Rasputin di Louis Nero - DVD

Rasputin

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Louis Nero
Paese: Italia
Anno: 2010
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il 19 dicembre 1916, l'ultimo dicembre dell'impero Romanov, si stava attuando un complotto contro l'uomo più misterioso della Russia, un piano ordito dai più noti ed influenti membri della corte e rivolto contro il "santo-demonio" Grigorij Efimovic Rasputin, uno dei personaggi più enigmatici e controversi del XX secolo: il contadino divenuto consigliere dell'ultimo zar Nicola II di Russia, l'uomo odiato e temuto nei circoli di governo per il suo potere ipnotico nei confronti della coppia imperiale.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 4
5
4
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    kev

    25/04/2018 18:24:50

    Louis Nero incentra questo lavoro sulla figura di Rasputin, monaco contadino che con le sue doti di guaritore divenne così influente alla corte degli ultimi Zar di Russia da attirarsi l'ira dei nobili spodestati del loro ruolo, i quali ne organizzarono l'uccisione. Da documenti risalenti al processo che ne seguì, di recente resi pubblici dal governo della Repubblica Russa, Nero ha tratto una sceneggiatura originale che fa di Rasputin, anziché l'uomo dissoluto e opportunista cui ci ha abituati una tradizione storica ora superata, l'uomo che insegue la singolare idea, che solo attraverso una profonda conoscenza del peccato si può arrivare alla purificazione dell'anima e all'ottenimento di poteri soprannaturali.

  • User Icon

    Fabio

    11/04/2018 16:44:15

    Usando la sera dell’attentato come cornice, Rasputin getta un po’ di luce sul passato del monaco russo. Alla fine, a trasparire è una persona molto diversa da quella che di solito abbiamo in mente. Non uno stregone malvagio o un demone, bensì un uomo che, pur attraverso metodi anticonvenzionali, ha sempre cercato la purificazione dal peccato, per sé e per gli altri, e la cui morte assume l’aria di un martirio

  • User Icon

    cars06

    03/04/2018 15:59:38

    A dare vita a Rasputin è Francesco Cabras, che stupisce per l’incredibile somiglianza con il personaggio storico, a cui dona uno sguardo intenso e ipnotico, per non dire inquietante. Gli attori sono incredibili sembrano visivamente identici ai protagonisti storici.

  • User Icon

    Erika42

    03/04/2018 12:36:17

    Rasputin si distingue nel panorama cinematografico italiano, fornendo al contempo una rilettura interessante di un uomo tanto discusso, in cui non mancano addirittura associazioni con Gesù Cristo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Eagle Pictures
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 85 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Francese; Hindi; Inglese; Italiano; Portoghese; Rumeno; Russo; Spagnolo; Svedese; Tedesco
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste; dietro le quinte (making of)
  • Franco Nero Cover

    Nome d'arte di Francesco Sparanero, attore italiano. Biondo e prestante, con saettanti occhi azzurri e cipiglio da valoroso, incarna una bellezza maschile molto «americana», non a caso già apprezzata da J. Huston che nel 1966 fa interpretare a questo italiano atipico, allora semisconosciuto, l'innocente Abele nel kolossal La Bibbia. Il cinema di cassetta ne fa subito un eroe affidandogli ogni sorta di avventure esotiche o metropolitane con almeno due storici pistoleri dello spaghetti-western post S. Leone: Django (1966) di S. Corbucci e il crepuscolare Keoma (1976) di E.G. Castellari. Non gli mancano tuttavia i ruoli più profondi, primo fra tutti il capitano dei carabinieri di Il giorno della civetta (1968), tratto da L. Sciascia e firmato da D. Damiani, che lo dirige in diverse altre pellicole... Approfondisci
Note legali