Raccontami di un giorno perfetto

Jennifer Niven

Traduttore: S. Mambrini
Editore: De Agostini
Collana: DeA best
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 398 p., Brossura
  • EAN: 9788851137458

Età di lettura: Young Adult

Disponibile anche in altri formati:

€ 9,26

€ 10,90

Risparmi € 1,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silda

    11/10/2017 19:31:25

    il miglior libro che io abbia mai letto. non ho parole per esprirmere quello che ho provato leggendolo, emozioni uniche e vi posso garantire che mi ha cambiato tantissimo e in meglio. E poi, sapere che ciò che è raccontato succede sempre nel mondo ma sopratutto sapere che è una storia personale dell'autrice mi ha toccato profondamente. Finch e Violet sono i personaggi migliori tra tutti i libri che ho letto (e vi garantisco che ne ho letti tanti).

  • User Icon

    Teresa (Fall in books blog)

    25/09/2017 10:10:57

    Con la delicatezza e la profondità tipiche della sua prosa, Jennifer Niven ci porta nel mondo di due ragazzi che non hanno un buon rapporto con la vita ma che hanno tanta voglia di viverla, di scoprire, di vedere posti nuovi e di amare. Riusciranno però a sopportare il lato negativo che la vita può avere? Riuscirà Violet a ricominciare a vivere senza sua sorella? E, Finch, saprà vincere contro i suoi demoni? Ho amato questo libro. Appena terminato ho pensato che non potevo scriverne una recensione perchè quello che racconta è…troppo per essere racchiuso in poche parole e io non sarei stata in grado di trovare quelle giuste. Poi però ho pensato che le emozioni che ho provato io mentre lo leggevo dovevano essere provate anche da voi e per questo sono qui. Devo ammettere che all’inizio mi ha ricordato molto “L’universo nei tuoi occhi”, e in effetti la storia è simile, poi però ho capito che l’autrice affronta queste problematiche adolescenziali per un motivo. E cioè per far capire ai ragazzi che non sono soli e che se hanno un problema, qualsiasi tipo di problema, devono farsi aiutare e possono uscirne. Trovo sia un ottimo modo per aiutare gli adolescenti che hanno delle difficoltà. Spesso è difficile convincerli a rivolgersi a dottori o specialisti, magari attraverso una lettura possono capire che devono farlo, è una maniera gentile per dirgli “Ehi, non preoccuparti. Andrà tutto bene”. Tutti però abbiamo qualcosa che ci affligge, magari non meditiamo di suicidarci ma, questo libro farà bene anche a chi non ha mai pensato di farlo.

  • User Icon

    Wolf

    25/12/2016 21:30:51

    Uno dei libri più tristemente belli che abbia mai letto. Come hanno scritto già altri utenti, è un libro toccante, intenso e che davvero emoziona sempre di più. Finch e Violet, i protagonisti, all'inizio sembrano uguali ma pian piano ci si accorge delle enormi differenze tra i due. Ho amato Finch dalla prima pagina e devo ammettere che mi si è spezzato il cuore. L'espressione "vittime di suicidio" credo che non possa essere più esatta. Questo libro mi ha fatto piangere davvero tanto ma mi ha anche permesso di riflettere. Il suicidio è un argomento a me caro ma è ancora considerato un tabù: a mio avviso, meriterebbe più conoscenza ma soprattutto c'è bisogno di interventi al fine di una reale prevenzione. In alcuni passaggi la narrazione potrebbe essere troppo veloce o in alcuni punti un po' banale ma non importa: quello che ti lascia dentro vale più di qualunque eventuale banalità. Lo consiglio vivamente a tutti.

  • User Icon

    Isa

    10/09/2016 08:15:09

    L'espressione "vittime di suicidio" è curiosa. Se il suicida è una vittima, significa che non aveva altra scelta.

  • User Icon

    Massimo F.

    29/06/2016 07:57:18

    Veramente un gran bel libro: toccante, delicato e profondo, con una parte finale originale e molto emozionante. Ambientazione strepitosa. Scritto con il cuore: e si vede.

  • User Icon

    lorena

    06/06/2016 08:30:08

    L'ho adorato fin dalla prima pagina e ora ne provo ancora nostalgia. E' un romanzo toccante, intenso, che emoziona ad ogni pagina. Nonostante l'argomento sia forte e possa sembrare difficile da interiorizzare, l'autrice è riuscita con semplici parole, raccontando una storia che scorre come un film a farmi riflettere e a pormi qualche "perchè". Consigliatissimo.

  • User Icon

    Rosaria Curatolo

    25/03/2016 15:48:33

    È passato 1 giorno da quando ho finito questo libro e non smetto di pensare, riflettere e ragionare su questa storia. Continuo a chiedermi cosa avrei fatto al posto di Violet? Cosa avrei fatto se fossi stata io Finch? Come avrei reagito? Domande a cui non riesco a dare risposte certe... Di una cosa però sono sicura, Finch non è solo un personaggio di una storia... "Non sono un problema. Una diagnosi. Una malattia. Non sono qualcosa da salvare. Sono una PERSONA." Finch è parte di ognuno di noi. Finch rappresenta le nostre paure. Finch rappresenta i nostri dubbi. Finch è un angelo mandato a regalare PRIMAVERE a chi vive INVERNI da troppo tempo. Se ognuno di noi portasse la primavera ad un'altra persona ci sarebbero meno inverni...e allora esisterebbero più GIORNI PERFETTI. Nell'attesa di trovare un mio Finch inizio a preparare un "fortino" dove non ci sono parole brutte ma solo quelle belle.

  • User Icon

    teresa

    03/01/2016 08:16:04

    "All the Bright Places, questo è il suo titolo in Inglese, un libro che all'inizio mi ha fatto pensare come ho potuto comperare un libro per adolescenti" poi invece....... "Raccontami di un giorno perfetto" tratta un tema difficile da affrontare: il suicidio tra i giovani e il male di vivere. L'argomento è trattato con grande delicatezza, sincerità, ironia e senza alcun tipo di pietismo. E' una storia piena di solitudini estreme, di disperazione, di disagio, ma soprattutto di amicizia e di amore .

  • User Icon

    nadia

    18/07/2015 12:54:00

    La colonna portante di questo romanzo è, senza ombra di dubbio, il personaggio di Theodore Finch: una figura potente, vibrante, sconquassata, enigmatica, torbida eppure luminosa... Un ribelle, un ferito nel corpo, nel cuore, nella mente, un affamato di senso, di vita, di bellezza... Davvero un personaggio che mi ha colpito. "Non sono una problema. Una diagnosi. Una malattia. Non sono qualcosa da salvare. Sono una persona". Purtroppo, in confronto a Finch, la co-protagonista femminile risulta scialba, piatta, noiosa... Un'altra pecca che non mi permette di dare il massimo dei voti è che spesso avevo l'impressione che si corresse troppo: i capitoli sono brevi, sfuggenti, avrei voluto che l'autrice indugiasse più a lungo su certi passaggi... Ma nel complesso, soprattutto grazie a Finch, il mio giudizio su questo libro non può che essere positivo.

  • User Icon

    Julia

    16/06/2015 08:45:56

    Una storia toccante e terribile, che racconta in modo vero e profondo il disagio, il sentimento, la felicità, il dolore; il racconto di due adolescenti in difficoltà, rivolto a tutti ma soprattutto ad adolescenti perché capiscano che delle difficoltà si può, si deve parlare, per poterle affrontare, per non essere soli. Emozionante.

  • User Icon

    Shine

    15/06/2015 13:31:54

    Libro bellissimo PERFETTO appunto ma ho una sola cosa da dire... L'autrice poteva evitare di mettere una disgrazia come quella che ha raccontato. Sono amareggiata perché mi aspettavo un finale diverso che non c'è stato... Però devo dire che la trama è bellissima e la storia è ben strutturata. In pratica è stato bello e se non ci fosse stata quella piccola piega gli avrei dato il massimo.

  • User Icon

    Letizia

    25/04/2015 11:12:00

    Esistono giorni perfetti, soprattutto se vissuti con la persona perfetta, in un luogo perfetto, vivendo emozioni perfette. Dobbiamo solo volerlo e crederci sennò si continuerà a camminare sul ciglio di un abisso che noi stessi ci siamo creati e dal quale non riusciamo a staccarci. "Dobbiamo guardare al cuore delle cose". Toccante, triste ed emozionante, lo consiglio.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione