Categorie

Jules-Henri Poincaré

Curatore: C. Sinigaglia
Editore: Bompiani
Collana: Testi a fronte
Anno edizione: 2003
Pagine: XXXIX-386 p.
  • EAN: 9788845292361

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    18/10/2010 09.48.00

    Bellissimo e lucidissimo saggio scritto da un grande matematico e fisico operante a cavallo tra la fine del XIX e l’inizio del secolo scorso. Il saggio, pur parlando di cose tutt’altro che banali, è di una chiarezza di esposizione e linearità di ragionamento sbalorditive. Vengono chiariti una volta per tutte molti aspetti e problemi che la gente comune, ma non solo, ha nei confronti delle scienze. Vengono posti dei chiari limiti a ciò che va inteso come scienza e ciò che invece esula dalla scienza propriamente detta, e che quindi al limite potrebbe rientrare nel campo della metafisica. I problemi e gli esempi affrontati da Poincarè sono di natura prettamente matematica (come la geometria) e fisica (forze, energia, calore, elettromagnetismo, ecc…). Da ogni singola pagina di questo saggio traspare con forza il fatto che ha scriverlo non è stato una persona comune ma un vero e proprio genio, uno dei più grandi matematici e fisici che si interrogava però su quali dovessero essere le fondamenta su cui si può costruire il complesso dell’edificio delle scienze. Data la chiarezza dell’esposizione il libro risulta inoltre di gradevolissima lettura (ovviamente da un pubblico che abbia una certa formazione scientifica). Assolutamente da leggere.

Scrivi una recensione