Ristorante Nostalgia

Anne Tyler

Traduttore: A. Barina
Editore: TEA
Collana: Teadue
Edizione: 5
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 gennaio 2011
Pagine: 313 p., Brossura
  • EAN: 9788850224302
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Perla Tull è una donna dal destino avverso: madre di tre figli, abbandonata, dopo un breve matrimonio, da un marito inetto e superficiale, trascorre una vita di sacrifici e scelte dolorose per far crescere dignitosamente i tre bambini. Ma ogni suo sforzo non potrà evitare che si creino le premesse per una crisi profonda dei reciproci legami. Ezra, il secondogenito, per 25 anni inviterà nel proprio ristorante la madre e i fratelli inseguendo un nostalgico sogno di unità familiare. Ma non ci sarà mai una cena che non vedrà qualcuno urlare, alzarsi e scappare stizzito, lasciando Ezra disarmato e solo nel suo "Ristorante nostalgia".

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ilaria

    18/09/2018 14:51:02

    Avevo sepre guardato con sospetto Anne Tyler. Ho guardato il filmm di Turista per caso. Mi sono incuriosita. Ho letto Guida rapida agli addii: mi sono entusiasmata. Ho compreato Ristorante nostalgia. Arg. Una mazzata sui denti. Il problema è sicuramente mio, le storie familiari troppo morbose mi mettono un'ansia terribile, e qui tra madri opprimenti, figli disorientati, uomini che fuggono ce n'è da vendere. Tosto, anche troppo. Ma continuerò con Tyler. (Ah, come giustamente ho letto da qualche parte, Franzen deve aver letto questo libro).

  • User Icon

    Carol

    28/05/2014 08:48:37

    Coinvolgente storia familiare, così credibile tanto negli avvenimenti importanti quanto negli episodi marginali da sembrare autobiografica. Le inquietudini dei tre figli, il comportamento da "strega" della madre, la sua apparente risolutezza che cela invece una forte insicurezza, la tensione che sempre serpeggia nei dialoghi, la figura del padre che pur nella sua assenza è determinante nella formazione della personalità dei figli. Testimonianza di quanto gli errori dei genitori possono influire sulla personalità dei figli, ma allo stesso tempo di quanto sia importante, una volta adulti, fare i conti con la propria infanzia e perdonare in qualche modo i propri genitori, liberarsi del rancore e diventare responsabili della propria vita.

Scrivi una recensione