Saverio del Nord Ovest

Giuseppe Ferrandino

Editore: Bompiani
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 3 luglio 2002
Pagine: 181 p.
  • EAN: 9788845252051
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Un romanzo ambientato tra i solari paesaggi campani e la natura feroce del Nord America. Il protagonista, Saverio, viene introdotto alla letteratura da un sacerdote. Ma a causa della sua passione per alcuni libri, probiti nel Regno di Napoli, è costretto a fuggire verso il Nuovo Mondo. Sospinto dalle circostanze, sempre più grandi di lui, si ritrova tra le montagne americane, perdendovisi. Solo, con pochi viveri e come unico bagaglio la memoria dei libri e delle sue radici, Saverio inizia una terribile lotta per la sopravvivenza contro una natura sorda ai suoi bisogni. Dovrà imparare tutto quello che l'umanità ha dimenticato nel corso dei secoli e percorrere in una vita il cammino di millenni di storia.

€ 5,78

€ 6,80

Risparmi € 1,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pino del Prete

    02/03/2007 11:16:11

    Non conosco l'indirizzo dell'autore di questo libro assurdo : ma come è possibile? una persona che non "tenta" neppure di ritornare nel suo mondo.... commette un omicidio e non se ne da cura! Mangia le sue prede crude e se ne bea disteso accanto alla loro carcassa!!! Ma che significa? Non c'è alcun tipo di messaggio, neanche quello, tra l'altro mal riuscito, di voler far ritornare il personaggio alle origine primitive... Pessimo!!!

  • User Icon

    stefano

    27/01/2007 17:14:33

    l'eterna storia dell'uomo da solo contro la natura - crousueiano

  • User Icon

    vinci

    22/01/2005 22:39:25

    Letto dopo "Pericle il nero", con cui ha davvero poco in comune. Forse la stessa fascinazione per il viaggio, che qui è la trave portante su cui si appoggia l'intera narrazione. Ma nelle scoperte di Saverio non c'è la stessa forza e ignoranza del racconto successivo. E' un romanzo più controllato e perfetto, ma anche meno intrigante, troppo spesso col pilota automatico. Molto originale (sarebbe bellissimo adattarlo per il cinema), ma alla lunga un po' scocciante.

Scrivi una recensione