Sanders of the river

Sanders of the river

Edgar Wallace

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 172,32 KB
  • EAN: 9788892530379

€ 3,49

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sanders of the River was written by Edgar Wallace in 1911. This was the height of Edwardian power culminating in positive ideas about The British Empire and the role of Britain in 'civilising' its colonies. This book was written firmly in that context. It makes for very uncomfortable reading in the twenty first century, but it still offers a valuable insight into what many people thought was the way that British administrators should run their colonies.Sanders is one such caricature of the British Colonial Administrator responsible for keeping the peace along a stretch of river in deepest, darkest Nigeria. The character was probably based on the career of the Frederick Lugard who was basically responsible for the creation of the Northern Nigeria and implementing a subtle but firm form of indirect rule. The stories are certainly evocative of a disappeared imperial outpost and nicely illustrates how large areas of the empire were administered with such a miniscule bureaucracy. It also shows how British power could be called upon if absolutely necessary, although the budget constraints and motives of the Colonial Office are very cynically.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Edgar Wallace Cover

    (Greenwich, Londra, 1875 - Hollywood 1932) scrittore inglese. Figlio illegittimo di attori, venne adottato da un pescivendolo, G. Freeman. Lasciata la scuola a dodici anni, dopo aver esercitato disparati mestieri, esordì come romanziere nel 1905 con il poliziesco I quattro giusti (The four just men), che ottenne un successo strepitoso; in pochi anni W. divenne uno dei re della letteratura di evasione. Guadagnò somme enormi, che sperperò puntigliosamente. Quando morì aveva appena terminato la stesura del soggetto di un film destinato a rimanere famoso: King Kong.Fino a oggi solo Simenon fa concorrenza al «fenomeno Wallace», per quanto riguarda l’abbondanza della produzione letteraria: circa 175 romanzi, e 15 drammi, senza contare articoli, reportages, conferenze. Il semplice schema di base... Approfondisci
Note legali