Categorie

Saggezza stellare. Nel segno di Lovecraft racconti soprannaturali per il nuovo millennio

Curatore: D. M. Mitchell
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1997
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788806144050

€ 5,70

€ 6,71

Risparmi € 1,01 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile


scheda di Bianco, L., L'Indice 1997, n. 9

"R'lyeh Ctulhu, r'lyeh Ctulhu ft'aghn..." bastano poche sillabe accidentate e melmose, e subito ogni appassionato del fantastico si trova catapultato nel multiverso creato da Howard Philips Lovecraft ormai più di mezzo secolo fa; il suo agghiacciante pantheon di "Grandi Antichi", malevole e onnipotenti divinità stellari impegnate a sovvertire e devastare la nostra quotidianità, si è imposto, nell'"imagerie" della letteratura fantastica conoscendo una fortuna davvero smisurata. Molti scrittori hanno pagato il loro tributo a Lovecraft, molti altri continuano a diluire le sue atmosfere per ricavarne best seller sempre più annacquati come una cattiva tazza di brodo istantaneo. Sotto il segno dei "Grandi Antichi" si pone anche questa eterogenea antologia: vi troviamo i mestieranti dell'horror a breve e lungo corso, e sono i casi meno interessanti quando non decisamente trascurabili; ma vi troviamo anche alcuni imprevedibili "outsiders" che ci offrono le sorprese più gradite. Il miglior racconto della raccolta, ad esempio, è opera del fumettista Alan Moore, che qui ritrova il suo collega Grant Morrison. Vi sono poi musicisti rock d'avanguardia che virano le cattive vibrazioni cosmologiche di Lovecraft in chiavi crude e sperimentali. La ciliegina sulla torta è l'immarcescibile William Burroughs, che diverte e si diverte scherzando con la letteratura "pulp": ÇQuando si guarda dall'alto in basso una calibro 38 di quelle col naso rincagnato, si riesce a scorgere la pallottola in fondo alla canna. È una sensazione bizzarra, che spesso viene rimossa".

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    09/11/2002 09.54.26

    un ottimo libro....nonostante il tema non sia dei + semplici,il libro rimane fresco ed è un dispiacere accorgersi di finirlo....horror e splatter si fondono insieme in un connubio perfetto,ricreando ottimamente molte ambientazioni dark/gotiche/pulp/beat...consigliato caldamente!

Scrivi una recensione