Quando l'Italia era una superpotenza. Il ferro di Roma e l'oro dei mercanti

Giorgio Ruffolo

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 febbraio 2004
Pagine: VII-314 p., Brossura
  • EAN: 9788806168049
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 5,94
Descrizione
I due più gloriosi e cruciali momenti della storia italiana analizzati attraverso coordinate concettuali dei nostri giorni. Dell'antica Roma l'autore analizza le ragioni del rapido sviluppo, il modello economico imperiale e il sistema agrario-mercantile a base schiavistica, le spese opulente degli imperatori, i dati della svalutazione durante la decadenza fino a giungere al momento della "rivelazione" cristiana. Dalla Roma in decadenza, l'analisi converge verso le capacità tecniche e politiche di Venezia, Genova e Pisa, la conquista dei mercati orientali che definiscono l'ecomonia-mondo rinascimentale con al centro la penisola e le sue Città-Stato. Tale primato industriale e mercantile è osservato fino al momento del nuovo lungo tramonto.

€ 5,94

€ 11,00

6 punti Premium

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gion

    06/11/2004 21:04:38

    Aggiungo che il libro presenta una raccolta completa di fonti spesso ignorate e dimenticate dagli altri storici.In poche pagine G.Ruffolo riesce ad aprire un mondo nuovo al lettore.Inoltre la lettura è facile e divertente,con una scrittura sicuramente più fluida di quella presentataci dalla saggistica tradizionale.Altamente consigliato, o per dirla tutta quasi indispensabile!

  • User Icon

    AoxomoxoA

    10/09/2004 14:29:59

    Un distillato di 2000 e passa anni di storia in meno di 300 pagine. Non la Storia delle date ma la Storia dei PERCHE'. Spesso (o quasi sempre) si studia la Storia trascurando gli aspetti Economici, dimenticando che TUTTO e' mosso dal denaro e dal profitto. In questo senso il libro e' un capolavoro, se non altro perche' riesce in cosi' poco spazio ad approfondire quegli aspetti che altrimenti si dovrebbero ricercare in decine di altri "tomi".

Scrivi una recensione