Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Se questo è un uomo - Primo Levi - copertina

Se questo è un uomo

Primo Levi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Edizione: 2
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 gennaio 2014
Pagine: 214 p.
  • EAN: 9788806219352

nella classifica Bestseller di IBS Libri Biografie - Memorie

Salvato in 1318 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Se questo è un uomo

Primo Levi

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Se questo è un uomo

Primo Levi

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Se questo è un uomo

Primo Levi

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (28 offerte da 11,40 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Scelto da IBS per la Libreria ideale perché è uno dei libri più alti sull'inferno del Lager: una testimonianza sconvolgente, nella sua nudità di cronaca, e al tempo stesso un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. Dal coro degli indimenticabili personaggi del libro si alza un limpido messaggio morale e civile.

«Un magnifico libro che non è solo una testimonianza efficacissima, ma ha delle pagine di autentica potenza narrativa.»Italo Calvino

Primo Levi, reduce da Auschwitz, pubblicò "Se questo è un uomo" nel 1947. Einaudi lo accolse nel 1958 nei "Saggi" e da allora viene continuamente ristampato ed è stato tradotto in tutto il mondo. Testimonianza sconvolgente sull'inferno dei Lager, libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte allo sterminio di massa, "Se questo è un uomo" è un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. È un'analisi fondamentale della composizione e della storia del Lager, ovvero dell'umiliazione, dell'offesa, della degradazione dell'uomo, prima ancora della sua soppressione nello sterminio.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,85
di 5
Totale 147
5
200
4
22
3
2
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Barbazuk

    09/05/2021 08:45:56

    Riletto dopo 40 anni , dopo averlo studiato a scuola ed apprezzarlo come non mi era capitato allora. La descrizione di un momento abbietto del nostro passato fatta con una levità quasi onirica di cui non molti sarebbero stati capaci, ma con la crudezza del sopravvissuto . Ora più che mai da leggere e rileggere.

  • User Icon

    Angela

    29/04/2021 16:06:13

    A mio modestissimo avviso, fa parte di quei libri che vanno assolutamente letti, perchè leggerlo vuol dire fare in modo che la voce di chi è miracolosamente sopravvissuto alla devastante esperienza dei campi di concentramento, continui a rimbombare nelle orecchie di tutti noi e delle generazioni future, affinchè il ricordo di quello che è stato non vada mai dimenticato. Un libro che si divora, per il linguaggio, diretto, semplice e sobrio ma allo stesso tempo denso di rimandi letterari; leggendolo inevitabilmente ci passano davanti agli occhi le immagini della vita in quell'inferno che è il lager, e attraverso le parole dell'Autore proviamo, seppur lontanamente, a immaginare come dev'essere stato vivere lì, circondati dal degrado, dall'umiliazione, dalla paura di non esserci l'indomani ma di venire gettati nelle camere a gas. "Se dall’interno dei Lager un messaggio avesse potuto trapelare agli uomini liberi, sarebbe stato questo: fate di non subire nelle vostre case ciò che a noi viene inflitto qui."

  • User Icon

    Ela

    28/04/2021 05:42:47

    Questo libro l'ho letto quando frequentavo le scuole superiori. Lo consiglio in quanto sono espressi dei concetti molto profondi da parte dell'autore nonostante abbia vissuto una delle pagine più buie della storia.

  • User Icon

    tutti lo devono leggere

    11/03/2021 17:47:01

    E' un libro che spero tutti nella loro vita possano leggere. E' un importante patrimonio storico. Entra dentro il lettore, struggente e forte.

  • User Icon

    DG

    01/03/2021 08:04:16

    Straziante, ma indispensabile

  • User Icon

    Giulia

    28/02/2021 11:57:06

    È un libro che tutti dovremmo leggere, per non dimenticare i terribili anni della seconda guerra mondiale e conoscere la reale vita all'interno dei lager, da chi l'ha vissuta in prima persona.

  • User Icon

    Vercovicium

    17/02/2021 12:43:44

    Straziante, ma necessario

  • User Icon

    Bea Dominianni

    26/01/2021 08:32:56

    Doloroso, ma necessario. Un libro bellissimo nella sua verità, tutti dovrebbero leggerlo.

  • User Icon

    Mattia

    23/01/2021 06:20:54

    Uno dei classici del Novecento italiano. Racconta la vicenda dei prigionieri dei campi di concentramento. Un romanzo autobiografico, scritto con stile piacevole, per quanto racconti quella che una delle realtà più oscure del Novecento. Merita di essere letto, ma aspettatevi che vi scuota un po' dentro: narra cose terribili, ma in modo superbo.

  • User Icon

    Lucia A.

    10/12/2020 13:39:54

    Testimonianza imprescindibile degli orrori nazisti,severo monito a non dimenticare per le generazioni future, esempio di scrittura essenziale ed incisiva, scevra da ogni retorica,"Se questo è un uomo " è il libro che tutti devono leggere. Indimenticabili e commoventi le pagine nelle quali Levi racconta di aver insegnato l'italiano ad un compagno di prigionia recitando il canto della "Divina Commedia" dedicato ad Ulisse. La cultura e la trasmissione del sapere svolgono la funzione di argine alla violenza e disumanità del lager, i versi dell'Inferno di Dante sono il baluardo all'inferno di Auschwitz .

  • User Icon

    Simone

    08/12/2020 11:00:58

    Capolavoro straziante

  • User Icon

    Woman Today

    25/11/2020 03:57:06

    Grande testimonianza e capolavoro della letteratura italiana, rimane il mio libro preferito nonostante abbia letto tanti libri vincitori del premio Nobel. La narrazione fluida, ricercata ma per niente pomposa ha fatto sicché divorassi letteralmente questo libro. La capacità di Primo Levi di cogliere, capire e descrivere senza moralismi scontati le caratteristiche delle persone con cui ha interagito è ammirevole. Questo libro fa riflettere su questioni primordiali come il diritto di vivere, di nutrirsi, di avere un'identità e le dinamiche che si creano fra individui quando si sceglie abusivamente la libertà di ignorare tutto questo. Un libro di grande impatto che non potete perdervi! Consiglio di leggere anche la postfazione dove Primo Levi risponde alle domande dei suoi lettori per capire meglio l'importanza di questa testimonianza.

  • User Icon

    Elena Gomiero

    23/11/2020 13:36:28

    Un testo fondamentale per non dimenticare le atrocità e i risvolti psicologici che i campi di concentramento hanno segnato la vita dei sopravvissuti.

  • User Icon

    sara_giada

    13/08/2020 09:52:06

    capolavoro assoluto. non servono molti commenti per questa opera, si commenta da sola. l'unico libro che ho letteralmente divorato, in assoluto il mio preferito.

  • User Icon

    Entass

    04/08/2020 22:01:05

    Non è solo un capolavoro della letteratura italiana, ma è uno di quei libri che ogni uomo dovrebbe leggere almeno una volta nella propria vita.

  • User Icon

    Tiziana Albi

    04/08/2020 09:11:26

    il mio primo vero libro dopo guerra mi ha appassionata molto alla lettura e da questo libro ho cominciato a leggere tutti altri e tutti i tipi, consigliato vivamente

  • User Icon

    Elena Stanley

    09/07/2020 21:09:50

    Incredibilmente intimo, lo trovo uno tra i libri più "completi" (dal punto di vista emozionale) riguardante i lager. Edizione interessante, poichè in appendice si possono trovare le risposte alle domande fatte più di frequente all'autore. Se lette aiutano indubbiamente a comprendere ancora meglio la ricchezza del libro.

  • User Icon

    alebravo

    11/06/2020 15:15:26

    Un libro che restituisce in maniera agghiacciante la cruda realtà dei campi di concentramento nazisti, attraverso la struggente testimonianza dell'autore, la cui esperienza viene riportata in questa sorta di diario, attraverso riflessioni continue sulla crudeltà umana, sulla vacuità di un'esistenza reiterata per inerzia e priva di stimoli positivi, ma anche e soprattutto sull'importanza di resistere, per mantenere intatta la dignità: ultimo baluardo della "facoltà di negare il nostro consenso".

  • User Icon

    Gaia Gotti

    17/05/2020 14:30:16

    Uno dei libri post-guerra piu belli che io abbia mai letto e riletto da quando mi sono appassionata alla lettura, grazie Primo Levi

  • User Icon

    Fabiana

    17/05/2020 10:54:58

    Quando ho iniziato questo libro non mi aspettavo di essere catapultata a capofitto in quei luoghi di infinita sofferenza, ma è stato esattamente così. Pagina per pagina mi sono ritrovata all'interno di quei campi e le immagini che mi si figuravano erano devastanti. è un libro che parla da solo e che bisogna leggere almeno una volta nella vita, per non dimenticare mai.

  • User Icon

    Lorenzo7

    17/05/2020 08:40:00

    E' un libro vero e crudo. A mio parere è un must, deve essere letto almeno una volta nella vita. E' uno di quei libri che fa toccare con mano la terribile esperienza dei campi di concentramento. Mi ha colpito ed emozionato. Consigliato.

  • User Icon

    Carmine

    17/05/2020 03:19:33

    In un mondo senza Dio tutto è possibile e continuamente passibile di accadere, ma solo allorché l'uomo seppe concretare Auschwitz fu finalmente comprovata l'inesistenza di Dio. Senza alcuna retorica di sorta, con lo sguardo pacato che lo caratterizzò per tutta la sua tormentata parabola esistenziale, Levi ci racconta l'esperienza che lo segnò per il resto dei suoi giorni. Cominciamo con lui la catabasi infernale (i riferimenti a Dante si sprecano) di "Se questo è un uomo", capolavoro assoluto non solo della letteratura memoriale ma di quella di tutti i tempi. Sarebbe pleonastico tentare di riassumere pagine e scene di memorabile poesia, per fortuna (si spera) da tutti conosciute, (il grido dell'ultimo, la discettazione su prominenti e musulmani, la preghiera di Kuhn, la sguardo del dottor Pannwitz che osserva Levi come attraverso un acquario, giusto per citarne alcune). Non si può che inorridire assieme al narratore, partecipare delle sue sofferenze e meditare profondamente di quanto è stato. Ricordare allora si fa dovere morale, come per Levi lo fu il narrare, perchè se non si può comprendere il senso che soggiace al lager ("ne cherchez pas a comprendre"), si deve conoscere e spendere ogni atomo di coscienza per impedire che esso possa ritornare o anche solo aleggiare nelle menti degli invasati, specie negli anni in cui la Shoah va purtroppo trasformandosi in rituale stereotipato, e gli ultimi reduci ad uno ad uno scompaiono dalla vita e quindi dalle menti fallaci di noi che restiamo e "dilatiamo il deserto nei nostri stessi cuori", come dirà Levi in una delle sue ultime e più struggenti poesie.

  • User Icon

    Lucia

    16/05/2020 22:54:20

    Una lettura necessaria per non dimenticare ciò che è stato l'Olocausto. La profondità dei temi trattati ti lascia un segno dentro ed offre parecchi spunti di riflessione. Direi che andrebbe assolutamente letto almeno una volta nella vita.

  • User Icon

    Lollo

    16/05/2020 19:26:06

    Libro acquistato per scuola, ho fatto la scelta migliore. Il libro mi ha veramente attirato molto, da leggere non è affatto pesante ed è molto comprensibile anche ad una fascia di lettori giovane. All'inizio pensavo si trattasse della classica narrazione riguardante la vita durante la seconda guerra mondiale nei campi di concentramento, invece no. Sono rimasto veramente stupito, mi ha veramente coinvolto.Veramente un capolavoro. Veramente veramente consigliato anche ad un pubblico giovane.

  • User Icon

    Reyf

    16/05/2020 14:33:20

    Primo Levi è sicuramente uno dei maggiori scrittori italiani e “Se questo è un uomo” lo dimostra chiaramente. Il libro non è solo un profondo e toccante racconto di testimonianza, è molto di più. I temi del ricordo, della giustizia e del perdono si susseguono in una narrazione che si avvale di riferimenti (grazie alle citazioni) altissimi: da Dante alla Bibbia. Non è solo il resoconto di un’esperienza né un romanzo, è una riflessione attenta e intelligente sulla condizione umana in condizioni che trascendono la norma. Questo grande classico dovrebbe essere presente in ogni casa, affinché nessuno possa mai dimenticare.

  • User Icon

    Erma

    16/05/2020 14:07:29

    Questo libro va letto per comprendere cosa è l'uomo e cosa può diventare. Ci insegna a non dimenticare. E' una storia obbligatoria per la scuola. Un capolavoro.

  • User Icon

    Renzo Mengoni

    16/05/2020 12:35:30

    Un libro da leggere assolutamente per cercare di capire cosa sono stati i campi di concentramento nazisti e per non commettere più gli errori del passato.

  • User Icon

    Niccolò

    16/05/2020 12:26:42

    Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    emanuele carminati

    15/05/2020 19:33:44

    Imprescindibile ma noiso a tratti

  • User Icon

    Davide

    15/05/2020 12:45:40

    In centinaia hanno scritto libri sulla "soluzione definitiva", ma mai nessuno come Levi è riuscito a raccontare cosa accadesse nell'animo umano durante quella terribile prigionia. Una testimonianza diretta diventata un capolavoro.

Vedi tutte le 147 recensioni cliente
  • Primo Levi Cover

    Nasce a Torino nella casa in cui abiterà per tutta la vita. Nell'infanzia è piuttosto cagionevole di salute e dovrà essere seguito con lezioni private alla fine delle scuole elementari. Frequenterà il Ginnasio-Liceo D'Azeglio e avrà per alcuni mesi come insegnante di italiano Cesare Pavese. Particolarmente interessato alla chimica, poco alle materie umanistiche. Terminato il liceo si iscrive alla facoltà di chimica nel 1937. Emanate nel 1938 le leggi razziali, riesce a proseguire gli studi universitari e inizia a frequentare circoli antifascisti. Nel 1942 va a Milano e lavora per la Wander, fabbrica svizzera di medicinali, dove fa ricerche di nuovi medicinali per il diabete. Qui entra in contatto con militanti antifascisti e si iscrive... Approfondisci
Note legali