Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni I racconti

  • User Icon
    01/12/2012 10:34:51

    Nelle pagine di Heinrich von Kleist, come direbbe Charles Mauron, si legge l'ansia e la crisi della propria epoca, un' epoca in cui la modernità si è ormai affermata e il passato medievale unitario e ormai alle spalle; dunque, i suoi personaggi terribili e potenti si scontrano con un mondo che non è più il loro, il passato è ormai un'altra cosa perché adesso regnano violenza e sopruso. Per questo, Michael Kohlhaas, da uomo buono e onesto diventa "il più terribile della sua epoca", per questo il mercante Piachi preferisce andare all'inferno nel "Trovatello". Kleist, outcast in vita, è uno scrittore sì atipico, ma altrettanto stimolante e potente, in cui emergono le contraddizioni e le difficoltà di un'epoca, che egli oggettivizza nei suoi personaggi e nelle loro paradossali vicende. Decisamente consigliato per conoscere uno dei maestri della Letteratura Tedesca.

    Leggi di più Riduci