La saggezza nel sangue

Flannery O'Connor

Traduttore: M. Bonsanti
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 11 febbraio 2010
Pagine: 220 p., Rilegato
  • EAN: 9788811683711
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

"La saggezza nel sangue", uscito nel 1952, fu dalla stessa autrice definito "un romanzo comico che tratta di un cristiano suo malgrado". Al centro del primo romanzo di Flannery O'Connor è la figura di Hazel Motes, il giovane reduce che predica la "Chiesa della Verità senza Gesù Cristo Crocefisso". Hazel è assillato dall'incontro con un suo doppio, seguito da un ragazzino petulante, concupito da una matrona, attratto da una piccola prostituta... Il suo itinerario per strade e pensioni, bar e treni del Sud, è quello di un cercatore di assoluto, incapace di governare i propri istinti e la propria vocazione. "La religione del Sud", precisa l'autrice in una lettera, citata da Fernanda Pivano nella prefazione, "è qualcosa che, come cattolica, trovo... Cupamente comica... Non avendo nulla che corregga le proprie eresie, la gente le elabora drammaticamente".

€ 14,96

€ 17,60

Risparmi € 2,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuseppe Russo

    05/07/2016 16:41:45

    Primitivismo, ignoranza diffusa, superstizione popolare, ma soprattutto desiderio di abbrutimento come improbabile fuga dalla realtà. Sono questi gli ingredienti che formano la ricetta del primo dei due romanzi scritti dalla O'Connor. L'ossimoro sul quale si basa la predicazione impossibile del protagonista, la fondazione di una Chiesa del vero Cristo senza Cristo (della quale, in realtà, lui dovrebbe essere l'unico adepto), restituisce alla perfezione l'assurdità di uno spaccato sociale nel quale nessuna costruzione morale dell'individuo è possibile, eppure la redenzione è necessaria. Il risultato è un libro quasi perfetto perché riesce a conservare un registro grottesco, evitando in questo modo la caduta nel drammatico.

  • User Icon

    Lorenzo Moretto

    17/02/2004 16:31:07

    Febbrile, originale, potente. Da leggere, molte volte

Scrivi una recensione