La resistenza del maschio

Elisabetta Bucciarelli

Editore: NN Editore
Collana: ViceVersa
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 10/09/2015
Pagine: 234 p., Brossura
  • EAN: 9788899253097
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ChiaraElisa C.

    11/08/2017 14:23:23

    Un professore universitario, denominato L’Uomo, e sua Moglie da una parte. Emme ed Effe dall’altra. Chiara, Marta e Silvia nel centro. Tre storie che scorrono parallele. L’Uomo, mente logica impregnata da misure che vaga di notte per le strade di una affascinante Milano, e che per restare desto elenca le torri della città e le relative lunghezze, le conosce a memoria; una notte assiste ad un incidente, una macchina sbanda guidata da una giovane donna, che batte la testa contro il parabrezza: quella donna non la dimenticherà mai. Poi ci sono Emme ed Effe, che hanno una strana relazione, fatta di messaggi tanti, chiamate qualcuna, incontri nessuno. L’amore ai tempi di Whatsapp? E’importante la presenza, fisica o virtuale, poco importa, quello che conta è sapere di avere una persona che pensi a te. Silvia, Marta e Chiara si incontrano nella sala di aspetto di un dottore e complice il ritardo di quest’ultimo, si confessano. Le tre parlano, si scambiano opinioni su professioni e medici e iniziano un dialogo che andrà avanti molto a lungo. L’Uomo di cui ho parlato all’inizio ha una parte rilevante nelle storie delle tre donne, in una sorta di racconto ad incastro, di cui solo la lettura del testo può fare piena luce. E’ un libro trascinante, coinvolgente, curioso che pone al centro la figura del maschio.L’unico ruolo che manca a quest’uomo è quello che la società impone: il ruolo del Padre. L’Uomo non vuole avere figli. Non un atto di egoismo, ma un atto di negazione solo verso la Donna/Moglie all’interno di un gioco di ruoli che percorre l’intera narrazione. Questo è un testo che offre delle prospettive allargate sui generi contemporanei, al cui centro c’è la resistenza dell’uomo e del maschio. Tale difesa inizia dall’Uomo che rinuncia alla completezza, alla perfezione, a tutto tondo.

Scrivi una recensione