Lo scrittore fantasma

Philip Roth

Traduttore: V. Mantovani
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 146 p., Brossura
  • EAN: 9788806225377
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
All'età di ventitré anni, con quattro racconti pubblicati e una piccola recensione sulla "Saturday Review", Nathan Zuckerman va a bussare alla porta del suo padre spirituale, lo scrittore Lonoff. L'uomo vive in quasi totale reclusione sulle colline del New England con la moglie Hope e una misteriosa ragazza, Amy Bellette, una sopravvissuta all'Olocausto. Zuckerman vuole da lui un'approvazione, anzi qualcosa che somiglia ad una assoluzione. Vuole sedersi ai suoi piedi e bere la sapienza di un vero letterato. Di chi ha votato all'arte ogni frammento della vita. Lonoff è un grande scrittore o, come egli stesso sostiene, è famoso per puro caso?

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 11,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto

    19/09/2018 14:07:19

    Philip Roth ha scelto per questo romanzo un titolo perfettamente adatto al contenuto: un'opera che tratta di "scrittori" e di "fantasmi". Intrigante di base, purtroppo è un libro che mi ha confusa: non mi piace non avere risposte, e ad un certo punto mi credevo io matta, incapace di trovarle.

  • User Icon

    luciano

    26/06/2016 18:52:19

    New England, 1956.Nathan Zuckerman, un giovane autore di ventitré anni va a trovare, su invito, il grande e osannato scrittore E.I.Lenoff. Nella isolata e vecchia casa di duecento anni il celebre scrittore, che non riceve mai nessuno, vive con la moglie Hope e, temporaneamente, con la giovane Amy che è convinta di essere Anne Frank, ma non ha alcun segno sull'avambraccio. Amy ha ventisei anni, il venerato scrittore cinquantasei ed è sposato, con figli, da trentacinque anni con Hope. La situazione è complicata e l'atmosfera, nella casa in mezzo ai boschi, è molto tesa. Infatti Amy implora il grande scrittore di lasciare la moglie fedele e di fuggire, con lei, a Firenze; in Italia ci sono cose belle che li renderebbero felici. Nathan è in rotta con il padre, in quanto ha scritto un racconto di cinquanta pagine, "Istruzione superiore", che, a detta del padre, e non solo, mette in cattiva luce i suoi parenti ebrei. Dice il padre: "in questo mondo l'amore per gli ebrei è veramente scarso. E non dico in Germania sotto i nazisti. Dico tra i comuni americani, anche se sono innocui". Diceva Anne Frank: " verrà un giorno in cui saremo di nuovo esseri umani, e non soltanto ebrei".

Scrivi una recensione