Proprietari e famiglie d Recale (1132-XIX secolo) - Luigi Russo - ebook

Proprietari e famiglie d Recale (1132-XIX secolo)

Luigi Russo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 3,38 MB
  • EAN: 9788834145449

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questa pubblicazione raccoglie studi e ricerche condotte negli ultimi anni sulla storia di Recale, che riprende la pubblicazione Proprietari e famiglie di Recale agli inizi del XIX secolo, approfondendola e arricchendola di nuove ricerche e studi condotti fino al 2019, grazie a diversi documenti conservati negli Archivi di Stato di Napoli e Caserta e altri presso la Biblioteca del Museo Campano di Capua. Nel primo capitolo sono illustrate le numerose riforme politiche, economiche e sociali attuate nel «Decennio francese» (1806-1815); in questi anni furono intraprese alcune importantissime riforme sostanziali nel campo politico, economico, amministrativo, finanziario, sociale e religioso; tutto ciò fu reso possibile dalla creazione di nuovi organi con poteri distinti e specifici. Nel secondo è trattato dell'agricoltura nella provincia di Terra di Lavoro all'inizio dell'Ottocento e affronta il tema dell'agricoltura e delle altre attività nel circondario di Marcianise, riportando i dati di Recale, attraverso una relazione circondariale che contribuì alla redazione della Statistica Murattiana in Terra di Lavoro, presente nella sezione manoscritti della Biblioteca del Museo Campano di Capua. Il terzo capitolo raggruppa diversi contributi all'evoluzione storica di Recale: la questione del toponimo, i primi documenti scritti dal 1132 fino al XVII secolo. Un altro contributo importante è la pubblicazione della Numerazione dei fuochi dell'Università di Recali del 1665, che riporta il documento in appendice e diverse note sulle famiglie più diffuse, sulle professioni e attività presenti nel casale e sui principali proprietari. Sempre nel terzo capitolo vi sono due paragrafi che trattano del Catasto onciario del 1754 (si riportano in appendice i contribuenti di Recale) e un altro in cui sono narrate vicende e notizie su Recale nella seconda metà del XVIII secolo agli inizi del XIX. Il quarto ed ultimo capitolo tratta del Catasto Provvisorio e consiste in un approfondito studio sul catasto provvisorio, che mostra: come erano divise le proprietà, il rapporto fra proprietari residenti e proprietari non residenti, le famiglie più diffuse, il peso della proprietà degli Enti e delle Istituzioni ecclesiastiche dopo le leggi eversive della feudalità, e, infine, individua i primi venti maggiori contribuenti del Comune con le rispettive proprietà. Le notizie del Catasto provvisorio per i vari personaggi e famiglie sono state integrate, ove possibile, con altre fonti archivistiche e diverse fonti bibliografiche.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Luigi Russo Cover

    (Delia, Caltanissetta, 1892 - Marina di Pietrasanta, Lucca, 1961) critico italiano. Fu professore di letteratura italiana nelle università di Firenze e di Pisa; nel 1946 fondò la rivista «Belfagor». Tra i critici di formazione crociana si distinse per l’impegno storicistico che lo portò a superare la rigida contrapposizione «poesia-non poesia» del suo maestro attraverso una complessa ricostruzione delle poetiche dei singoli autori e un’attenzione costante, di impronta desanctisiana, ai rapporti tra letteratura e società. Della sua sterminata produzione si ricordano: Giovanni Verga (1919), I narratori (1923), Abba e la letteratura garibaldina (1925), Francesco De Sanctis e la cultura napoletana (1928), La critica letteraria contemporanea (3 voll., 1942-43), Machiavelli (1945) e i 4 volumi dei... Approfondisci
Note legali