Ripensare Darwin. Il dibattito alla tavola alta dell'evoluzione

Niles Eldredge

Traduttore: S. Frediani
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1999
Tipo: Libro universitario
Pagine: 220 p.
  • EAN: 9788806133795
Usato su Libraccio.it - € 9,72

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianni F

    23/01/2010 23:16:02

    Ho letto anch'io questo libro come Poppy e mi chiedo per quale esame lo abbia letto, forse per quello di filosofia. La sua affermazione che questo libro "risolve questioni rimaste in sospeso che i cari colleghi ultradarwinisti non sanno spiegare." è grave. Ebbene, sono Darwinista e biologo, e non solo tale affermazione è falsa, ma non solo, denota la scarsa conoscenza dei gouldiani (e quindi di Poppy) della biologia. Il libro è quasi un'apologia degli equilibri punteggiati e rimanda in continuazione a Dawkins, come se fosse l'unico darwinista in circolazione. Oggi, la stragrande maggioranza degli evoluzionisti ritiene il darwinismo corretto e gli equilibri punteggiati semmai un corollario al darwinismo (che spiega alcune macromutazioni), per un semplice fatto: gli equilibri punteggiati non spiegano gli adattamenti, la selezione naturale sì. Gli equilibri punteggiati possono spiegare certe macromutazioni piuttosto fortunate ma esse devono essere "fissate" grazie alla selezione naturale darwiniana, ovvio. Per quanto riguarda il resto, l'evoluzione è un accumularsi graduale di mutazioni, e la selezione fa il resto. Ma "graduale" non significa "lento" e questo i gouldiani proprio non ci arrivano a capirlo, infatti l'evoluzione può anche andare veloce, ma sempre per accumulazioni graduali ("una alla volta") delle mutazioni. Per quanto riguarda il testo, esso non contiene nemmeno un decimo della profondità concettuale dei libri di Dawkins, e alla fine quello che resta è il termine "Tavola alta", ripetuto come un mantra come se l'evoluzionismo fosse una discussione da salotto e non un solido edificio concettuale sostenuto da prove. L'artificio letterario della Tavola alta andrebbe bene se gli equilibri punteggiati avessero dignità di spiegazione omnicomprensiva dell'evoluzione, ma visto che non ce l'hanno, alla Tavola alta ci resta solo il Darwinismo.

  • User Icon

    Poppy

    15/12/2008 12:00:14

    L'ho letto per un esame ma lo consiglio a tutti. è estremamente interessante e finalmente risolve questioni rimaste in sospeso che i cari colleghi ultradarwinisti non sanno spiegare. una visione generale del mondo e dell'evoluzione attraversando le varie teorie che si sono succedute nel tempo, critiche e proposte che illuminano e fanno crescere dentro mille domande e fame di conoscenza. leggetelo con attenzione, non è certo un romanzo! ci vuole testa e ritornare sui concetti più volte per essere sicuri di non restare indietro!

Scrivi una recensione