Categorie

Mark O. Everett

Traduttore: C. Nubile
Editore: Elliot
Collana: Scatti
Anno edizione: 2009
Pagine: 280 p. , Brossura
  • EAN: 9788861920583

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maurizio Ricci

    19/01/2010 12.32.11

    Un encomio all'editore, in quanto questo volume meritava senz'altro una traduzione italiana. Nonostante The Eels in Italia non siano mostri da classifica, Everett è una delle figure più carismatiche del panorama rock e con questa autobiografia abbiamo modo di conoscerlo meglio e capire meglio i suoi lavori (gli autobiografici "Electroshock Blues" e "Blinking Lights & Other revelations" in particolare). Limitarsi però ad una semplice traduzione letterale dell'elegante titolo originale "Things the grandchildren should know" sarebbe stato senz'altro consigliabile: non necessariamente tutti coloro che agiscono nell'ambito della musica contemporanea debbono essere presentati in maniera fumettistica; in particolare Mark O. Everett, nei cui testi - e lo si percepisce chiaramente anche in queste pagine - il distacco e la lucidità (freddezza?) sono predominanti. "....I'm turning out just like my father Though i swore i never would Now i can say that i have a love for him I never really understood What it must have been like for him Living inside his head I feel like he's here with me now Even though he's dead..." (dal testo di "Things the grandchildren should know", 2006)

  • User Icon

    ale

    07/12/2009 15.26.20

    ho letto questo libro nell'edizione originale in inglese, e sperando che la traduzione lo restituisca intatto, lo raccomando. Se conoscete (e dunque amate) gli Eels, la vostra curiosità verrà premiata, e l'assurda storia della vita di quest'uomo altrettanto bizzarro (e non si fatica a capire come mai durante la lettura) vi colpirà. Se non avete quasi mai sentito parlare degli Eels questo libro è un buon modo per entrare nel loro(suo) mondo a ragion veduta. Everett scrive in modo limpido e scorrevole, quasi distaccato, mentre racconta eventi tragici e grotteschi, comici e assurdi, della sua vita. Assolutamente raccomandabile.

Scrivi una recensione