I rischi della buona educazione - Jessica Shattuck - copertina

I rischi della buona educazione

Jessica Shattuck

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: A. Arduini
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 19 febbraio 2004
Pagine: 303 p., Brossura
  • EAN: 9788873059554

€ 8,37

€ 15,50

Punti Premium: 16

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A Boston, i Dunlap sono noti per essere gente particolarmente perbene: indossano tutti sobri abiti di sartoria e sono tutti molto ben educati. Da qualche tempo, però, anche i Dunlap-Whiteside sono alle prese con i fastidiosi contrattempi della vita contemporanea. John Forsythe Dunlap, il patriarca, si sveglia tutte le mattine alle cinque per costruire diorami della Guerra rivoluzionaria, dorme con la rivoltella calibro nove di suo nonno sotto il cuscino, e alleva feroci blue heeler. Faith, sua moglie, giunta sull'orlo dell'esaurimento nervoso, se ne è andata a vivere da sola a New York City. Caroline, la figlia, ha appena rotto col fidanzato dopo due anni e ha quindi gettato dalla finestra "ogni parvenza di progetto per l'immediato futuro".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Simone

    15/07/2004 12:25:03

    Non lo so. E' un libro che non mi ha convinto fino in fondo, troppo americano, un po' lontano dalla nostra cultura...

Note legali