Traduttore: G. Pannofino
Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788804682301
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
La felicità è una bomba a orologeria e il mondo un luogo disseminato di candele profumate, lucine difettose e prese elettriche sovraccariche pronte a far divampare un incendio. O perlomeno questo è il mondo dei personaggi di Palahniuk, che non cede mai al sorriso di plastica del pagliaccio americano e nemmeno al grande sogno degli eroi venuti dalla provincia. Ma scava più a fondo e vede la desolazione dietro le coppie felici, l'astuzia perversa dei bambini, la crudeltà dei figli e l'egoismo dei genitori, le bugie che cementano i matrimoni più di qualsiasi promessa nuziale. I suoi adolescenti sono compulsivi consumatori di show televisivi a premi dove il pubblico succhia LSD da francobolli di Hello Kitty e i partecipanti possono vincere tutto fino a morire. Sono ragazzini disturbati che provano un nuovo tipo di sballo, l'elettroshock con defibrillatore, oppure desiderano raggiungere il padre morente solo per potergli raccontare un'ultima barzelletta crudele. Sono adulti grassi che sposano modelle ritardate, lavoratori dalle personalità di scimmia o coyote, e donne che sposano uomini che non sono una cima "con lo stesso spirito con cui si può assumere un dipendente a tempo indeterminato".

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 13,50 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paolo

    22/11/2016 11:20:02

    DarioZak, la tua srecensione mi ha avvilito! Mi piacciono molto i racconti e speravo in questa raccolta di Chuck. :O(

  • User Icon

    DarioZak

    19/11/2016 16:58:53

    Dopo aver letto il bellissimo "Cavie" mi aspettavo molto da questa nuova raccolta. Purtroppo già al quarto racconto ho dovuto affrontare la dura realtà: quella di avere tra le mani un'inconcepibile accozzaglia di storie senza senso. Il gusto del surreale che caratterizza le opere di Palahniuk è qui portato all'esasperazione, l'originalità sconfina nell'assurdità e spesso trascende nel truculento e nel pulp ben oltre la misura che servirebbe a dare un senso alle vicende. I racconti non hanno capo ne coda, sono quasi tutti privi di una conclusione precisa e non vanno a parare da nessuna parte, lasciando il lettore interdetto e con un senso di irritazione per la presunzione dell'autore, che evidentemente ha i suoi disegni ben chiari in mente ma poco gli importa di renderli fruibili anche a chi non sta sulla sua incaptabile frequenza. Ho sempre apprezzato tutte le sue opere, il suo modo di scrivere così originale per forma e contenuti, la sua satira sociale tramite personaggi allegorici (le persone "animalizzate") e il suo essere politicamente scorretto, ma se rifuggire dal mainstream della scrittura significa farlo con la tronfiezza e l'arroganza di chi ormai si capisce da solo sono pronto ad abbandonarlo senza rimpianti o ripensamento alcuno.

Scrivi una recensione