La retorica della riforma. Fine del sistema proporzionale in Italia

Steven Warner,Diego Gambetta

Traduttore: F. Galuzzi
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1994
In commercio dal: 1 gennaio 1997
Pagine: VIII-176 p.
  • EAN: 9788806134921
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,02

€ 8,26

Risparmi € 1,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Il nuovo sistema elettorale può produrre tanti benefici che da esso ci si attende? Con un argomentare lucido e in un serrato confronto fra Italia e Regno Unito, gli autori dimostrano che molte aspettative sono in realtà illusorie: alternanza, bipolarismo, governi stabili e responsabili, elezioni personalizzate, fine della corruzione, controllo della spesa pubblica, sono risultati politici che nessun sistema elettorale di per sé può garantire. I sistemi elettorali interagiscono con il contesto sociale in cui operano e non vi sono leggi universali sulla cui base predirne le conseguenze.Se all'irrealismo delle aspettative farà seguito l'impazienza per la mancanza dei risultati, si impedirà al nuovo sistema elettorale di assestarsi, e si rischierà di cercare scorciatoie in radicali riforme istituzionali, quali l'elezione diretta del Presidente del consiglio, che, come gli autori dimostrano, raggiungerebbe effetti opposti a quelli intesi.