Scusate il ritardo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1983
Supporto: DVD
Salvato in 15 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 9,99 €)

La relazione tra Anna e Vincenzo, iniziata ad un funerale, va avanti senza entusiasmo tra le continue richieste di lei che Vincenzo non sa far altro che prendere alla lettera e gli assillanti sfoghi dell'amico Tonino, convinto di essere stato lasciato dalla fidanzata perché troppo brutto. Quando Anna, convinta di non poter avere ciò che chiede da Vincenzo, decide di lasciarlo e se ne va, lui entra in crisi.
4,83
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Roberto

    23/09/2019 17:20:35

    Film un po' datato ma sempre attuale. La comicità brillante di Troisi, i siparietti con Lello Arena e il tema romantico affrontato con freschezza e leggerezza rendono questa commedia appetibile e fruibile da vasto pubblico. A distanza di anni è sempre un buon film da avere nella propria collezione, e rivedere all'occorrenza con la propria famiglia, amici o anche da soli per una coccola. Sicuramente consigliato a chi ama prendere la vita con un tocco di umorismo e leggerezza.

  • User Icon

    Simona

    22/09/2019 09:29:10

    Questo film è ormai datato ma a mio avviso è uno dei migliori di Troisi. È un film ambientato a Napoli e le vicende si susseguono come normale vita quotidiana del protagonista. I dialoghi sono brillanti, oltre ovviamente a Troisi tutti gli attori sono molto competenti. Menzione per Giuliana De Sio che qui è giovanissima e a mio parere bellissima, molto brava anche lei, e raffinata nell'esprimersi. Esilarante la scena con il professore, la mia preferita. Ovviamente consigliato a chi ha voglia di ridere ed evadere da grigiume quotidiano ma con eleganza senza scadere nella volgarità. Forse non adattissimo a chi non è avvezzo al dialetto napoletano ma a mio avviso il problema si sorvola in quanto è comunque comprensibile.

  • User Icon

    Marika

    05/04/2019 23:09:57

    Straordinario!!! Vicie a’ vita s’adda piglià comme ven...

  • User Icon

    Cristina

    21/01/2019 11:12:12

    Forse, tra i film di Troisi, quello un pochino meno incisivo, ma comunque con intelligentissimi dialoghi

  • User Icon

    OskarSchell

    20/01/2009 15:52:22

    Un Massimo Troisi in splendida forma, un film divertente!

  • User Icon

    Francesco

    18/03/2005 09:56:00

    Esilarante!!!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente

1983 - David di Donatello - Miglior attrice non protagonista - Polito Lina
1983 - David di Donatello - Miglior attore non protagonista - Arena Lello

  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2016
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 109 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area2
  • Massimo Troisi Cover

    Attore e regista italiano. Di umili origini, si appassiona, contro le tradizioni di famiglia che lo vorrebbero geometra, al teatro, cominciando a praticarlo come attore, prima da solo, poi con il gruppo cabarettistico La Smorfia, costituito con L. Arena e E. Decaro. Il buon successo degli spettacoli teatrali gli apre le porte della televisione e poi del cinema, dove esordisce nel triplice ruolo di regista, sceneggiatore e protagonista con Ricomincio da tre (1981): i sorprendenti incassi del film, in un periodo non particolarmente felice per il cinema italiano, premiano l'originalità di T., la cui comicità punta su elementi surreali e paradossali, sicuramente debitori dello spirito partenopeo, ma che anche lo costringono nell'eterogenea famiglia dei «nuovi comici» dei primi anni '80 (F. Nuti,... Approfondisci
  • Massimo Troisi Cover

    Attore e regista italiano. Di umili origini, si appassiona, contro le tradizioni di famiglia che lo vorrebbero geometra, al teatro, cominciando a praticarlo come attore, prima da solo, poi con il gruppo cabarettistico La Smorfia, costituito con L. Arena e E. Decaro. Il buon successo degli spettacoli teatrali gli apre le porte della televisione e poi del cinema, dove esordisce nel triplice ruolo di regista, sceneggiatore e protagonista con Ricomincio da tre (1981): i sorprendenti incassi del film, in un periodo non particolarmente felice per il cinema italiano, premiano l'originalità di T., la cui comicità punta su elementi surreali e paradossali, sicuramente debitori dello spirito partenopeo, ma che anche lo costringono nell'eterogenea famiglia dei «nuovi comici» dei primi anni '80 (F. Nuti,... Approfondisci
  • Lello Arena Cover

    Propr. Raffaele A., attore e regista italiano. Con M. Troisi e E. Decaro è uno dei fondatori del gruppo «La Smorfia» che negli anni ’70 incarna l’avanguardia della comicità teatrale napoletana. Debutta al cinema nell’opera prima di M. Troisi (Ricomincio da tre, 1981) al quale resta legato anche nel successivo Scusate il ritardo (1982). Non si separa mai dai ruoli comici delle origini, fatta eccezione per il personaggio interpretato in Tu ridi (1998) dei fratelli Taviani. Come regista esordisce nel 1982, in coppia con L. Gasparini, No, grazie, il caffè mi rende nervoso, da un soggetto di M. Troisi, mentre nel successivo Chiari di luna (1988) ripercorre in toni bozzettistici le sue prime esperienze nel mondo dello spettacolo. Negli anni ’90 lavora soprattutto in tv. Approfondisci
  • Giuliana De Sio Cover

    Giuliana De Sio è un'attrice cinematografica di origini salernitane. Con Io, Chiara e lo Scuro (1983) ha vinto un David di Donatello, un Nastro d'argento e un Globo d'oro. Quest'ultimo premio le è stato assegnato nel 1983 anche per Scusate il ritardo e Sciopén. Il secondo David di Donatello lo ha vinto per Cattiva nel 1992, mentre nel 1985 le era stato assegnato il Ciak d'oro per Speriamo che sia femmina. Diverse le sue interpretazioni teatrali, tra cui La doppia incostanza, Scene di caccia in Bassa Baviera e Notturno di donna con ospiti e quelle televisive: Il bello delle donne, Onore e rispetto, Caterina e le sue figlie 2, Mogli a pezzi.È inoltre autrice del momoir Io, Giuliana De Sio, edito da Guida Editori nel 2017. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali