Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Questione di Costanza - Alessia Gazzola - ebook

Questione di Costanza

Alessia Gazzola

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Longanesi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 861,03 KB
Pagine della versione a stampa: 352 p.
  • EAN: 9788830454873
Salvato in 32 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Verona non è la mia città. E la paleopatologia non è il mio mestiere. Eppure, eccomi qua. Com’è potuto succedere, proprio a me?

Mi chiamo Costanza Macallè e sull’aereo che mi sta portando dalla Sicilia alla città del Veneto dove già abita mia sorella, Antonietta, non viaggio da sola.Con me c’è l’essere cui tengo di più al mondo, sedici chili di delizia e tormento che rispondono al nome di Flora. Mia figlia è tutto il mio mondo, anche perché siamo soltanto io e lei… Lo so, lo so, ma è una storia complicata.

Comunque, ce la posso fare: in fondo, devo resistere soltanto un anno. È questa la durata del contratto con l’istituto di Paleopatologia di Verona, e io – che mi sono specializzata in Anatomia patologica e tutto volevo fare tranne che dissotterrare vecchie ossa, spidocchiare antiche trecce e analizzare resti centenari – mi devo adattare, in attesa di trovare il lavoro dei sogni in Inghilterra.

Ma, come sempre, la vita ha altri programmi per me. Così, mentre cerco di ambientarmi in questo nebbioso e gelido inverno veronese, devo anche rassegnarmi al fatto che ci sono delle scelte che ho rimandato per troppo tempo. Ed è giunto il momento di farle.

In fondo, che ci vuole? È questione di coraggio, è questione di intraprendenza… E, me lo dico sempre, è questione di Costanza.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,64
di 5
Totale 95
5
27
4
31
3
20
2
9
1
8
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Manuela

    09/04/2021 14:03:34

    brutto brutto brutto, assolutamente noioso , io leggo tutti i libri fino alla fine ,sempre, ma sinceramente con questo ho fatto fatica e tanta. Gazzola si e' troppo dilungata sul racconto storico, per non parlare dell'inizio sulle spiegazioni del suo lavoro . Da 1 a 10 il mio voto e' 3.

  • User Icon

    maria

    16/03/2021 09:26:30

    una nuova avvincente eroina dei nostri giorni, alle prese con i problemi di tutte le donne /mamme. bello

  • User Icon

    toni

    01/03/2021 07:28:12

    Libro scorrevole e piacevole. Interessante l'intreccio del romanzo storico con le vicende di Costanza, giovane mamma single trasferita a Verona per lavoro. Alessia Gazzola sa trasportarci dal presente al passato con leggerezza e grande abilità narrativa unendo vita privata e lavorativa della protagonista ad una fiction storica coinvolgente e ben strutturata.

  • User Icon

    DG

    21/02/2021 12:55:21

    Per amanti del genere, bel libro

  • User Icon

    Grazia

    18/02/2021 12:16:31

    Dai dieci Diritti del Lettore di Daniel Pennac: 5) "Il diritto di leggere qualunque cosa", sacrosanto e indiscutibile; tuttavia io ne aggiungerei un undicesimo: "Il diritto di parlar male di un libro". Forse Pennac in quanto scrittore, oltre che appassionato lettore, per una sorta di conflitto di interessi, lo ha omesso. Io vorrei farlo valere per dire che questo libro è vuoto, banale, sciatto e dilettantesco nello stile e nella narrazione. Il coro quasi unanime di lodi mi stupisce, ma ne prendo atto. Per questo giudizio mi sono avvalsa del diritto numero 2) "Il diritto di saltare delle pagine, del numero 3) "Il diritto di non finire il libro" e del numero 8) "Il diritto di spizzicare.

  • User Icon

    Lau

    17/01/2021 12:26:49

    Mi è piaciuto molto! Grande ritorno dell’autrice, davvero molto bello.

  • User Icon

    maddy

    02/01/2021 18:22:55

    Dopo aver letto la saga L’Allieva ed essermi innamorata dei suoi libri,ho preso anche questo libro ,considerando che fa parte di una trilogia,con la speranza di avere il colpo di fulmine come con l’altra saga. Ahimè questo non è successo. Leggibile e leggibile per carità,ma diciamo che non mi ha colpito tanto. Innanzitutto trovo la scrittura sotto la media e non mi sembra neanche scritto dalla Gazzola. La storia è divisa su due piani temporali diversi e la parte storica l’ho trovata un po’ noiosa. Invece ho trovato intrigante la storia dei due protagonisti ,ma il contorno che c’è dietro un meno. Trovo irritante che non ci sia un finale vero e propio e quindi si è costretti a comprare i successi libri(l’avrei fatto comunque ). Per chi ha voglia di leggere un po’ di storia medioevale più che consigliato. Diciamo che è un libro che si fa leggere ma non entusiasmare

  • User Icon

    GG

    30/12/2020 09:04:23

    Gazzola sempre una garanzia! Questo nuovo personaggio si farà spazio a poco a poco nel cuore di chi ama Alice Allevi. Anche Costanza ha i suoi tormenti e le sue ambizioni che vanno a inciampare nelle vicende che la vita, che piaccia o no, ci porta ad affrontare. Impossibile non affezionarsi a lei!

  • User Icon

    Giulio

    29/12/2020 17:22:34

    Veramente brutto!!! Sono arrivato ad un terzo e mi sono pentito di averlo iniziato.Unica consolazione: ho comprato l'edizione economica. L'allieva era sopra le righe. Questo è veramente troppo esagerato. Non penso di comprare altro libri di Gazzola. Amen

  • User Icon

    elisa

    29/11/2020 10:39:35

    Costanza nuovo personaggio allegro e appassionante. Mamma di una bella bimba e single, si trasferisce dal sud a Verona per lavoro. E qui tra la storia con il papà di Flora, che solo adesso viene a conoscenza di essere padre e il nuovo lavoro, che nn è quello dei suoi sogni, la ns Costanza ci fa ridere e commuovere. Attendo con ansia di leggere il prossimo libro

  • User Icon

    Lucia

    23/10/2020 09:37:48

    Una nuova protagonista che non è da paragonare ad Alice, una storia nuova e interessante. Una lettura sempre scorrevole e piacevole.

  • User Icon

    DONATELLA

    16/10/2020 15:41:12

    Un romanzo scorrevole ma non eccezionale. La Gazzola mi aveva abituato a qualcosa ... di più!

  • User Icon

    alyferri

    10/09/2020 10:57:12

    Un libro piacevole da leggere,peccato che non esiste il finale. Ho letto qualche altro libro in saga però di solito hanno un finale proprio, qui sembra che l'autrice abbia lasciato il libro a tre/ quarti. Peccato perché era bello.

  • User Icon

    Towandaaa

    12/08/2020 20:28:15

    Non mi disturbano i finali aperti in se stessi, né i finali che occhieggiano più o meno spudoratamente al successivo romanzo che seguirà per proseguire la storia. Mi indispettiscono invece i finali che non ci sono: e in questo libro il finale non c'è!  Capisco (ma non condivido) le esigenze di marketing volte alla fidelizzazione del lettore, ma posso tollerarle solo se si fermano prima del limite oltre il quale si sconfina nella presa in giro. E "Questione di Costanza" secondo me sconfina. La struttura del romanzo che corre in parallelo su due piani temporali diversi, dei quali quello attuale rappresenta, almeno in parte, l'indagine storica su quanto avvenuto in quello anteriore, non è originale in generale , e in particolare mi ha un po' stufata. Ma capisco che probabilmente questa è una impressione personale, da lettrice che in altri tempi ha avuto numerose e piacevoli frequentazioni con letture avventurose aventi questa struttura, che le aveva abbandonate per stanchezza verso il genere, e che ora si è ritrovata a rimpiangere gli intrecci di Buticchi, della Asensi e altri. L'interpretazione data dalla Gazzola a questo tipo di intreccio, poi, non è stata nè brillante nè interessante, poiché entrambe le vicende subiscono una deriva da romanzo rosa che non mi è piaciuta affatto. Inoltre i personaggi non sono diventati, ai miei occhi, non dico simpatici o antipatici, ma nemmeno credibili: inverosimile la loro piattezza, sfuggente la logica del loro agire, nebulosi i legami che regolano le loro interazioni. Infine: non particolarmente serrato il ritmo, senza infamia e senza lode la scrittura, del tutto assente la componente del giallo storico, approssimativa la ricostruzione della videnda che si colloca nel medioevo. Salverò soltanto il ricordo di una frase che la protagonista ripete spesso, a sottolineare la propria inadeguatezza come  madre single, e che mi ha suscitato qualche sorriso divertito: "Montessori, flagellami!".

  • User Icon

    val

    11/08/2020 16:48:26

    Forse uno dei peggiori libri letti. Eppure questa scrittrice sebbene non faccia dei capolavori di solito la trovo godibile. La protagonista è insopportabile, egoista incosciente e ripetitiva e la storia d'amore banale.

  • User Icon

    nicoletta

    01/07/2020 08:48:14

    Non male, si legge volentieri, aspetto il prossimo per meglio giudicare.

  • User Icon

    Marta

    09/06/2020 06:45:12

    Mi aspettavo qualcos'altro da questo libro e dalla penna di Alessia Gazzola. Ho saltato a piè pari tutta la parte della storia medievale perché mi annoiava. Il resto, a sto giro, mi ha lasciato un po' così. L'ho letto con fatica.

  • User Icon

    LB

    03/06/2020 19:42:58

    E' un misto tra romanzo rosa, (un pò) giallo e storico; è comunque una lettura piacevole ad avvincente: Per rilassarsi

  • User Icon

    fra

    23/05/2020 04:58:56

    Dopo aver letto la serie Allieva della stessa autrice ho comprato questo libro. Mi ha deluso enormemente, l’ho trovato noioso, se non sei un’amante del Medioevo e della paleopatologia non ha senso leggerlo. Ho fatto fatica a finirlo

  • User Icon

    Lory

    17/05/2020 20:34:41

    adoro Alessia Gazzola e non vedevo l'ora di conoscere la sua nuova eroina! Costanza è adorabile e mi piace molto che, data la sua professione, il libro abbia anche una parte "storica". consigliato!

Vedi tutte le 95 recensioni cliente
  • Alessia Gazzola Cover

    Alessia Gazzola (Messina, 1982) è laureata in Medicina e Chirurgia ed è specialista in Medicina Legale. Ha esordito nella narrativa con L’allieva nel 2011, cui sono seguiti Un segreto non è per sempre (2012), Sindrome da cuore in sospeso (2012), Le ossa della principessa (2014), Una lunga estate crudele (2015), Non è la fine del mondo (2016), Un po’ di follia in primavera (2016), Arabesque (2017), Il ladro gentiluomo (2018), vincitore del premio Bancarella 2019 e Lena e la tempesta (2019). Dai romanzi della serie L’allieva, tradotti in numerose lingue, è tratta la serie tv di successo in onda su RaiUno con Alessandra Mastronardi nei panni di Alice Allevi e Lino Guanciale nel ruolo di Claudio Conforti. Collabora con i supplementi culturali... Approfondisci
Note legali