Romanzieri ingenui e sentimentali

Orhan Pamuk

Traduttore: A. Nadotti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 7 febbraio 2012
Pagine: 141 p., Rilegato
  • EAN: 9788806207564
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
I romanzi di Orhan Pamuk sono, tra le altre cose, delle dichiarazioni d'amore al romanzo stesso, alla sua tradizione e al suo mistero. Era quindi quasi inevitabile che l'autore del "Libro nero" dedicasse le Norton Lectures, un ciclo di conferenze a Harvard, proprio all'arte del romanzo. Riprendendo le categorie del saggio schilleriano "Sulla poesia ingenua e sentimentale" che, pubblicato nel 1795-96, fu forse la prima lucida formulazione di un'estetica della modernità, Pamuk per ogni romanzo prevede un lettore "ingenuo" e uno " sentimentale": il primo è cosi immerso nella storia narrata da scambiarla con la realtà; il secondo è invece consapevole della natura testuale, fittizia, di ciò che sta leggendo: è un sognatore che sa di star sognando. Il grande mistero del romanzo, il segreto del suo inesauribile fascino, è che non necessariamente questi due lettori devono essere due persone diverse: quello ingenuo e quello sentimentale sono in realtà due momenti, ugualmente necessari, che ogni lettore attraversa leggendo un romanzo. E, analogamente, esiste il romanziere ingenuo, convinto che l'ispirazione gli giunga da "un altrove", e quello sentimentale, consapevole di lavorare all'interno di una tradizione e di ricorrere, in ogni momento, al repertorio del "già scritto". In compagnia degli autori da lui più amati, Pamuk prende cosi per mano il lettore e lo conduce al "centro segreto" di un genere letterario che, dopo tanti secoli di storia, non smette di incantare.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

€ 9,72

€ 18,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francesco v

    22/03/2015 08:16:26

    Un libro che non avvicina alla lettura. E che in realta' non spiega nulla delle dinamiche lettore scrittore, perche probabilmente non c'e' nulla da spiegare. Per dirla alla Pamuk, un libro senza centro

  • User Icon

    cristian

    20/02/2012 15:12:43

    Non sono un fan di Pamuk, nel senso che non sono un suo lettore affezionato, uno di quelli che han letto tutti i suoi romanzi, anzi. È il primo suo libro che leggo, non l'ho ancora finito e son qui a scriverne. Perché? Perché in questo saggio affiora un'idea di letteratura fondante, indispensabile, e intrecciata a sangue con quella "cosetta di tutti i giorni" chiamata vita.

Scrivi una recensione