Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Revenant. Redivivo

The Revenant

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Revenant
Paese: Stati Uniti
Anno: 2016
Supporto: DVD
Salvato in 89 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 3,74 €)

Durante una spedizione in un territorio incontaminato e sconosciuto, il leggendario esploratore Hugh Glass viene aggredito da un orso, quindi abbandonato dagli altri compagni di caccia. Ma, nonostante le ferite mortali e la solitudine, Glass riesce a non soccombere. Grazie alla sua forte determinazione e all'amore che nutre per sua moglie, una indiana d'America, percorrerà oltre 300 chilometri in un viaggio simile a un'odissea, attraverso il grande e selvaggio West, per scovare l'uomo che lo ha tradito, John Fitzgerald. Il suo inseguimento implacabile diventa un'epopea che sfida il tempo e le avversità, alimentata dal desiderio di tornare a casa e ottenere la meritata giustizia.
3,6
di 5
Totale 30
5
8
4
11
3
6
2
1
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    maria

    06/05/2021 10:42:18

    film molto bello, anche se non perfetto. premio oscar come migliore attore protagonista assolutamente meritato

  • User Icon

    menasol

    27/04/2021 12:50:25

    Film molto lento ma efficace, il freddo sembra entrare nelle ossa di chi guarda. Sconvolgente la scena del cavallo, ma a mio parere non è la migliore interpretazione di Di Caprio, che avrebbe meritato l'oscar già per altri ruoli.

  • User Icon

    simone

    05/06/2020 10:26:58

    Gran bel film con un Di Caprio stellare che finalmente gli ha permesso di vincere il meritato oscar

  • User Icon

    carlo

    16/05/2020 16:54:13

    Quando si puo' recitare benissimo senza parlare, come DiCaprio in questo film dalla bellissima ambientazione

  • User Icon

    samara

    13/05/2020 10:35:13

    È una storia di vendetta e sopravvivenza. Di Caprio bravissimo ma Hardy non è da meno. Il film colpisce soprattutto per l'ottima regia, con due piani sequenza da brividi. L' ambientazione è primordiale e il regista ne sfrutta tutto il suo impatto scenico.

  • User Icon

    CESCO

    13/05/2020 08:38:48

    Ero molto curioso di vedere il film che ha portato gloria e giustizia ad un attore quale Leonardo Di Caprio. Tendenzialmente apprezzo il suo modo di recitare e, devo dire, che anche qui non mi ha deluso. Incredibile come abbia recitato senza parlare, ha un volto molto espressivo dal quale trasmette pienamente la sofferenza del protagonista. Belle le musiche, i costumi e la trama. Unica pecca:troppo lungo. Complessivamente consigliato!

  • User Icon

    Duro e con panorami stupendi

    13/05/2020 07:20:56

    Non è un film dozzinale, per chi cerca azione e adrenalina, o semplicemente è abituato a visioni più commerciali. Qui si apprezzano le atmosfere e i paesaggi, la storia cruda della bestialità degli uomini, il rapporto padre-figlio dentro inserimenti sociali non accettati perché misti. A me è piaciuto molto, con un DiCaprio intenso adatto alla parte dell'uomo più che del padre. La sopravvivenza e la natura fredda fanno da ottima cornice in questa dura ambientazione passata in solitario.

  • User Icon

    Andrea

    12/05/2020 09:51:20

    Film eccezionale. Ambientato negli scenari mozzafiato dell’America del Nord, “Revenant” è la storia della lotta tra la vita e la morte del protagonista Hugh Glass, interpretato magistralmente da Leonardo di Caprio. Da un punto di vista fotografico “Revenant” è impareggiabile, catapultando lo spettatore tra freddi corsi d’acqua e fitte e intricate foreste, luoghi incontaminati ma inospitali per l’uomo.

  • User Icon

    tre

    11/05/2020 17:06:41

    Di Caprio meritava l'oscar già in Shutter Island. Questo film è molto crudo e un po' noioso.

  • User Icon

    SIMONE

    11/05/2020 13:24:48

    Straordinaria interpretazione di Di Caprio, film crudo , realistico e veramente bello. Da non perdere

  • User Icon

    simone2680

    18/12/2019 06:43:59

    film di spessore e piuttosto crudo, ottima interpretazione di Di Caprio. Da vedere

  • User Icon

    Angelo

    09/10/2019 20:47:09

    I film da Oscar devono essere fatti come si deve e non con questa noia mortale.

  • User Icon

    ilGiusi

    27/08/2019 10:37:59

    Ferito a morte da un grizzly, e abbandonato dal compagno che avrebbe dovuto vegliare su di lui in attesa del ritorno del resto del gruppo, Hugh Glass si trascina dolorante e sanguinante per miglia e giorni, tenuto in vita dal solo desiderio di ritrovare l'uomo che lo ha tradito. nonostante qualche eccesso da survival movie della seconda parte, il film è un prodotto veramente ben fatto. con una colonna sonora d'autore, una fotografia maestosa in scenari mozzafiato, un attore in stato di grazia, un regista che sa fare così bene il suo lavoro che pare anche a noi di essere lì con il protagonista, doloranti, infreddoliti e affamati quanto lui. e con due scene memorabili, come lo scontro con il grizzly e soprattutto l'attacco iniziale sferrato dai nativi all'accampamento dei bianchi. acquistatelo!

  • User Icon

    Roberto

    20/08/2019 11:05:37

    Il film non brilla per ritmo e suspance. Fotografia, montaggio, colonna sonora e ambientazione sono però impagabili

  • User Icon

    Francesco

    22/03/2019 16:40:25

    Purtroppo meno di pessimo non si può, ma ci servirebbe un bel inutile, noioso, inguardabile, indecente..... Offende chi lo guarda. Premiarlo poi, ma scherziamo, oppure come ha scritto un Alessandro, premiare DiCaprio, che è più noioso del film intero. Cosa credono che le persone sono stupide. Se qualcuno vede questa recensione mi dica se ho ragione oppure no.

  • User Icon

    Alessandro

    19/03/2019 16:52:06

    Una noia mortale, in certi punti impossibile seguirlo, è incredibile che abbiano dato il premio a DiCaprio che è più noioso del film intero, non vedi l'ora che finisca, se riesci a finire di vederlo.

  • User Icon

    sasad

    10/03/2019 10:10:12

    La coppia Inarritu-DiCaprio offre una prestazione magistrale in questo film. Fotografia e ambientazioni sono davvero stupefacenti, come la regia magnifica (la scena della battaglia iniziale è da far vedere nelle scuole di cinema). Oscar meritato per Di Caprio.

  • User Icon

    Alessandro

    09/03/2019 19:07:41

    Una regia più spettacolare di questa non esiste. DiCaprio ha fatto faville questo film

  • User Icon

    Antonio

    06/03/2019 09:28:53

    Ottimo film, ottima regia per un grandissimo Inarritu che sale ancora una volta sul palco degli Oscar come miglior regia. La steelbook è favolosa per gli amanti di questo genere di cofanetti. La storia gira bene, e Di Caprio ha confermato di essere un grande attore e finalmente la tanto attesa statuetta è arrivata meritatamente. La coppia formata da un grandissimo Tom Hardy è ben gestita anche nei dialoghi e la storia, seppure con qualche momento "morto" si lascia seguire bene nelle vicende.

  • User Icon

    Fede

    22/09/2018 16:12:22

    Il regista incanta lo spettatore grazie a riprese straordinarie dei paesaggi innevati, fotografate con solo luci naturali ; la ricerca del realismo è da applausi; siamo di fronte a un lavoro da grande cinema con interpreti in stato di grazia ( Di Caprio Oscar meritato). Quasi 3 ore che lasciano ammaliati, con un contrasto tra natura incontaminata e violenza umana che regala momenti impressionanti.

  • User Icon

    daphneuk

    22/09/2018 00:57:24

    Per me film bellissimo, crudo, realistico. Una storia di sopravvivenza e vendetta che racconta anche di quanto inospitali e selvagge fossero le terre contese tra indiani e colonizzatori, nonché dei cattivi rapporti tra questi. Leonardo di Caprio semplicemente eccezionale (come sempre, del resto), finalmente si guadagna il suo meritatissimo Oscar.

  • User Icon

    Morgana

    27/03/2018 15:52:08

    DI Caprio non delude mai, il film merita di essere visto

  • User Icon

    n.d.

    25/02/2018 17:44:03

    Prodotto ottimo ma il film è risultato inferiore alle mie aspettative.

  • User Icon

    Jimmy Mao

    15/11/2016 00:34:24

    La prima ora è sensazionale, con quel formidabile piano sequenza dell'attacco dei nativi e la rappresentazione brutta, sporca e cattiva dei cacciatori di pelliccia. Lo scontro con l'orso è poesia pura, ma da quel momento in poi quello che poteva essere un capolavoro diventa un survival kolossal sbilenco. Troppo lungo, troppe digressioni meditativo-contemplative per cui possiamo dare la colpa al direttore della fotografia (lo stesso di Malick), tanto eccellente quanto vacuo. Diventa ahimé soporifero, ma ripeto... La prima ora è eccezionale e giustifica la visione.

  • User Icon

    Pinu Pè

    19/10/2016 11:19:42

    Senza se e senza ma è un film controcorrente nell'attuale panorama hollywoodiano per via del suo impietoso e crudo realismo col quale racconta la colonizzazione del Nord America. Uno scenario freddo e desolato (ma di indubbio fascino) nel quale i cacciatori americani, francesi e nativi di scannano a vicenda per il diritto alla sopravvivenza in una terra vergine rivendicata da ognuno di loro. Nessuna retorica, nessun romanticismo, solo l'animalesco istinto alla sopravvivenza. Il film in certi tratti si dilunga un po' troppo e considerando che è poco parlato può risultare noioso, a me personalmente non è pesato più di tanto. Basta guardare quanta immondizia in costume è uscita di recente (Dracula Untold, Ben Hur, Exodus) per capire dinnazi a che opera ci troviamo. Ovviamente de gustibus. Voto: 9

  • User Icon

    paola sis

    30/06/2016 20:49:51

    Assolutamente un buon film, ma ad essere sinceri mi aspettavo qualcosa di meglio. Non è il miglior film di Inàrritu, nè la migliore interpretazione di Leonardo DiCaprio, il quale avrebbe meritato l'oscar come miglior attore protagonista con ben altri film. La fotografia è perfetta e la scenografia dei paesaggi superlativa, ma ho preferito di gran lunga Uomo bianco và col tuo Dio, di cui questa pellicola è il rifacimento (non ho letto invece il romanzo). Anche un pochettino troppo lungo secondo i miei gusti.

  • User Icon

    Daniele Curlante

    20/06/2016 00:29:08

    Ma come si può dire che questo film è bello?! non mi ha lasciato nulla, tranne tanta tanta noia! Solo Sangue! DiCaprio è stato davvero bravissimo, ma sinceramente non è stato sufficiente... Il protagonista resuscita in continuazione, ma è uno strazio per tutto il film, ad un certo punto si comincia a sperare che muia e finisca.

  • User Icon

    Ernesto

    07/05/2016 16:48:29

    Glass redivivo! Grizzly redimorto! Ma alla luce del motivo che ha scatenato la furia dell'orsa, forse sarebbe stato più giusto e gratificante il contrario. Comunque sia, lo spettacolare e agghiacciante attacco da parete dell'orsa ai danni dello sfortunato Glass è da cineteca. Anche se realizzata ovviamente con l'aiuto del digitale.

  • User Icon

    mario farinelli

    02/05/2016 11:24:10

    Bello ben recitato. Ma è una brutta copia di Rambo, molto più bello.

  • User Icon

    tommaso

    28/04/2016 15:04:51

    Sarò pazzo ma a me questo film nel complesso non è piaciuto niente,è per via del fatto di voler mostrare con troppo accanimento sangue violenza e particolari raccapriccianti solo per colpire un pubblico qualunquista e che più le scene sono crude più si diverte e comunque nessuno può sopravvivere al freddo e senza cibo dopo aver subito delle ferite del genere.

Vedi tutte le 30 recensioni cliente

Alcuni chef sostengono che la cosa più importante per un grande piatto, prima ancora di tecnica, originalità, presentazione, sia la qualità degli ingredienti. Se applichiamo questa formula al cinema, possiamo affermare tranquillamente che un film come Revenant-Redivivo (titolo originale The Revenant, ndr) ha ingredienti pazzeschi: un regista, Iñárritu, fresco di Oscar per l’osannato Birdman; un direttore della fotografia, Lubecki, tra i migliori in circolazione (Oscar per Gravity e Birdman); il più importante attore di questi anni, Leonardo DiCaprio, in cerca della performance definitiva che gli darà finalmente quel benedetto Oscar che doveva vincere per The Wolf of Wall Street; una colonna sonora altrettanto da Oscar (Sakamoto, Alva Noto e Bryce Dessner dei National) e, non ultima, una storia epica (ma perlopiù reale) come quella di Hugh Glass, cacciatore di pellicce nell’America inesplorata d’inizio Ottocento, macellato da un grizzly e tradito dai suoi compagni, morto e risorto e abbandonato dentro una natura ostile e bellissima, la sua pelle straziata tenuta insieme solo in virtù del sentimento della vendetta. Il pregio maggiore di Revenant è riuscire a mantenere un equilibrio miracoloso tra la tensione narrativa, che non diminuisce mai nelle due ore e mezzo di film, e un tono poetico/contemplativo in stile Terrence Malick, che resta il più grande cantore della natura americana. Il riferimento più vicino a Revenant potrebbe però essere il western metafisico di The Assassination of Jesse James by the Coward Robert Ford (2007), ma senza le sue lungaggini eccessive e i silenzi forzati. La macchina da presa di Iñárritu accompagna il viaggio di Glass a distanza estremamente ravvicinata, senza timore di appannarsi per il suo fiato difficoltoso o di macchiarsi del suo sangue: l’autore di Revenant è lì, con i piedi immersi nella neve e nell’acqua insieme al suo protagonista, incurante del gelo, del dolore e della paura. E noi siamo con lui. A questo film qualcuno continuerà a preferire Birdman, più programmaticamente artsy e ambizioso, ma altri (compreso chi scrive) rimarranno convinti che Revenant sia il miglior film di Iñárritu: un racconto maestoso che non ha un solo dettaglio di troppo, in cui tutto appare spontaneo, indispensabile, e al tempo stesso controllato in ogni sua minima parte. Voto 4/5

Recensione di Mario Bonaldi

 

Ai confini del mondo Iñárritu ritrova le proprie convinzioni mascherate sotto la neve. L'essenzialità è una scelta felice

Trama
Sono gli anni Venti del diciannovesimo secolo. Soldati, esploratori, cacciatori di pelli, mercenari solcano i territori ancora sconosciuti d'America per trarne profitto. Glass è l'uomo che meglio di tutti i suoi compagni di spedizione conosce la terra impervia in cui si sono inoltrati. Il suo compito è riportare la compagnia al forte e tutto ciò che lo preoccupa è proteggere suo figlio, un ragazzo indiano. Lo scontro con un grizzly lo lascia in condizioni prossime alla fine. Il più arrogante della compagnia, Fitzgerald, si offre di restare per dargli sepoltura, ma lo tradisce orribilmente. La volontà di vendicarsi rimetterà in piedi Glass e darà inizio ad un'odissea leggendaria.

2016 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attore - Leonardo DiCaprio
2016 - Oscar [Academy Awards] - Miglior regista - Alejandro González Iñárritu
2016 - Oscar [Academy Awards] - Miglior fotografia
2016 - Golden Globe - Miglior attore in un film drammatico - Leonardo DiCaprio

  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 156 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Leonardo DiCaprio Cover

    Propr. Wilhelm Di C., attore statunitense. Dopo una lunga serie di apparizioni televisive e pubblicitarie, esordisce al cinema con Critters 3 (1991) di K. Peterson. Ottiene una candidatura all'Oscar interpretando il giovane minorato Arnie in Buon compleanno, Mister Grape (1993) di L. Hallström e diventa una star adorata da milioni di ragazzine nel 1996, con l'interpretazione di Romeo in Romeo + Giulietta di William Shakespeare di B. Luhrman. Il ruolo che lo consacra come nuova icona del cinema mondiale è però quello di Jack Dawson, giovane e povero emigrante, esuberante e al contempo melodrammatico, che in Titanic (1997) di J. Cameron s'innamora, ricambiato, di una ricca ereditiera per la quale si sacrificherà. Attore tutt'altro che trascurabile, per le dimensioni esorbitanti del successo... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali