Quartetti per archi op.50 n.2, n.3, n.6 vol.8

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Joseph Haydn
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: MDG
Data di pubblicazione: 13 luglio 2015
  • EAN: 0760623189826

€ 20,50

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il prestigio di Lipsia
Il Leipziger Streichquartett prosegue la sua integrale dei quartetti per archi di Franz Joseph Haydn con altri tre lavori dell’op. 50 e anche in questo caso i suoi componenti riescono a fare coesistere brillantemente la raffinata scrittura haydniana con uno spirito sorprendentemente fresco. Questi quattro eccezionali strumentisti originari della Sassonia sono considerati da molto tempo tra gli esponenti di punta del movimento filologico internazionale e la decisione di utilizzare in questo disco copie di archi originali del XVIII secolo consente agli appassionati di vivere una esperienza d’ascolto esaltante, che saprà conquistare anche gli intenditori dai gusti più esigenti.

Lotta di classe
Haydn era un vero fenomeno. Haydn diede un contributo determinante alla codificazione del genere del quartetto d’archi con una serie di raccolte che conobbero una grandissima fortuna in ogni parte d’Europa, ma una volta giunto all’apice della perfezione il compositore di Rohrau iniziò a destabilizzarne la struttura con una serie di idee di incredibile originalità. Per rendersene conto, basta ascoltare l’inizio del Quartetto in re maggiore op. 50 n. 6, un lavoro che si apre sulla nona con un elemento che assomiglia molto a una cadenza conclusiva, nel quale solo il violoncello esegue le ottave pulsanti che danno l’impulso necessario per portare avanti il discorso musicale. Più avanti una serie di arditi elementi armonici preclude di fatto qualsiasi tentazione di vacua compostezza stilistica. Nel movimento conclusivo un incedere fortemente oscillante conferisce a quest’opera il suo ufficioso soprannome di Quartetto della Rana.

Il premio di un anello
Questo disco si apre con una gradevole commistione di eleganza e di robustezza, rappresentata da brillanti ornamentazioni e da trasparenti accordi spezzati, che si rivelano particolarmente impegnativi per il primo violino. Il fatto che nella sezione centrale da questi elementi si sviluppi una vera e propria doppia fuga testimonia per l’ennesima volta come una sottile vena umoristica unita all’altissimo magistero compositivo di Haydn con una fantasia virtualmente sconfinata. Questi quartetti vennero dedicati al re di Prussia, che gentilmente ringraziò il compositore con un anello di inestimabile valore.

Champions League
Da vent’anni i componenti del Leipziger Streichquartett militano nella Champions League delle formazioni cameristiche di tutto il mondo. Insignito dalla stampa specializzata internazionale di un incredibile numero di riconoscimenti di grande prestigio, questo ensemble di livello mondiale continua a conquistare il pubblico con dischi e concerti di altissimo livello. Il suo vastissimo repertorio comprende sia i quartetti classici più famosi sia molte opere di autori contemporanei, che riflettono un gusto artistico di inusitate ampiezza e profondità.
  • Franz Joseph Haydn Cover

    Compositore austriaco.Le vicende biografiche. Iniziò lo studio della musica sotto la guida del cugino J.M. Franck; a sei anni conosceva già molti degli strumenti che si usavano in orchestra; a otto anni si trasferì a Vienna, essendo stato prescelto da G. Reutter quale ragazzo cantore per la cappella di S. Stefano. Qui proseguì gli studi di canto, di violino, di clavicembalo e di composizione, raggiungendo un tale grado di maestria che quando, giunto alla muta della voce, fu dimesso dal coro, era già in grado di affrontare la professione di musicista. Ogni tipo di attività musicale gli era congeniale: dava lezioni di clavicembalo, suonava il violino in orchestra, scriveva facili composizioni «alla moda», accompagnava strumentisti e cantanti. Proseguiva intanto gli studi di composizione, allievo,... Approfondisci
Note legali