Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 settembre 2015
Pagine: 315 p., Brossura
  • EAN: 9788807886935
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Due giovani su tre affogano senza lavoro e la Regione Sicilia butta 15 milioni per 18 apprendisti fantasma. Ci sono treni che marciano a 14 km l'ora e i fondi Ue vanno a sagre, sale bingo e trattorie "da Ciccio". Quattrocento miliardi di fondi pubblici speciali spesi in mezzo secolo e il divario col Nord è maggiore che nel dopoguerra. I vittimisti neoborbonici ce l'hanno con tutti a partire da Ulisse e intanto il Meridione si fa sorpassare anche dalla regione bulgara di Sofia. Figurano più braccianti disoccupati a Locri che in tutta la Lombardia ma i soldi vanno ai mafiosi che incassano contributi anche sui terreni confiscati. La Calabria ricava in un anno da tutti i suoi beni culturali 27.046 euro ma i Bronzi di Riace restano per anni sdraiati nell'androne del Consiglio regionale. La Sicilia è la regina del Mediterraneo con 5 siti Unesco ma le Baleari hanno 11 volte più turisti e 14 volte più voli charter. Undici miliardi buttati per l'emergenza rifiuti ma la Campania muore di cancro e a Bagnoli sono avvelenati anche i parchi giochi. Municipalizzate che non girano al fisco le tasse trattenute ai dipendenti ma si prendono il lusso di non sfruttare patrimoni immobiliari enormi. Alti lamenti sugli investimenti esteri ma a Messina una procedura fallimentare si chiude in media dopo 25 anni. Sovrintendenze cieche davanti alla devastazione delle coste e vincoli paesaggistici sul pitosforo di un giardino privato...

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,50 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio

    09/01/2015 10:33:37

    Ennesimo ottimo lavoro di Stella e Rizzo ed ennesimo mal di stomaco. Ma come si può andar avanti così, sperperando tutto quello che è possibile sperperare (e qualche volta anche di più). Su 315 pagine solo le ultime 25 portano un po' di speranza, le altre rappresentano quel macigno che l'Italia non è mai stata in grado di scalare per portarci a livelli veramente europei. E il Sud in tutti i campi arretra paurosamente, mentre altre regioni disagiate europee lo sorpassano continuamente.

  • User Icon

    enrico

    02/03/2014 14:53:13

    Bellissimo libro, che considero una naturale prosecuzione di quel capolavoro che fu "Inferno. Profondo sud, male oscuro" scritto da Bocca più di 20 anni fa. Stella e Rizzo analizzano con precisione e serietà, capitolo per capitolo, tutta una serie incredibile di fallimenti, di occasione sprecate e di soldi buttati: nell'industria, nella pubblica amministrazione, nella cultura, etc etc. Un libro da leggere....ma a piccole dosi. Giusto per evitare di rovinarsi il fegato....

  • User Icon

    Elisabetta

    14/02/2014 19:45:42

    Come sempre interessanti ed ironici Rizzo e Stella. Se non si vedono le gravi mancanze del sud non è possibile cambiare, bando dunque ai campanilismi. Lode agli autori.

Scrivi una recensione