Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Quando l'amore brucia l'anima. Walk the line

Walk the Line

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Walk the Line
Regia: James Mangold
Paese: Stati Uniti
Anno: 2005
Supporto: DVD
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 4,99 €)

La storia del musicista Johnny Cash dalle sue origini, quando era semplicemente il figlio di un mezzadro in Arkansas all'epoca della Depressione, fino ai tour scatenati con pionieri del rock'n'roll come Elvis Presley, Carl Perkins, Roy Orbison, Jerry Lee Lewis e Waylon Jennings, e all'indimenticabile concerto del 1968 alla prigione di Folsom.
4,06
di 5
Totale 16
5
10
4
2
3
1
2
1
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    lalla

    12/05/2020 15:52:21

    Il film è la storia del grande Johnny Cash, vero mito nella storia della musica, anche se forse non molto conosciuto (o ricordato) in Italia, soprattutto al giorno d’oggi. Il bello di questa pellicola è come riesce a rendere molto umana la vicenda del personaggio, al di là della sua parabola musicale, che rimane sempre sullo sfondo, ma senza mai diventare il tema portante della storia: dai suoi eccessi, al suo pazzo e profondo amore per June Carter, passando attraverso ai suoi drammi ed ai suoi errori, tutti gli elementi trovano posto come tasselli, restituendo un’immagine molto vivida del personaggio.

  • User Icon

    n.d.

    06/05/2019 14:10:46

    Emozionante!! Attori superlativi in questa storia struggente

  • User Icon

    Barby

    20/12/2011 15:21:31

    Il film è stupendo, è incredibile vedere come Joaquin si sia calato nella parte di Johnny Cash e anche Reese ha recitato molto bene. Non concordo per nulla con andreamaddy :a un grande come Cash come minimo bisognava fare un film, forse non conosci la grande importanza che ha avuto per il mondo della musica...

  • User Icon

    mario

    30/08/2008 00:42:29

    Si ....Un film belissimo e molto sentimentale. La Rheese witherspoon è una grandissima attrice e donna stupenda... Una storia d'amore eccezionale e commovente. La donna che segue il suo uomo anche quando lui è in tragiche difficoltà... Che meraviglia! Purtroppo nella vita reale di oggi donne così non esistono più. Esiste solo l'aridità. Almeno nei film innamoriamoci di donne così!

  • User Icon

    astrid

    23/07/2007 19:53:40

    veramente bello... meravigliose le interpretazioni sia di J. Phoenix sia di Reese Whiterspoon ... DA VEDERE !!!

  • User Icon

    Manuela Alessio

    08/03/2007 11:28:44

    Meraviglioso. Non ci si stancherà mai di rivederlo. E' un film drammatico, non biografico. Proprio per questo è un ottimo film, quasi un capolavoro. Bravissimo il regista, bravissimi gli attori - protagonisti e non - bravissime pure le comparse, come nella scena più che memorabile del concerto tenuto da Cash nel carcere di massima sicurezza di Folsom. Dopo essersi assaporati il film, realizzato in economia e respinto da parecchi studi hollywoodiani ai quali al giorno d'oggi il dramma dei sentimenti umani interessa molto meno dei dischi volanti e dei mostri senz'anima, consiglio a tutti gli spettatori, e soprattutto ai fans di Johnny Cash, di rivedere l'intera pellicola con il commento audio del regista James Mangold. Sembrerà di rivivere con lui le fasi della realizzazione del film, la psicologia e l'entusiasmo degli attori, nonché, prima di tutto, i dialoghi avuti pochi anni fa con gli stessi Johnny Cash e June Carter, che nelle loro autobiografie non avevano fino ad allora avuto il coraggio, in una sorta di intimo pudore anche nei confronti degli altri protaginisti della loro storia, di rivelare fino in fondo il modo travagliato e appassionato con cui si erano conosciuti e, in realtà, subito innamorati. Infine, una curiosità credo sconosciuta e molti: il film si intitola "Walk the Line" e non "I Walk the Line" perché un film con quest'ultimo titiolo esiste già. Si tratta, usando il titolo italiano, del tutt'altro che banale "Un uomo senza scampo" del 1970, con Gregory Peck e, appunto, con l'impareggiabile musica di Johnny Cash.

  • User Icon

    andreamaddy

    15/02/2007 23:43:13

    Davvero deludente, da James Mangold, che mi aveva piacevolmente colpito in "Identità" mi aspettavo di più, il film è noiosissimo, con riprese statiche e prive della ben che minima creatività, mi chiedo ma la Witherspoon era proprio da Oscar? mah io non me ne sono accorto! E poi questa vera storia di Johnny Clash meritava un film per forza...io questa sua vita non l'ho trovata per niente interessante il film infatti non decolla xchè il soggetto è completamente privo di slanci. Ah povera Hollywood sempre più drammaticamente vuota di idee e stile.

  • User Icon

    Giuseppe

    12/01/2007 16:12:48

    Un film intenso con degli interpreti magnifici! Da vedere e rivedere con grande piacere.

  • User Icon

    ELENA

    28/10/2006 21:27:56

    Film meravigliosamente bello!!!E' la storia della vita di Johnny Cash e della moglie June Carter,interpretati meravigliosamente dai due attori principali!La fotografia è stupenda,le musiche sono coinvolgenti e ti trascinano in un vortice di emozioni... Veramente da vedere!!!!

  • User Icon

    Gabriele

    04/07/2006 14:18:12

    Bellissimo! Magnifici Joaquin Phoenix e Reese Witherspoon. Film da non perdere ;)

  • User Icon

    larissa77

    07/06/2006 09:16:57

    Film emozionante e coinvolgente. Strepitosi i protagonisti.

  • User Icon

    Russell

    28/05/2006 13:42:35

    James Mangold non è (ancora almeno) un grandissimo regista. E nonostante questo sia il suo miglior film il piglio che da alla regia è fin troppo lineare e poco originale. E' però evidente una cosa: questo regista sa far tirare fuori ai suoi attori il meglio! Guardate cosa ha saputo fare con Stallone e con la Jolie ad esempio! Avendo a disposizione un fuoriclasse come Joaquin Phoenix e l'ex eterna promessa (finalmente mantenuta) Reese Witherspoon il risultato è + che notevole. Ho sempre amato Johnny Cash, sia come personaggio che come artista e pur non condividendo la scelta di omettere alcuni passaggi chiave della sua carriera trovo che questo film sia quasi un capolavoro. Almeno sei o sette sequenze sono da brivido e così perdoniamo il buon Mangold per aver affrontato i personaggi di contorno in maniera così superficiale. Phoenix ha preferito dare un'interpretazione molto personale di Cash, anzichè farne una semplice imitazione come il Ray Charles di Foxx e il risultato è impressionante a dir poco. Quando lo vediamo cantare un pezzo storico come Ring Of Fire, duettare per la priva volta con Reese Witherspoon oppure nel leggendario concerto al carcere di Folsom vediamo beh...è magia pura! Personalmente credo sia uno dei più bei film del 2005 e dal momento che alla notte degli Oscar ha raccolto poco (una statuetta meritatissima alla Witherspoon) mi sento di assegnargli il premio platonico come "peggior titolo mai tradotto in italiano". Credo che almeno su questo riconoscimento nessuno abbia niente da dire...

  • User Icon

    Alessandro

    22/05/2006 23:03:02

    Il film è ben realizzato e curato, e la bravura di Joaquin Phoenix e Reese Witherspoon è notevole, ma è troppo lungo e pesante!

  • User Icon

    Deneb

    21/05/2006 16:58:33

    Film noioso e inconcludente!

  • User Icon

    Alice

    18/05/2006 02:00:43

    Tremendamente noioso, lento, 2 ore che sembrano durarne 8. Nonostante la bravura deli attori.

  • User Icon

    Piera

    09/05/2006 20:00:43

    Assolutamente superbo come Joaquin Phoenix abbia fatto rivivere Johnny Cash in questa pellicola assolutamente da vedere, possibilmente in lingua originale per apprezzarla al meglio.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente

2006 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice - Witherspoon Reese
2006 - Golden Globe - Miglior attrice in un film commedia o musicale - Phoenix Joaquin
2006 - Golden Globe - Miglior attrice in un film commedia o musicale - Witherspoon Reese

  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2006
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 135 min
  • Lingua audio: Inglese (DTS 5.1);Italiano (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; scene inedite in lingua originale: 7 scene inedite; commenti tecnici: commento audio del regista James Mangold
  • Joaquin Phoenix Cover

    "Nome d'arte di Rafael Bottom, attore statunitense. Comincia la carriera (con il nome di Leaf P.) in alcuni telefilm, prima di passare al grande schermo nel 1986 con Spacecamp (Campeggio spaziale) di H. Winer. Dopo la morte del fratello River (1993), lascia le scene per due anni prima di tornare a recitare con il suo vero nome in Da morire (1995) di G. Van Sant, in cui interpreta un giovane plagiato dalla bellezza di N. Kidman. Dopo altri ruoli secondari in U-Turn (1997) di O. Stone e 8mm (1999) di J. Schumacher, ottiene un grande successo interpretando il crudele imperatore Commodo in Il gladiatore (2000) di R. Scott. Lavora in seguito con M.?Night Shyamalan (Signs, 2002; The Village, 2004), T.?Winterberg (Le forze del destino, 2003) e T. George (Hotel Rwanda, 2004; Reservation Road, 2007)... Approfondisci
  • Reese Witherspoon Cover

    "Propr. Laura Jeanne R. W. Attrice statunitense. Interprete che incarna perfettamente il prototipo fisico della giovane americana (bionda, ammiccante e perfidamente maliziosa), debutta nel 1991 in L'uomo della luna di R. Mulligan e già nel 1993 ottiene il suo primo ruolo principale nell'avventuroso Sulle orme del vento di M. Salomon. Dopo il successo dell'indipendente s.f.w. (1994) di J. Levy, è protagonista di Pleasantville (1998) di G. Ross, Cruel Intentions - Prima regola: non innamorarsi (1999) di R. Kumble e di Election (1999) di A. Payne, velenosa satira sull'arrivismo che stravolge la società americana. Nel 2001 è la corrosiva star di La rivincita delle bionde di R. Luketic, cui fa seguito Una bionda in carriera - Legally blonde 2 (2003) di C. Herman-Wurmfeld. Frequenta poi la commedia... Approfondisci
Note legali