Quando eravamo grandi

Anne Tyler

Traduttore: L. Pignatti
Editore: TEA
Collana: Teadue
Edizione: 2
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 gennaio 2011
Pagine: 275 p., Brossura
  • EAN: 9788850224265
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,75

€ 9,00

Risparmi € 2,25 (25%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mariapia

    24/07/2012 13:14:35

    I libri di Anne Tyler non raccontano mai storie banali. O se c'è del banale, la scrittrice riesce a tirarne fuori il meglio. Ho letto quasi tutti i suoi libri e questo mi è piaciuto particolarmente. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Bea

    24/04/2003 14:30:58

    Molto bello, come tutti i libri di Anne Tyler, se si legge in inglese, nella versione originale. Nella traduzione italiana i suoi libri perdono moltissimo, e i dialoghi sembrano spesso banali. Credetemi, non lo sono! Quindi, chi può farlo, legga al più presto il libro in lingua originale e verrà ripagato!

  • User Icon

    marica

    12/07/2002 15:08:34

    ...già, in fondo cos'è la vita di tante donne se non semplicemente l'organizzazione di feste altrui?

  • User Icon

    cristina

    18/02/2002 15:45:56

    Mi piace il suo modo di descrivere i personaggi.Con poche righe riesce a fare un ritratto psicologico profondo di ogni personaggio, rimanendo ironica e divertente. Il messaggio del romanzo lo trovo molto positivo: è meglio vivere bene " il presente" qualunque esso sia,senza pensare che poteva essere diverso. Ognuno di noi, a volte, pensa di essere diventata la persona sbagliata, ma quella giusta qual'è? Non esiste.

  • User Icon

    Eva

    15/02/2002 18:09:03

    E' stata un'autentica delusione. Non riesce a tratteggiare bene i personaggi e sembra che gli eventi avvengano senza un motivo...

  • User Icon

    Federica

    10/01/2002 13:08:24

    Io l'ho trovato bellissimo, come tutti i romanzi di Anne Tyler, anche se non al livello del mio preferito "Ristorante nostalgia". Anne Tyler sa far diventare poesia le piccole cose di tutti i giorni. Il messaggio che ho ricavato da questo e da tutti gli altri suoi romanzi è che in fondo è normale trovarsi a vivere una vita diversa da quella che avremmo voluto. E' normale anche, ad un certo punto, provare nostalgia per l'altra nostra vita interrotta ma altrettanto normale è infine rendersi conto che è bello vivere la vita che ci capita!

  • User Icon

    federica

    05/12/2001 10:29:44

    Mi avevano detto che si trattava di un romanzo d'introspezione psicologica. Ma a me sembra solo la sceneggiatura di un film americano di buoni sentimenti, tipo "Fiori d'acciaio" o qualcosa del genere. In definitiva, l'ho trovato inconsistente.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione