Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La sacra famiglia - Douglas Coupland - copertina

La sacra famiglia

Douglas Coupland

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: A. Colitto
Anno edizione: 2003
Pagine: 337 p.
  • EAN: 9788876847394
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 16,00

Venduto e spedito da Libreria Bookweb

Solo una copia disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La famiglia Drummond detiene un primato. È senza ombra di dubbio la più completa e variopinta collezione di stigmi sociali del ventunesimo secolo. Wade, il primogenito, è sieropositivo e ha infettato la madre, Janet, in una circostanza che sarebbe veramente troppo complicato spiegare. Il capofamiglia, da quando ha divorziato, e nonostante sia malato in fase terminale, si aggira con la sua nuova moglie e di tanto in tanto viene posseduto da occasionali quanto violenti impulsi omicidi verso i familiari. Bryan, il fratello minore, è il depresso della famiglia. Dopo diversi tentativi di suicidio ora ha una ragione per vivere: una hippy con la quale ha dato fuoco a un negozio durante una manifestazione no-global.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,4
di 5
Totale 5
5
0
4
0
3
2
2
3
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luca

    15/05/2020 15:13:08

    Deludente rispetto alle potenzialità di questo grande autore. Storia non particolarmente interessante e priva dello stile accattivante di cui l'autore è capace

  • User Icon

    stefaniag3

    06/01/2013 10:16:35

    Di coupland e' quello che mi e'piaciuto di più, gli altri li ho letti a fatica o lasciati .

  • User Icon

    Gianluca

    28/11/2010 17:39:20

    Questo libro è stata una delusione. E' l'unico romanzo che ho letto di questo autore (che è stato paragonato a Palahniuk) e tra l'altro, è stato difficilissimo trovarlo, persino in una città come Milano. Una storia troppo inverosimile, dei personaggi non viene approfondita la psicologia, troppi discorsi diretti. Scene a limite dell'assurdo, ma non quell'assurdo geniale e dissacrante di Palahniuk. Lo consiglio agli adolescenti che altrimenti leggerebbero Moccia, ma lo sconsiglio a tutti gli altri.

  • User Icon

    Mauro

    03/06/2004 15:00:23

    Una cronaca impietosa di una famiglia americana; questo è La sacra famiglia, e proprio qui sta il suo limite; gli eventi che si susseguono sono riportati in maniera quasi giornalistica, senza approfondimenti, senza riflessioni; tutto quindi ci scivola addosso come i titoli di un tg, ed è difficile appassionarsi alle avventure di Wade, Sarah e gli altri; Douglas Coupland è stato paragonato con questo romanzo a Chuck Palahniuk, ma la loro scrittura non potrebbe essere più distante; tanto Coupland è superficiale quanto Palahniuk profondo. Mauro

  • User Icon

    Libetta

    07/05/2003 17:24:10

    Prendiamo il Dottor Zivago: ci sono delle coincidenze a servizio dei protagonisti e, in un libro serio e drammatico come quello, si puo' sentire il bisogno di plausibilita' (ma era la Russia o Milano tre?). Invece, se il plot la butta sull'assurdo, le tante casualita' o escamotage spesso rimediano alla trama (sul ciglio di una strada americana e guarda un po' chi passa; durante il viaggio sosta in un fast food e li' ci sono dei parenti) e permettono di terminare a snodo il capitolo. Considerando le Correzioni, peraltro sempre del 2001, anche li' guardiamo una famiglia che tenta di riunirsi, ancora la matriarca al centro dell'azione, ma ad accomunarli davvero e' soltanto il sentimentalismo sul quale alle volte Coupland indugia salvo riprendersi subito come un po' vergognoso e buttarla in confusione. Rotolante e accumulatorio, elenca eventi pseudo polizieschi e materia per indignazione a pacchi come le nuove droghe, l'aids, la clonazione ma, al sociale e' difficile appassionarsi, visto che siamo convocati a leggere circa una famiglia soprattutto e a prendere come esempio le sue disfunzioni intime rispetto alla nostra e, sicuramente, ricavarne sollievo. E quanto accaduto viene di volta in volta ricapitolato via telefono ad una figlia non presente, togliendoci la facilita' di scordare qualche accadimento di troppo del capitolo precedente. Come illustratore di volgarita' mi era parso piu' efficace in Miss Wyoming, ma l'ironia e' immutata ed assolutamente perdonabili sono le frasi che chiamano al quote, ancora se le puo' permettere. Sulla copertina la stupenda e soprattutto indicata illustrazione di Winston Smith, il cui stile sembra la trasposizione grafica di quello di Coupland, tratta dal libro d'arte We're not generation X, appunto

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Douglas Coupland Cover

    Douglas Coupland è autore dei bestseller internazionali da lui adattati per la televisione, e di nove precedenti romanzi. Ricordiamo: Tutte le famiglie sono psicotiche (Isbn Edizioni 2012), Le ultime 5 ore (Isbn Edizioni 2012),  Generazione A (Isbn Edizioni 2010), Hey Nostradamus! (2007), The Gum Thief (2007), JPod (Frassinelli, 2006),  Eleanor Rigby (Frassinelli, 2005), La sacra famiglia (Frassinelli, 2003) La vita dopo Dio (Tropea, 2000) e Generazione X (Mondadori, 1999), Fidanzata in coma (1998).  Approfondisci
Note legali