Categorie

Rudolf Vrba

Traduttore: S. De Franco
Collana: Saggi
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 156 p. , Brossura
  • EAN: 9788817021067

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    monica

    09/03/2012 08.54.06

    E' un documento storico importantissimo e fu usato nei processi contro i criminali nazisti. Stilato grazie ad una rocambolesca fuga di due ragazzi dal Lager di Auschwitz-Birkenau che furono interrogati separatamenti affinche' le loro versioni sul genocidio di massa che si consumava in campo coincidessero. Quel campo di sterminio si stava preparando al massacro di tutta la popolazione ebrea ungherese e l'intento dei due ragazzi era quello di informare il mondo affinche' si fermassero le deportazioni. Fu tradotto in molte lingue e spedito in Vaticano ai Governi ungheresi americai inglesi in Turchia Svizzera e Palestina, si implorarono gli Alleati di fare qualcosa per fermare il genocidio ma fu troppo tardi. Solo pochi ungheresi riuscirono a sfuggire alla deportazione per inerzia degli Alleati e per la solerte determinazione di Eichmann di compiere al meglio il lavoro per il quale veniva pagato. Un documento importante che non lascia nessun dubbio sul vero scopo di quei campi definiti dal nazismo "campi di lavoro per ebrei" e sulle informazioni che li riguardavano che circolavano gia' da molto tempo prima dei "Protocolli di Auschwitz".

  • User Icon

    Susy

    25/02/2009 13.02.50

    Libro stupendo,che illumina le straordinarie figure di Rudolf Vrba e Alfred Wetzel e il grande gesto da loro compiuto. Narrazione concisa ed efficacissima, che offre importanti spunti di riflessione sulla Shoah,in particolare la quasi incredulità da parte degli ambienti ebraici sul fatto che potessero veramente accadere certe mostruosità nei Lager. Ne consiglio vivamente la lettura.

  • User Icon

    Manuel

    24/07/2008 23.36.51

    Una testimonianza importantantissima dal campo di sterminio di Auschwitz, l'organizzazione e l'impostazione gerarchica dei nazisti. Oltre a questo la spettacolare fuga, ormai semi-impossibile, da questo campo e il viaggio verso casa con la speranza nel cuore dello scrittore di poter salvare milioni di persone.

  • User Icon

    nihil

    12/02/2008 08.27.28

    Libro da leggere assolutamente. L'autore fugge da Auschwitz con lo scopo principale di raccontare al mondo la tragedia in atto, di cui pochi sono a conoscenza. Pochi gli credono, viene perso tempo e migliaia persone che potevano essere salvate con un intervento rapido dei Potenti, finiscono cremate. L'autore può solo assistere impotente al continuo perpetrarsi dello sterminio, a cui lui stesso era sfuggito in modo rocambolesco. N.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione