Se questo è un uomo - Primo Levi - copertina

Se questo è un uomo

Primo Levi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Edizione: 2
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 gennaio 2014
Pagine: 214 p.
  • EAN: 9788806219352

nella classifica Bestseller di IBS Libri Storia e archeologia - Storia - Specifici eventi e argomenti - Genocidi e pulizia etnica

Salvato in 967 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Se questo è un uomo

Primo Levi

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Se questo è un uomo

Primo Levi

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Se questo è un uomo

Primo Levi

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (19 offerte da 11,40 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Scelto da IBS per la Libreria ideale perché è uno dei libri più alti sull'inferno del Lager: una testimonianza sconvolgente, nella sua nudità di cronaca, e al tempo stesso un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. Dal coro degli indimenticabili personaggi del libro si alza un limpido messaggio morale e civile.

«Un magnifico libro che non è solo una testimonianza efficacissima, ma ha delle pagine di autentica potenza narrativa.»Italo Calvino

Primo Levi, reduce da Auschwitz, pubblicò "Se questo è un uomo" nel 1947. Einaudi lo accolse nel 1958 nei "Saggi" e da allora viene continuamente ristampato ed è stato tradotto in tutto il mondo. Testimonianza sconvolgente sull'inferno dei Lager, libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte allo sterminio di massa, "Se questo è un uomo" è un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. È un'analisi fondamentale della composizione e della storia del Lager, ovvero dell'umiliazione, dell'offesa, della degradazione dell'uomo, prima ancora della sua soppressione nello sterminio.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,87
di 5
Totale 129
5
113
4
15
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gaia Gotti

    17/05/2020 14:30:16

    Uno dei libri post-guerra piu belli che io abbia mai letto e riletto da quando mi sono appassionata alla lettura, grazie Primo Levi

  • User Icon

    Fabiana

    17/05/2020 10:54:58

    Quando ho iniziato questo libro non mi aspettavo di essere catapultata a capofitto in quei luoghi di infinita sofferenza, ma è stato esattamente così. Pagina per pagina mi sono ritrovata all'interno di quei campi e le immagini che mi si figuravano erano devastanti. è un libro che parla da solo e che bisogna leggere almeno una volta nella vita, per non dimenticare mai.

  • User Icon

    Lorenzo7

    17/05/2020 08:40:00

    E' un libro vero e crudo. A mio parere è un must, deve essere letto almeno una volta nella vita. E' uno di quei libri che fa toccare con mano la terribile esperienza dei campi di concentramento. Mi ha colpito ed emozionato. Consigliato.

  • User Icon

    Carmine

    17/05/2020 03:19:33

    In un mondo senza Dio tutto è possibile e continuamente passibile di accadere, ma solo allorché l'uomo seppe concretare Auschwitz fu finalmente comprovata l'inesistenza di Dio. Senza alcuna retorica di sorta, con lo sguardo pacato che lo caratterizzò per tutta la sua tormentata parabola esistenziale, Levi ci racconta l'esperienza che lo segnò per il resto dei suoi giorni. Cominciamo con lui la catabasi infernale (i riferimenti a Dante si sprecano) di "Se questo è un uomo", capolavoro assoluto non solo della letteratura memoriale ma di quella di tutti i tempi. Sarebbe pleonastico tentare di riassumere pagine e scene di memorabile poesia, per fortuna (si spera) da tutti conosciute, (il grido dell'ultimo, la discettazione su prominenti e musulmani, la preghiera di Kuhn, la sguardo del dottor Pannwitz che osserva Levi come attraverso un acquario, giusto per citarne alcune). Non si può che inorridire assieme al narratore, partecipare delle sue sofferenze e meditare profondamente di quanto è stato. Ricordare allora si fa dovere morale, come per Levi lo fu il narrare, perchè se non si può comprendere il senso che soggiace al lager ("ne cherchez pas a comprendre"), si deve conoscere e spendere ogni atomo di coscienza per impedire che esso possa ritornare o anche solo aleggiare nelle menti degli invasati, specie negli anni in cui la Shoah va purtroppo trasformandosi in rituale stereotipato, e gli ultimi reduci ad uno ad uno scompaiono dalla vita e quindi dalle menti fallaci di noi che restiamo e "dilatiamo il deserto nei nostri stessi cuori", come dirà Levi in una delle sue ultime e più struggenti poesie.

  • User Icon

    Lucia

    16/05/2020 22:54:20

    Una lettura necessaria per non dimenticare ciò che è stato l'Olocausto. La profondità dei temi trattati ti lascia un segno dentro ed offre parecchi spunti di riflessione. Direi che andrebbe assolutamente letto almeno una volta nella vita.

  • User Icon

    Lollo

    16/05/2020 19:26:06

    Libro acquistato per scuola, ho fatto la scelta migliore. Il libro mi ha veramente attirato molto, da leggere non è affatto pesante ed è molto comprensibile anche ad una fascia di lettori giovane. All'inizio pensavo si trattasse della classica narrazione riguardante la vita durante la seconda guerra mondiale nei campi di concentramento, invece no. Sono rimasto veramente stupito, mi ha veramente coinvolto.Veramente un capolavoro. Veramente veramente consigliato anche ad un pubblico giovane.

  • User Icon

    Reyf

    16/05/2020 14:33:20

    Primo Levi è sicuramente uno dei maggiori scrittori italiani e “Se questo è un uomo” lo dimostra chiaramente. Il libro non è solo un profondo e toccante racconto di testimonianza, è molto di più. I temi del ricordo, della giustizia e del perdono si susseguono in una narrazione che si avvale di riferimenti (grazie alle citazioni) altissimi: da Dante alla Bibbia. Non è solo il resoconto di un’esperienza né un romanzo, è una riflessione attenta e intelligente sulla condizione umana in condizioni che trascendono la norma. Questo grande classico dovrebbe essere presente in ogni casa, affinché nessuno possa mai dimenticare.

  • User Icon

    Erma

    16/05/2020 14:07:29

    Questo libro va letto per comprendere cosa è l'uomo e cosa può diventare. Ci insegna a non dimenticare. E' una storia obbligatoria per la scuola. Un capolavoro.

  • User Icon

    Renzo Mengoni

    16/05/2020 12:35:30

    Un libro da leggere assolutamente per cercare di capire cosa sono stati i campi di concentramento nazisti e per non commettere più gli errori del passato.

  • User Icon

    Niccolò

    16/05/2020 12:26:42

    Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    emanuele carminati

    15/05/2020 19:33:44

    Imprescindibile ma noiso a tratti

  • User Icon

    Davide

    15/05/2020 12:45:40

    In centinaia hanno scritto libri sulla "soluzione definitiva", ma mai nessuno come Levi è riuscito a raccontare cosa accadesse nell'animo umano durante quella terribile prigionia. Una testimonianza diretta diventata un capolavoro.

  • User Icon

    Vera

    14/05/2020 22:54:52

    Libro che fa venire la pelle d'oca, l'autore ha voluto mettere nero su bianco gli orrori di cui è stato testimone diretto.

  • User Icon

    Floriana

    14/05/2020 19:19:00

    Questo libro mi fa commuovere ogni volta che lo rileggo. Unisce la descrizione del paesaggio, dell'ambiente a quella del sentimento, dello stato d'animo. Certi orrori non devono ripetersi nel corso della storia, mai!

  • User Icon

    andreadc

    14/05/2020 15:59:01

    Uno dei libri più importanti in assoluto, che si porta da sé stesso nella tua vita, trascinamento indispensabile, per ricordare, riflettere e agire nel buon senso: quello umano.

  • User Icon

    Liliana

    14/05/2020 14:30:40

    Non ci sono molte parole per descrivere questo libro se non MERAVIGLIOSO, nella sua durezza e crudeltà è comunque meraviglioso. Il titolo esprime tutto il senso del libro e della vita umana. Leggetelo e rileggetelo come ho fatto io.

  • User Icon

    Fede

    14/05/2020 00:04:01

    LIBRO NECESSARIO. Un libro di questa portata è fondamentale, leggete tutti Se questo è un uomo, è doloroso, atroce, angosciante, fa star male e certe immagini rimangono impresse nella mente come una ferita che non guarisce mai..ma ce n'è bisogno per non dimenticare.

  • User Icon

    vins

    13/05/2020 20:33:30

    è un libro che deve essere almeno una volta nella vita letto. ti lascia un segno indelebile dentro.

  • User Icon

    Alice InB

    13/05/2020 16:22:37

    Forse è atroce il pensiero di scoprirsi vili. Forse in questa agghiacciante scoperta di sé stessi, giace il senso di colpa che sfugge da quest’autobiografia di Primo Levi. “La nostra saggezza era il non cercare di capire”, scrive. Le vittime della deportazione nei campi di concentramento (distruzione), oltre alle atrocità che hanno subito per mano dei loro persecutori tutti, anonimi, civili e militari, hanno subìto la sconfitta peggiore, quella di scoprirsi capaci di ogni nefandezza pur di salvarsi la vita, di sopravvivere un giorno in più, un’ora in più. E quindi, in questo racconto, mi sembra che Primo Levi invece di accusare i fascisti e i nazisti, veri rei di queste atrocità assurde, incolpi la mentalità ebrea di aver accettato l’inaccettabile senza opporsi, a partire dalle leggi raziali, lasciando che gli eventi facessero il loro corso, un’arrendevolezza molto italiana, molto cristiana, molto ebraica, forse. È come se cercasse di giustificare sé stesso ripetendo che in quelle condizioni di miseria umana in cui il regime nazista li avevano ridotti, si perdesse l’umanità, e cercasse con questo di giustificarsi per quella mancanza di altruismo, fedeltà ed altre virtù che un uomo avrebbe (potrebbe avere) in condizioni “umane”. Mi intristisce e mi spezza il cuore questo senso di colpa nei confronti delle altre vittime morte in campo, mentre il peso peggiore lo portano i sopravvissuti allo sterminio, che proprio a loro è affidato il compito di non dimenticare, di testimoniare in ogni giorno che Dio ha tolto a loro la morte, perché sopravvivere in quelle condizioni per me è frutto di un vero miracolo divino. È un racconto agghiacciante che merita di essere letto da tutti, compreso, accettato, con l’assillo costante che non debba mai più ripetersi una tale atrocità, e comunque con la consapevolezza che simili nefandezze si sono perpetuate ed esistono ad oggi, anche se meno esposte al pubblico ribrezzo. Tra le frasi che più mi hanno colpita c’è questa che dovrebbe es

  • User Icon

    giuseppe

    13/05/2020 15:17:13

    Imprescindibile lettura sull'olocausto; la lucidità, il freddo distacco nello stile e nelle descrizioni riletto alla luce della tragica biografia e morte dell'autore fornisce un ulteriore chiave di comprensione del significato di sopravvissuto. Il valore storico di quest'opera rende del tutto superflua una valutazione letteraria, cinque stelle perché è un libro che va letto, senza scuse.

Vedi tutte le 129 recensioni cliente
  • Primo Levi Cover

    Nasce a Torino nella casa in cui abiterà per tutta la vita. Nell'infanzia è piuttosto cagionevole di salute e dovrà essere seguito con lezioni private alla fine delle scuole elementari. Frequenterà il Ginnasio-Liceo D'Azeglio e avrà per alcuni mesi come insegnante di italiano Cesare Pavese. Particolarmente interessato alla chimica, poco alle materie umanistiche. Terminato il liceo si iscrive alla facoltà di chimica nel 1937. Emanate nel 1938 le leggi razziali, riesce a proseguire gli studi universitari e inizia a frequentare circoli antifascisti. Nel 1942 va a Milano e lavora per la Wander, fabbrica svizzera di medicinali, dove fa ricerche di nuovi medicinali per il diabete. Qui entra in contatto con militanti antifascisti e si iscrive... Approfondisci
Note legali