La scuola di via Anelli. Esperienze di integrazione all'ombra del muro

Curatore: R. Scalone
Editore: Il Prato
Collana: I sentieri
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 01/01/2008
Pagine: 160 p., Brossura
  • EAN: 9788863360172
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta Scalone

    28/02/2009 12:50:46

    In questo periodo di grandi proclami sulla scuola, di grandi obiettivi di rinnovamento perseguiti a suon di tagli, potrebbe risultare utile leggere qualcosa sulla scuola scritto direttamente dagli insegnanti. Il libro racconta di una scuola un po’ particolare, la primaria Giovanni XXIII, che si trova a due passi da via Anelli, assimilata, suo malgrado, all’immagine stigmatizzata e alle polemiche che hanno coinvolto questa zona di Padova. Il libro, scritto da un gruppo di insegnanti della scuola, vuole far conoscere in modo diretto e indipendente questa esperienza di frontiera che, proprio perché non ordinaria, può contribuire a comprendere le prospettive e le caratteristiche dell’insegnamento nel prossimo futuro. I contenuti sono rivolti anche a quanti sono interessati alle problematiche relative ad immigrazione/integrazione/interculturalità: qui possono trovare un punto di vista sulla questione che non sia un semplice esercizio di opinionismo, ma una riflessione a più voci sull’esperienza. Questo libro può inoltre arricchire il dibattito generale sulla nuova società multietnica, sui suoi processi evolutivi, sulle controversie e le possibili soluzioni, un dibattito non specialistico, ma che riguarda il presente e il futuro di tutti. Da questa lettura può emergere un messaggio utile in almeno due direzioni. Quella che indica la possibilità di gestire, anche in un contesto difficile, delle pratiche didattiche e delle interazioni umane positive ed arricchenti e quella che offre una visione più positiva della scuola, come istituzione in grado di affrontare con competenza e successo anche le tematiche più difficili della nostra società. A dispetto dello stereotipo, soprattutto di questi tempi affibbiato a tutta la scuola pubblica, che vorrebbe farla passare come un’istituzione completamente allo sbando e incapace di interagire con la realtà.

Scrivi una recensione