Categorie
Traduttore: G. Pozzo
Editore: Iperborea
Anno edizione: 2007
Pagine: 542 p.
  • EAN: 9788870911596
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Bello, giovane e alcolizzato, il sacerdote Gösta Berling è costretto a lasciare la sua parrocchia e a vivere di elemosina finché, a un passo dal suicidio, viene salvato dalla "Signora di Ekeby" e accolto nella sua stravagante comunità: un gruppo di dodici sedicenti "cavalieri" che trascorrono la loro esistenza al podere padronale tra amori, giochi e racconti. Nello splendido scenario naturale della regione svedese del Värmland si dipana una storia fatta di amori infelici e di slanci generosi, di degradazione e di redenzione, mentre su tutto domina la straordinaria figura della Signora: un tempo bella, innocente e innamorata dello spiantato Altringer, Margareta è stata costretta dai genitori a sposare un uomo che non amava e a vivere nell'ombra e nel peccato il suo vero amore. Ora, dopo la morte di Altringer, è ricca e sola, sovrana di un piccolo regno di ubriaconi sradicati e pieni di gioia di vivere. Saranno le trame del malvagio e avido Sintram a turbare questo mondo libero e isolato, ma proprio gli inganni intessuti per distruggere la Signora e i suoi cavalieri condurranno, infine, a una nuova e diversa gioia. La saga di Gösta Berling (1891) è il primo romanzo pubblicato da Selma Lagerlöf. La bellezza delle descrizioni, la vivacità dei personaggi e, soprattutto, la dimensione narrativa sospesa tra epica, fiaba e mito, hanno fatto di questo romanzo non solo l'inizio di un nuovo modo di raccontare nella letteratura scandinava del Novecento, ma, a tutt'oggi, uno dei libri svedesi più letti e amati in patria e all'estero.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    GD

    17/03/2015 11.13.08

    Mica male !

  • User Icon

    M.C.

    06/06/2013 17.21.30

    Un grande classico. Animano la saga i cavalieri di Ebeky, "gli allegri, gli spensierati, gli eternamente giovani", con tantissimi altri personaggi che in un primo momento possono disorientare, ma ben presto diventano familiari. Fra patti col diavolo, amori sfortunati, superstizioni e rituali magici, destini individuali e della comunità del Värmland, una natura animata e profondamente sentita, balli, bevute e tragedie c'è davvero tutto ciò che gli amanti di letteratura nordica cercano. La Lagerlöf commenta e coinvolge il lettore in questi innumerevoli inverosimili episodi - ma per dirla con le sue parole è affar loro che riescano ad entrare nell'alveare, piuttosto piccolo, della realtà. A noi lettori è chiesto solo di osservare come amore, sofferenza, sacrificio, peccato ed espiazione animino e mettano in moto tali vicende. Immergersi nell'atmosfera magica della saga ed eventualmente trarre insegnamenti sull'animo umano.

  • User Icon

    gianluca guidomei

    11/01/2009 12.31.19

    Bello. Così epico, picaresco. C'è tanto Nord in quest' opera, tanto onore e poco moralismo. Mi è piaciuto soprattutto il concetto di Male che ha Lagerlof: l' autrice lo incarna in due personaggi in particolare, ma non è mai il Male Assoluto, anzi, si sente sempre una sensazione di sospensione, indecisione. I cattivi non sono poi così cattivi e i grandi uomini, gli eroi, capita che a volte siano ubriachi, o vigliacchi... E poi il grande valore che Lagerlof dà al sacrificio d' amore delle donne, o alla scelta di vivere l' attesa: aspettare uomini che chissà se e quando arriveranno, si fermeranno, si placheranno. Un Nord duro e affascinante, splendido come un bosco ghiacciato in milioni di cristalli sotto un debole sole boreale.

Scrivi una recensione