Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il sangue e la rosa

Et mourir de plaisir

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Et mourir de plaisir
Regia: Roger Vadim
Paese: Francia
Anno: 1960
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Carmilla è una giovane e bellissima donna, gelosa di tutte le altre, che vede come potenziali rivali al suo primato di eleganza e avvenenza. Si sente molto vicina ad una antenata, alla quale assomiglia tantissimo: una temuta vampira colpevole di molti delitti, e finisce per evocarne ed ereditarne i terribili poteri. Dopo aver commesso una serie di omicidi, però, si renderà conto che una donna in particolare suscita la sua ammirazione.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: Sinister Film, 2014
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: presentazione: Presentazione di Luigi Cozzi; trailers
  • Roger Vadim Cover

    Propr. R. V. Plemiannikov, regista francese. Figlio di un immigrato ucraino, è un ragazzo vivace e curioso che sperimenta vari lavori creativi prima di dedicarsi definitivamente al cinema. Ispirato dalle belle donne, trova la prima musa nella allora sconosciuta B. Bardot che lancia nella sua regia d’esordio, Piace a troppi (1956). Il film consacra Saint-Tropez a luogo d’elezione delle trasgressioni e la Bardot a mito francese della seduzione. Imbronciata e irresistibile, la giovane diva sposa il suo regista-pigmalione e si fa dirigere dal marito in tre altre pellicole considerate all’epoca scandalose: Gli amanti del chiaro di luna (1957), A briglia sciolta (1961) e Il riposo del guerriero (1962). Colta così la peculiarità dei temi sessuali in anni di profondi rinnovamenti, e assurto alla ribalta... Approfondisci
  • Mel Ferrer Cover

    "Propr. Melchior Gaston F., attore e regista statunitense. Dopo aver rinunciato agli studi universitari, si impegna in diversi mestieri quali attore di teatro, produttore radiofonico e ballerino (attività che sarà costretto ben presto ad abbandonare perché colpito da una forma di poliomielite). Ha il tempo anche di misurarsi con la macchina da presa nel trascurabile The Girl of Limberlost (La ragazza di Limberlost, 1945) e in Verdi dimore (1959), forse la migliore delle tre pellicole da lui dirette. Ben altro rilievo riveste la sua carriera di attore cinematografico, che lo vede alle prese con innumerevoli interpretazioni, soprattutto nei panni dell'aristocratico. Esordisce impersonando un medico che affronta l'intolleranza razziale in La tragedia di Harlem (1949) di A.L. Werker; nel 1952... Approfondisci
  • Elsa Martinelli Cover

    Attrice italiana. Altera ed elegante, mannequin affermata ancor prima dei vent’anni, incarna, in un epoca di generose maggiorate dall’accento dialettale, un peculiare tipo di femminilità esclusiva e discreta che le aprirà subito le porte di Hollywood. Dopo aver esordito con C. Autant-Lara in una particina in L’uomo e il diavolo (1954), K. Douglas la nota su una foto e la vuole accanto a sé in Cacciatore di indiani (1954) di A. De Toth. È poi M. Monicelli ad affidarle la parte sbarazzina di Donatella (1955), quindi R. Vadim, regista delle belle donne, ne fa la protagonista vampira di Il sangue e la rosa (1960). Oltreoceano lavora fra gli altri anche in Hatari! (1962) di H. Hawks e gira diversi film in Francia in particolare diretta da A. Cayatte e J. Aurel. Con gli anni ’70 subisce l’avvento... Approfondisci
Note legali