Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe PDP Libri IT
Salvato in 23 liste dei desideri
Il ritorno del principe. La criminalità dei potenti in Italia
8,58 € 15,60 €
LIBRO USATO
15,60 € 8,58 €
Attualmente non disp. Attualmente non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
8,58 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
ibs
14,82 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,82 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
8,58 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Il ritorno del principe. La criminalità dei potenti in Italia - Saverio Lodato,Roberto Scarpinato - copertina
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Non è vero che la mafia è quella che si vede in tv, e che i corrotti e i criminali sono una malattia della nostra società. Qui, in Italia, la corruzione e la mafia sembrano essere costitutive del potere, a parte poche eccezioni (la Costituente, Mani pulite, il maxiprocesso a Cosa nostra). Ricordate il "Principe" di Machiavelli? In politica qualsiasi mezzo è lecito. C'è un braccio armato (anche le stragi sono utili alla politica del Principe), ci sono i volti impresentabili di Riina, Provenzano, Lo Piccolo, e poi c'è la borghesia mafiosa e presentabile che frequenta i salotti buoni e riesce a piazzare i suoi uomini in Parlamento. Ma il potere è lo stesso, la mano è la stessa. II libro è questo: racconta il fuori scena del potere, quello che non si vede e non è mai stato raccontato ma che decide, fa politica e piega le leggi ai propri interessi. Ci avviamo verso una democrazia mafiosa? Gli italiani possono reagire, è già successo.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

7
2008
30 giugno 2008
363 p., Brossura
9788861900561

Valutazioni e recensioni

4,89/5
Recensioni: 5/5
(27)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(25)
4
(1)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Il mio nome è Nessuno
Recensioni: 3/5

Bisognerebbe "deviare" l'idea machiavellica del Principe...Mafia, camorra, politica, hanno un solo nome, da sempre: il Male.

Leggi di più Leggi di meno
Leonardo de chanaz
Recensioni: 5/5

Io amo l'Italia, ma Scarpinato ha tolto il velo, togliendomi anche le speranze. Temo che da questa cupola non si possa più uscire. Il libro è stato scritto 8 anni fa, ma cosa è cambiato? Cuffaro ha scontato la galera? La mafia si è diffusa anche al nord, anche all'estero. Finalmente un libro estremamente informato, concreto e senza veli. Gratteri ha fatto la sua parte sulla 'ndrangheta, Saviano sulla camorra e Scarpinato sulla mafia. Ma ora che sappiamo, cosa fare? Si rimane scoraggiati, e sempre di più si capisce che i veri mafiosi siamo noi, noi che ci facciamo cancellare le multe, che frodiamo il fisco, che ci facciamo raccomandare, dall'ingresso in ospedale al posto di lavoro. Purtroppo la mafia è radicata in noi, e questo Scarpinato lo spiega bene. Che tristezza!

Leggi di più Leggi di meno
sara
Recensioni: 5/5

Dovrebbe essere una lettura obbligatoria alle scuole superiori. Non ti puoi diplomare senza sapere cosa si spiega in questo libro.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,89/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(25)
4
(1)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Saverio Lodato

1951, Reggio Emilia

Saverio Lodato è nato a Reggio Emilia da madre milanese e padre di Canicattì. I suoi genitori, che lavoravano nell’amministrazione dello Stato, subirono numerosi trasferimenti a causa della loro vicinanza politica al Pci. Saverio, dopo Reggio Emilia, Modena, Pisa e Livorno, arriva a Palermo a otto anni.La sua attività giornalistica inizia nel 1979 a «L’Ora». Nel 1980 passa a «l’Unità», quotidiano per il quale scrive ancora oggi. Nel 1988, per avere pubblicato i diari dell’ex sindaco di Palermo Giuseppe Insalaco e le confessioni del pentito Antonino Calderone, fu arrestato insieme ad Attilio Bolzoni. Ha scritto numerosi libri. Per Rizzoli: La linea della palma, in cui Andrea Camilleri racconta la sua vita (2002); Intoccabili,...

Roberto Scarpinato

1952, Caltanissetta

Roberto Scarpinato è procuratore aggiunto presso la Procura di Palermo e ha fatto parte del pool antimafia, collaborando prima con Falcone e poi con Caselli. È stato uno dei pm nel processo Andreotti. Attualmente è coordinatore del Dipartimento “Mafia – Economia”.Recentemente, grazie all’attività del Dipartimento, è stata recuperata una parte del patrimonio di Provenzano e Lo Piccolo, già arrestati. Il ritorno del Principe è il suo primo libro.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore