Scrivi - Brogi Marianna - ebook

Scrivi

Marianna Brogi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Geeko Editor
Formato: PDF
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,23 MB
  • EAN: 9788885948136
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 5,00

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Scrivi" è l'imperativo dell'anima che spinge una giovane donna, Dorotea, a "fermare il tempo" attraverso la scrittura, raccontando la vita di Celeste, donna dal forte temperamento nata agli inizi del Novecento, e la storia di Dorotea stessa, ragazza alla ricerca di sé e di una riconciliazione con un passato doloroso. Le due storie di Celeste e Dorotea, che spaziano dalla Palermo degli anni '30, alla città di Genova nel Secondo Dopoguerra, all'Emilia dei primi anni Duemila, scorrono parallelamente fino ad incontrarsi a Pennabilli, piccolo paesino montuoso, dove l'anziana Celeste e la piccola Dorotea costruiscono un legame magico. Dorotea, scrivendo, crea un ponte con le persone care che ha perso, la dolce Celeste che l'ha accudita quando era piccola, insegnandole a coltivare immaginazione e curiosità, e il sensibile Marcello, l'amico scomparso prematuramente per cui ha vissuto due volte e a cui rivolge le sue parole, per raccontare e per chiedere risposte. I capitoli sono un viaggio nell'Italia del Novecento, nelle sue variopinte contraddizioni, ma anche un viaggio all'interno dell'animo umano e delle possibilità aperte dalla "crisi", economica e personale.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Tanti libri e caffè

    30/03/2019 10:58:48

    Ho letto questo romanzo in un batter di ciglia, le parole scorrevano velocissime, non riuscivo a staccarmi dal testo, almeno fino a poco più della metà, poi i pensieri e l’attenzione si sono fatti leggermente più confusi… Ma andiamo per ordine. Sicuramente il romanzo si può classificare come narrativo-storico. La storia principale è quella di Celeste, vissuta ai primi del ‘900, nell’Italia centrale e a cavallo con la seconda guerra mondiale, arrivando fino ai giorni nostri. La sua vita è narrata da Dorotea, che scopriremo essere in seguito la bambina e la ragazza a cui celeste faceva da tata nei primi anni ‘80. Siamo a Pennabilli, un piccolo comune in provincia di Rimini. La vita di Celeste comincia qui, una bimba cresciuta veramente troppo in fretta, senza istruzione, mandata a lavorare come serva presso famiglie benestanti alla sola età di sette anni. Cresciuta nel timore reverenziale dei precetti religiosi e con la completa diffidenza per gli uomini. Pennabilli per lei all’epoca significava fame, povertà, ignoranza e l’odio di sua madre, che l’aveva ripudiata appena venuta al mondo. Celeste si ritrova troppo presto giovane donna e anche praticamente sposata senza averlo mai desiderato con un marinaio, che non la rispettò mai né come moglie né come donna, ma che la trattò come poco più di una serva. Il romanzo è dedicato sicuramente a due persone principali, la prima è Celeste come abbiamo detto, la seconda è Marcello, un giovane ragazzo che è come un fratello per Dorotea ma segnato da un destino tragico. [È stato allora che ho deciso di scrivere di Celeste e della mia infanzia vissuta tra sogno e realtà, in un mondo speciale in cui nessuno morirà mai. In cui io fermerò il tempo. È stato così che la sua storia è diventata anche la mia, e poi quella di Marcello, mentre scrivevo per raccontargli il corso della vita, per narrargli le mie scelte e il mio dolore.] Celeste passava le giornate con Dorotea, quella donna, ormai anziana, che la vita ....

Note legali