Recensioni La Repubblica degli italiani. 1946-2016

  • User Icon
    11/10/2018 13:34:44

    Ho letto questo libro sia per interesse personale che per un esame....non c'è che dire, scritto bene e fornisce alcuni interessanti spunti di riflessione per chi si approcci per la prima volta al periodo...ma ha a mio parere un punto di vista molto parziale, tutto di matrice cattolica, e quindi le parti che riguardano questa area nello specifico (ad es. il capitolo sul Concilio Vaticano II) sono molto accurate, quelle in cui dovrebbe porsi con un differente punto di vista (le vicende della sinistra italiana, ma anche del tentativo di bipolarismo alternato nella seconda repubblica) sono molto meno condivisibili...in particolare, respinge in nome di una difesa a volte troppo a spada tratta dell'operato della Democrazia Cristiana (su cui ha scritto un fortunato libro alcuni anni fa) alcuni fatti che mi sembrano incontrovertibili, come che la nostra nel periodo della Guerra Fredda fosse una "democrazia bloccata" (che poi al PCI questo andasse bene, è un altro paio di maniche) o come gli indubbi elementi di continuità tra fascismo e Repubblica...infine, nonostante il professore con cui ho sostenuto l'esame non fosse d'accordo, a volte l'autore sembra rimpiangere un po' troppo la funzione di partito cardine dello schieramento della DC. Buono, ma come sintesi della storia repubblicana italiana esiste di meglio.

    Leggi di più Riduci