al duce del fascismo - Paolo Pavolini - copertina

Il processo Mussolini. Verona, Castelvecchio, ottobre 1946. Il processo al duce del fascismo

Paolo Pavolini

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Betelgeuse
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 2 giugno 2015
Pagine: 350 p., Brossura
  • EAN: 9788863490022
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,13

€ 16,90
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

€ 9,13

€ 16,90
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nella stessa aula che due anni prima ha ospitato il processo a Ciano e ai traditori del 25 luglio, si apre, sotto l'egida di un'alta Corte internazionale, il processo a Mussolini. L'equidistanza e la pacatezza del presidente della Corte, O'Donnell; Mussolini, che ha rifiutato ogni avvocato difensore e, con tesi di straordinaria potenza oratoria, difende la sua politica ventennale, sviscerando ogni particolare militare e diplomatico sulla condotta della guerra e sul suo regime; l'implacabile accusatore Guglielmo Sangiorgi, non meno veemente del duce nell'inchiodare l'imputato, sulla base di irrefutabili prove, alle proprie responsabilità storiche; poi uno stuolo di testimoni: da Bonomi a Badoglio, da Ras Mangascià al capitano di vascello Papas, da Chapuy d'Ornier a Pietro Acquarone, portavoce di Vittorio Emanuele III. E ancora, l'incandescenza delle accuse e la straordinaria tesi difensiva dello stesso Mussolini, i ricatti morali di deposizioni vili e utilitaristiche, i tentativi diplomatici di composizione da parte moderata. Un se storico di abbacinante verosimiglianza, che racconta, seduta dopo seduta, l'evolversi e l'agghiacciante esito del più discusso processo del Novecento.
Note legali