La scuola della carne

Yukio Mishima

Traduttore: C. Rapisarda
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2013
Pagine: 238 p., Brossura
  • EAN: 9788807030666
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64

€ 12,00

€ 16,00

Risparmi € 4,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alexandre Dèbeaux

    18/08/2015 19:08:04

    Il titolo forse può fuorviare; in questo libro non si cerca di descrivere l'erotismo o la seduzione in quanto tale. Piuttosto Mishima rende la materia più celebrale, più ragionata, conferendo così al personaggio di Taeko una forza espressiva che vince anche di fronte ad un finale un poco scontato. A tratti la profondità nel quale si inabissa Mishima nel descrivere l'animo umano è sconcertante e sorprendentemente veritiero; rendendo così il libro piacevole da leggere.

  • User Icon

    patrizia balit

    16/06/2015 12:13:33

    E' la storia di Taeko, avvenente e indipendente divorziata abitante a Tokyo che, con le sue altrettanto divorziate ed indipendenti amiche Suzuko e Nobuko, cerca di sfruttare al meglio le occasioni di incontro che la vita può offrirle, per dimenticare definitivamente il periodo del matrimonio, considerato "il periodo più buio che avessero mai vissuto". Una notte, in un locale di infimo livello, Taeko incontra Senkichi, bellissimo e spregiudicato giovane barman, con il quale si lascia andare ad una sfrenata e mai provata libidinosa passione, in un crescendo di eventi che incideranno materialmente e fortemente sulla sua vita. Taeko proverà felicità, piacere, abbandono, godimento, gelosia, dolore, tristezza, angoscia, possesso, rancore, delusione, disprezzo e tanto altro. "Sia per un uomo sia per una donna, essere amati era ben diverso da amare; consapevolezza, questa, a cui Taeko arrivò solo dopo aver conosciuto Senkichi. Erano sentimenti che appartenevano a universi diametralmente opposti e Taeko, fino a quale momento, non si era mai scontrata con una verità tanto terrificante sugli esseri umani. Insondabile è la gioia impetuosa che, chi è amato, avverte nel profanare se steso; mentre chi ama, è condannato a seguire l'altro in una perpetua discesa verso le profondità dell'inferno". Nel tortuoso, sessuale e pericoloso scontro a punti con Senkichi, Taeko consegnerà il suo corpo ai piaceri e il suo cuore all'idea, di amore. Ma la sua mente giocherà comunque un'altra, avvincente, partita. Bellissimo.

  • User Icon

    mario farinelli

    18/02/2014 11:57:36

    Mishima è un grandissimo . Questo romanzo è veramente bello.

  • User Icon

    Anna

    12/12/2013 13:48:44

    Un libro meraviglioso di uno dei miei scrittori preferiti in assoluto, che annovero tra i libri più belli e coinvolgenti che ho letto (e sono davvero tanti) in vita mia. Un libro "erotico" dove erotico assume anche la sua accezione più dolorosa e profonda, perchè non è solo l'attrazione tra due corpi ma tra due vite che si incrociano nel loro mistero e cercano l'una di comprendere quel mistero, l'altro di nasconderlo. Un libro dove verità e menzogna si incrociano, abiezione e purezza di mescolano, ipocrisia e bisogno di libertà da essa si rincorrono continuamente. Mishima è stato magistrale nel descrivere l'incapacità tutta giapponese dell'essere sempre se stessi a qualunque costo. In un mondo dove la'ossessione per i soldi e il prestigio sociale soffocano anche l'amore più grande, due anime perse ognuna a modo suo si trovano e si perdono continuamente, schiave di un gioco più grande di loro ma che li sconfigge entrambi in modo diverso. Consigliatissimo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione