Quartetti per archi op.44 n.1, n.3, op.82 - SuperAudio CD ibrido di Felix Mendelssohn-Bartholdy,Zemlinsky Quartet

Quartetti per archi op.44 n.1, n.3, op.82

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: SuperAudio CD ibrido
Numero supporti: 1
Etichetta: Praga
Data di pubblicazione: 23 settembre 2010
  • EAN: 0794881932726

€ 23,90

Punti Premium: 24

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Negli anni 1837-38, Mendelssohn era all'apice della sua gloria umanistica, simultaneamente violinista, violista, pianista, compositore, direttore (della Gewandhaus di Lipsia), pittore nel poco tempo libero che gli rimaneva e novello sposo.. "Al momento, tutto arriva in modo così semplice e bello sotto la mia penna" scrisse. Tutto questo trova dimostrazione nei Quartetti per archi op. 44, con i loro allegro virtuosi e raggianti e i movimenti lenti dalle sfumature nostalgiche, irresistibili 'brani senza parole' per archi.

  • Felix Mendelssohn Bartholdy Cover

    Compositore tedesco. Le vicende biografiche. Di famiglia colta e agiata, visse a Berlino dal 1811, ricevendo un'accuratissima educazione letteraria e musicale e rivelando doti di fanciullo prodigio. Da C.F. Zelter, suo maestro e direttore della Singakademie, apprese ben presto ad amare Bach e i classici della musica sacra. Nel 1821 divenne amico del vecchio Goethe; conobbe Weber e nel 1825, durante un viaggio a Parigi, Meyerbeer e Cherubini. Dal 1827 al '29 frequentò l'università di Berlino e nel 1829 esordì come direttore riesumando la Passione secondo Matteo; l'esecuzione segnò l'inizio della rivalutazione di Bach, allora quasi dimenticato. Nello stesso anno compì un viaggio in Inghilterra e Scozia, nel 1830 in Italia (Venezia, Firenze, Roma, Napoli), ricevendone profonde impressioni. Nel... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali