Ragazzo d'oro, ragazza di smeraldo - Yiyun Li - copertina

Ragazzo d'oro, ragazza di smeraldo

Yiyun Li

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Eva Kampmann
Editore: NN Editore
Collana: La stagione
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 6 giugno 2019
Pagine: 250 p., Brossura
  • EAN: 9788894938418
Salvato in 39 liste dei desideri

€ 17,00

Venduto e spedito da Libreria Max 88

Solo una copia disponibile

+ 3,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

€ 9,18

€ 17,00

Punti Premium: 9

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

I racconti di "Ragazzo d'oro, ragazza di smeraldo" sono ambientati nella Cina contemporanea, travolta da una modernità che non intacca le tradizioni sociali, tenaci e spietate, del passato. I personaggi di queste storie vivono i propri desideri, rimpianti, solitudini, in relazioni fragili come fiori appena sbocciati, sempre in bilico tra necessità e passione: un'anziana professoressa di Zoologia presenta il figlio a una devota studentessa, inconsapevole dei loro veri sentimenti; un gruppo di vecchie signore decide di aprire un'agenzia di investigazioni private per salvare i matrimoni dall'adulterio; una coppia di mezza età, che vive negli Stati Uniti, decide di tornare in Cina dopo aver perso la figlia in un incidente, per assoldare una donna come madre surrogata. Con uno sguardo compassionevole e brutalmente sincero, Yiyun Li mette in scena la commedia della vita, universale in ogni luogo e tempo, e ci consegna un mondo dove la gentilezza e l'amore hanno la medesima forza ostinata, una forza capace di intrecciare i fili dei ricordi e dare così un senso all'esistenza.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Genesis93

    11/05/2020 13:34:23

    Nove racconti che ci regalano sprazzi di società e cultura cinesi: da alcuni particolari sulla storia del paese, alle regole imposte per il razionamento delle provviste, le regole sessuali per il controllo delle nascite, i certificati per avere il consenso a sposarsi, i matrimoni combinati e imposti dalle famiglie. Una società così rigida socialmente, che conoscevo poco: la persistenza della pena di morte, un omicidio punito con la morte, il destino delle famiglie di coloro che finiscono nel braccio della morte. L’importanza del matrimonio e di un’unione onorevole, il non essere liberi quasi di amarsi e amare liberamente, giovani che devono provare vergogna nel comprare una scatola di preservativi in farmacia, anziani che giudicano. Tanti, tanti temi che si intrecciano, regalando un affresco sociale e vitale, con i racconti che si avvicinano come tessere di un mosaico.

Ragazzo d’oro, ragazza di smeraldo (250 pagine, 17 euro) di Yiyun Li, il titolo prezioso deriva da un’espressione che si incontra leggendo, usuale in Cina, dove sono ambientati tutti i nove delicatissimi racconti che compongono questa raccolta, pubblicata in Italia da NN editore e tradotta da Eva Kampmann. L’espressione vuol essere la maniera più limpida per descrivere due giovani il giorno delle nozze, «ragazzo d’oro» e «ragazza di smeraldo», invidiabili per la loro bellezza ben assortita.

Se ci lasciamo condurre dalle parole, dalla prosa lineare e trasparente dell’autrice, scopriremo un universo di persone vecchie o giovani, sole o non del tutto, che si muovono nelle loro vite con la lentezza e l’ineffabile dignità che siamo abituati ad attribuire al mondo orientale, anche quando, o forse proprio quando, non comprendiamo sino in fondo le loro scelte.

Yiyun Li, che è cresciuta a Pechino, si è trasferita negli Stati Uniti, dove è diventata scrittrice. Il rapporto con il topos dell’emigrazione e con la letteratura inglese torna a più riprese nei suoi racconti, dando vita a personaggi dalla doppia essenza, con un piede in Cina ed uno nel mondo anglosassone.

Tornano la figura della professoressa – una sfinge, una millenaria saggia tartaruga -, quella della madre sola, vissuta come presenza cardine nell’esistenza di figli già adulti, spesso figli unici, di sesso maschile. Ed è ricorrente anche la figura della ragazza, della donna giovane, che vive all’ombra di qualcosa – una perdita, il desiderio di un figlio, l’aspirazione a un compagno.

Quel che accomuna questi nove racconti, che si intitolano rispettivamente Ragazzo d’oro, ragazza di smeraldo, Un uomo come lui, Prigione, La proprietaria, Incendio domestico, Via Giardino, numero 3, Come un fiume, Ricordo e Gentilezza, è la commistione altamente virtuosistica tra le atmosfere rarefatte, trasognate, e l’esattezza dello scandaglio linguistico, uno strumento che proprio nella sua apparente austerità si rivela in grado di sondare finissimi spostamenti psicologici.

Passando da un racconto contemplativo, a uno crudo, ad uno malinconicamente poetico, a uno tutto giocato sull’azione, sino all’ultimo, spettacolare, in cui si condensano la bravura di Yiyun Li e la costruzione a tutto tondo di due personaggi che restano impressi, si ha l’impressione di addentrarsi sempre più in un mondo a malapena conosciuto, ove possano esistere espressioni come “distretto abitativo” o pratiche socialmente diffuse come dare in affitto, quando non in vendita, figli e figlie.

Tutto trascolora e scorre, spesso governato da una specie di determinismo schiacciante, immotivato e inarrestabile, come nel reiterato rifiuto della protagonista, in Gentilezza, di aprirsi a un’amicizia femminile offerta a più riprese. La donna che la offre, la tenente Wei dell’Esercito Popolare di Liberazione, è il più bel personaggio della raccolta, e potrebbe tranquillamente fare la comparsa in un racconto di Conrad.

Forse, per avvicinarci ulteriormente alla scrittura e all’immaginario dell’autrice, al suo controllo che somiglia quasi a una disciplina, potremmo riportare questo stralcio, tratto dal racconto Incendio domestico: «Non era facile mantenere l’intimità con un altro essere umano tramite il solo contatto fisico, e per raggiungerla aveva bisogno di una concentrazione totale, per tenere l’anima fuori dalla portata delle fiamme grandi e piccole di tutte le passioni di questo infido mondo.»

Recensione di Teodora Dominici

 
  • Yiyun Li Cover

    Nata e cresciuta a Pechino e laureata in medicina, Yiyun Li arriva negli Stati Uniti nel 1996 per specializzarsi in immunologia all'Università dell'Iowa, sede del prestigioso Iowa Writers Workshop. L'autrice, dopo aver completato gli studi scientifici, resta ad Iowa City per frequentare il Master of Fine Arts in scrittura creativa, che terminerà con la pubblicazione di Mille anni di preghiere (l'Arcipelago Einaudi, 2007). La raccolta di racconti d'esordio di Yiyun Li - in lingua inglese - vince il Frank O'Connor Short Story Award, il Pen/Hemingway Award e il Guardian First Book Award e segna l'inizio della collaborazione dell'autrice con riviste come il New Yorker e The Paris Review. Con il primo romanzo, I girovaghi (l'Arcipelago Einaudi, 2010), Yiyun Li si aggiudica il California... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali