Il segno di Attila - Guido Cervo - copertina

Il segno di Attila

Guido Cervo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Piemme
Collana: Bestseller
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
In commercio dal: 14 ottobre 2008
Pagine: 571 p., Brossura
  • EAN: 9788856602951
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 6,48

€ 12,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

451 d.C.: al culmine di un'atroce guerra nelle Gallie, Unni e Romani, con i loro alleati Visigoti, sono giunti alla resa dei conti. Decine di migliaia di uomini si fronteggiano nella fatale piana dei Campi Catalaunici, in un confronto che segnerà per sempre la storia d'Europa. Due eserciti immensi, due grandi condottieri, entrambi capaci di infiammare i loro uomini e spingerli alle più grandi imprese. E se l'unno Balamber è disposto a sacrificare la sua vita per salvare quella di Attila, il romano Sebastiano sì batterà fino all'estremo agli ordini di Flavio Ezio: due uomini coraggiosi, accomunati dallo stesso senso dell'onore e divisi dalla guerra e dal bel volto di una donna intrepida e misteriosa.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 3
5
0
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    assur

    05/02/2014 18:35:04

    Non mi ha molto impressionato, il finale poi è eccessivamente "buonista".

  • User Icon

    roberto

    23/11/2009 11:42:13

    La lettura è piacevole e scorre via veloce. Onestamente però, dal titolo, mi sarei aspettato che si delineasse bene il personaggio di Attila, invece viene solo citato quà e là senza alcun approfondimento. In alcuni punti la narrazione è troppo fantasiosa (abbastanza patetica e scontata la figura di Frediana, principessa che indossa l'armatura e maneggia la spada per vendicare il padre....), seppur è apprezzabile il ritmo con cui la storia si sviluppa, senza eccessive descrizioni di paesaggi e stati d'animo che, alle volte, rischiano di diventare stucchevoli. Nel complesso lo considero un buon romanzo di fantasia che trae spunto da avvenimenti storici.

  • User Icon

    Paolo

    11/11/2008 15:21:59

    Ormai Cervo è diventato uno de miei scrittori preferiti, sul periodo romano è impareggiabile. Fa nascere delle storie nella storia.

Note legali