Il rumore dei tuoi passi

Valentina D'Urbano

Editore: TEA
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 novembre 2015
Pagine: 322 p., Brossura
  • EAN: 9788850241712

82° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Adriana

    19/09/2018 11:53:14

    Uno dei miei libri preferiti, l'ho riletto due volte ed alla fine di entrambe mi sono commossa.

  • User Icon

    Samuele

    19/09/2018 11:45:01

    Il mio libro preferito in assoluto, adoro Valentina D'Urbano che con semplici parole è riuscita a creare una storia d'amore toccante, consigliato

  • User Icon

    Giusy

    19/09/2018 09:47:36

    Due ragazzi alle prese con la loro adolescenza, un forte legame li unisce. Una storia che cattura il lettore, da leggere tutta d'un fiato.

  • User Icon

    Bellissimo

    18/09/2018 21:19:13

    Questo libro mi è rimasto nel cuore perchè è stato il primo dell'autrice che ho letto. È scritto molto bene, racconta una storia davvero originale e avvincente che ti coinvolge e commuove dall'inizio alla fine

  • User Icon

    allebasi97

    18/09/2018 15:48:10

    Un romanzo che ho riletto più volte in diverse fasi della vita. Una storia d'amore di quelle che probabilmente non dovrebbero esistere, cruda, dolorosa. L'autrice con una scrittura molto scorrevole racconta al meglio due vite che si intrecciano senza riuscire più a staccarsi. Da leggere.

  • User Icon

    Jessica

    18/09/2018 15:32:54

    Questo è il mio libro preferito, quindi sono un po' di parte. Una storia cruda, terribile e uno stile quotidiano, sincero ai limiti del consentito, ma soprattutto un libro vero.

  • User Icon

    maria

    17/09/2018 20:35:41

    libro carino, con temi toccanti, ma non mi ha fatto particolarmente emozionare

  • User Icon

    Daniela

    17/09/2018 19:48:18

    Bellissima storia tipica della fine degli anni 80/inizi 90. Storia di due ragazzi cresciuti in un ambiente difficile, due ragazzi che hanno trovato la forza di vivere e sopravvivere grazie alla forza del loro rapporto. Storia di adolescenti ma adatta anche per una lettura adulta. Scritto molto bene, scrittura coinvolgente.

  • User Icon

    Anna Maria

    22/04/2018 13:41:06

    Un po' triste ma emozionante .. ad ogni pagina un brivido. Lo consiglio

  • User Icon

    roberta

    20/11/2017 07:25:19

    Una storia cruda raccontata in maniera molto diretta ed efficace... molto bello e commovente... Belli i personaggi dei genitori di Bea

  • User Icon

    Capezzuoli Roberto

    27/07/2017 16:23:42

    Duro ... ma anche tenero. Odio .... ma anche amore ....... Tutto il brutto e il bello della vita condensato in questo libro ce ti mette di fronte ad una realtà di vita sconosciuta ai più .....: veramente notevole.

  • User Icon

    Anna

    22/12/2016 14:40:06

    Letto tutto d'un fiato ed una volta finito ho continuato a pensarci e ripensarci. Consigliato

  • User Icon

    marina

    28/09/2016 10:30:58

    struggente e bellissimo, mi ha emozionato dalla prima all'ultima pagina

  • User Icon

    Emily Ross

    27/07/2016 11:52:21

    Un bel libro, indubbiamente, ma a mio parere troppo crudo per essere una storia d'amore, per quanto difficile, dolorosa e cruenta possa essere. Sostanzialmente ho letto questo libro aspettando il momento in cui la storia d'amore sarebbe esplosa, in qualche modo: positivo o negativo che fosse, invece alla fine rimaniamo a chiederci ma quest'amore quando è avvenuto, se sono stati tutto il tempo ad insultarsi? Comunque un buonissimo esercizio di scrittura, un'ambientazione che ricalca i palazzoni popolari e la povertà di certi luoghi e che ti trascina nell'abisso, volente o nolente. Solo avrei voluto vedere un briciolo d'amore in più, che come denota la fine dev'esserci stato per forza.

  • User Icon

    stellina76

    23/09/2015 14:32:03

    Ho terminato questo libro in treno...trattenendo a fatica le lacrime...scritto in modo scorrevole, realistico e struggente.

  • User Icon

    emanuela massacesi

    21/08/2015 14:06:14

    narrazione forte e travolgente ,un libo pieno di emozioni ,racconta una grande storia d'amore ,una storia d'amore reale priva del classico lieto fine .... le pagine hanno un potere evocativo ...ti scavano nelle emozioni ...chi non ha mai sognato un amore cosi' grande??? che pero' deve fare i conti con una realta' spietata che non lascia posto al romanticismo smielato della favola tradizionale

  • User Icon

    Paola

    01/07/2015 11:06:44

    Un libro che veramente ti entra dentro con una forza dirompente. Al centro della storia c'è un vincolo affettivo che va oltre le normali definizioni di amicizia o amore: i due protagonisti sono due anime legate in modo indissolubile, di più: sono l'uno parte dell'altra. E' una storia che fa male, è come un pugno dalla prima all'ultima pagina. Proprio la strategia usata dall'autrice di suggerire da subito il finale del romanzo riesce a caricare tutta la vicenda di tensione narrativa e di un fortissimo pathos. Credo che la scrittrice sia davvero riuscita a fare in modo che il lettore "viva e soffra" la storia accanto ai personaggi. Utilizza uno stile asciutto e ruvido che ben si adatta a questa storia di amore oscuro, viscerale, che rischia di portare alla distruzione entrambi i protagonisti. Assolutamente consigliato!

  • User Icon

    Annarita

    27/03/2015 15:13:46

    Un libro non dovrebbe essere così. Un libro dovrebbe essere esattamente così. Forse perchè in queste realtà ci vivo, le conosco, questo libro mi ha colpito talmente tanto da farmi tremare le ginocchia, farmi venire il mal di stomaco, spesso ho dovuto chiuderlo, spesso mi sono detta di lasciarlo perdere, ho saltato delle parti ma ho dovuto ritornarci. Ti colpisce la sofferenza, l'odio, l'impotenza, il non crescere mai e crescere in fretta, una speranza che c'è e non c'è, perchè quando nasci con una maledizione addosso, che è un'etichetta, e in un posto che non ti offre nulla tranne il degrado, la felicità puoi lasciarla andare insieme alle tue speranze. La Fortezza non è solo un posto, è un'anima, un Dio che sorveglia tutti dall'alto e li punisce quanto ritiene opportuno. A nulla vale cercare di essere qualcosa di diverso. Alfredo fallisce nell'intento. Però mi piace pensare che Bea abbia potuto trovarlo il suo angolo di spensieratezza. Mi piace pensare che il dolore, per lei sia passato e che la Fortezza sia diventata solo un luogo come un altro. Ho bisogno di pensarla così. Brava Valentina D'Urbano,brava.

  • User Icon

    Gloria

    30/12/2014 08:22:37

    Il rumore dei tuoi passi è la storia del degrado che priva, che condanna a crescere in un universo isolato. E' la storia di due ragazzi che avevano imparato a bastarsi per vincere la vita crudele che erano costretti a vivere, o almeno questo era quello di cui era convinta Beatrice. Beatrice bastava ad Alfredo ed Alfredo bastava a Beatrice, finché un giorno Alfredo si allontanerà per sempre da lei, scegliendo una strada alternativa. Un compendio di emozioni: la storia di un amore imperfetto che sopravvive nonostante tutto, nonostante i difetti, nonostante le difficoltà, nonostante la morte, perché semplicemente esiste. Al di là dei toni crudi, forse troppo, usati dall'autrice, penso sia questo il messaggio che Valentina ha voluto lasciare con questa narrazione: l'amore, se davvero esiste, vince su tutto, l'amore è istinto di conservazione, è rifugio sicuro. E' uno di quei libri che fa piangere, non per commozione, non per parole profonde e lo stile ampolloso, ma per il dolore e la rabbia che provi di fronte a queste vite disagiate che non puoi far nulla per aiutare, rispetto alle quali sei inerme. E' uno di quei libri che ti lascia con la consapevolezza che la vita è dura, a tratti fa schifo, ma vale la pena di essere vissuta!

  • User Icon

    rosanna

    11/09/2014 13:20:38

    Bello ma doloroso,forse troppo doloroso.Un amore totale senza speranza in cui lui è un giovane segnato da un'infanzia difficile con un padre violento e una madre morta prematuramente.Lei invece ha una famiglia sana,unita con una mamma sensibile e molto presente e un padre un po' rude ma legatissimo ai figli. La storia nasce e si sviluppa in un quartiere degradato di una città non identificata,loro,i ragazzi,vivono nello stesso palazzo.Crescono insieme,simbioticamente,non possono fare l'uno a meno dell'altra.Ma non riescono ad avere un rapporto equilibrato,normale,non sanno parlare fra di loro,il loro è un linguaggio violento,anche fisicamente,non ci saranno mai parole dolci,affettuose,solo insulti,schiaffi,botte,litigi continui.Ma si amano perdutamente.Il loro amore arriva anche a chi legge,io ne sono rimasta affascinata.Un amore assoluto ma tragico,con un finale annunciato da subito che toglie qualunque speranza. Se devo obiettare qualcosa è proprio la totale incapacità di reazione dei protagonisti al loro destino.Lei cerca di sfuggire alla Fortezza,così viene chiamato il quartiere,ma insieme, nonostante il loro straordinario amore, non sono capaci di costruirsi un futuro diverso. Alfredo è l'anello debole della coppia,incapace di ribellarsi al suo desiderio di autodistruzione.Lei fa l'impossibile,e quanta sofferenza,quasi la tocchi con mano!,ma deve arrendersi al destino cui Alfredo si offre,inesorabilmente. Il finale non mi ha convinto,non mi è piaciuto,non l'ho trovato compatibile con il racconto,ovviamente è una considerazione personalissiama. Leggetelo,la D'Urbano è veramente brava.

Vedi tutte le 95 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione