Editore: Becco Giallo
Anno edizione: 2015
Pagine: 144 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788899016180
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Questo libro è anche un saggio, avverte Tito Faraci nell'introduzione di Pugni. Che è poi un modo per dire attenzione, quello che tenete tra le mani non è proprio un fumetto classico. E infatti le Storie di boxe raccontate da Battaglia e Castaldi sono più delle piccole monografie in cui il primo racconta una selezione di incontri mitologici presi dalla storia del pugilato, che a loro volta vengono illustrati dal secondo in tavole non esattamente autosufficienti, ma nemmeno subordinate al testo.

Sfilano quindi figure eroiche come quella di Jack Johnson, il primo pugile nero a diventare campione dei pesi massimi, o Leone Jacovacci, il negro di Roma inviso al regime fascista per via del colore della sua pelle, o anche Angel Garcia, il cubano dalla vita dissoluta e maledetta. Non mancano incontri storici come quello tra Ali e Foreman e tra Tyson e Lewis, parentesi curiose come il derby comunista tra il russo Yengibaryan e il livornese (!) Franco Nenci, e altre drammatiche come il match che portò alla morte del sudcoreano Kim Duk Koo, messo giù da Ray Mancini. Avrete capito che, più che semplici fatti di sport, sono tutti episodi che si colorano di note simboliche, di metafore di volta in volta politiche o più semplicemente umane, perché ci sono state, nella storia della boxe, molte sfide in cui il quadrato del ring si è allargato fino a contenere il mondo.