Le sei pietre sacre

Matthew Reilly

Traduttore: G. P. Gasperi
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 21 gennaio 2010
Pagine: 500 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788850220687
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,80

€ 7,56

€ 8,90

Risparmi € 1,34 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    annalisa

    06/08/2013 13:56:16

    a me questa saga sinceramente è piaciuta...mi ha tenuta incollata ai libri...vero che ci sono passaggi non corretti e dimenticanze alcune volte grossolane però son libri d'avventura...servono a sognare, anche se poi ti danno lo spunto per andare ad approfondire i concetti e i luoghi. libri consigliatissimi...sotto l'ombrellone fantastici

  • User Icon

    Morgan

    06/07/2010 09:01:21

    Il seguito è uscito ad ottobre negli USA e si intitola "The Five Greatest Warriors". Penso che non manchi più molto all'uscita della traduzione.

  • User Icon

    Susanna

    14/05/2010 21:01:53

    mi è piaciuto, bello, avvincente come tutti i libri di Matthew, ma.... ci sarà il seguito??? mi ha lasciata un tantino delusa.... così non va!!.... lasciare la cosa in sospeso non sta bene... quanto dovrò attendere ancora per leggere il seguito? oramai è passato più di un anno... qualcuno mi sa dire se è uscito un nuovo libro che completa questo? cerco ma non trovo? uffaaa!!!! Grazie per ogni info

  • User Icon

    Simon

    11/06/2009 13:11:41

    Sinceramente è meglio del primo libro di Reilly ma secondo me può migliorare ancora. Troppi scenari fanta-archeleologici rovinano il libro. Tutte ste trappole di cui farcisce i suoi libri lo rendono poco veritiero anche per il genere aventuroso. Poi la scelta di "troncare" il racconto a metà fa girare le scatole...se lo sapevo fin dall'inizio probabilmente non acrei iniziato la lettura. Reilly ha delle buone potenzialità, che per ora erò non ha messo ancora a frutto!

  • User Icon

    Morgan

    14/05/2009 16:18:40

    Per info il seguito sarà pubblicato ad ottobre negli USA quindi l'attesa sarà ancora abbastanza lunga per averlo in italiano. Il titolo sarà "The Five Greatest Warriors".

  • User Icon

    eri

    01/02/2009 18:52:25

    Libro stupendo come tutti i suoi libri peccato che venga interrotto così..per caso qualcuno sa quando verrà pubblicato il seguito in Italia???

  • User Icon

    Domenico

    25/01/2009 18:37:07

    Mi vedo costretto a riformulare lo stesso giudizio che diedi al libro precedente dell'autore australiano: Una Americanata Bella e Buona e nulla più. Detto tra parentesi,questo è l'ultimo libro che leggo di questo sopravvalutatissimo e mediocre romanziere.

  • User Icon

    Alfredo Torre

    11/01/2009 20:34:21

    Sulla scia de Le sette prove, ma con qualcosa di diverso. Il fatto che si interrompa a metà della storia per far spazio al nuovo romanzo, che ormai dovrebbe essere stato pubblicato in America, non mi ha lasciato molto contento. Spero davvero che Reilly si faccia perdonare concludendo in bellezza e con colpi di scena planetari questo bel romanzo d'avventura che mi ha fatto scoprire di nuovo il cuore nero dell'Africa.

  • User Icon

    Emiliano

    11/11/2008 13:17:24

    Secondo libro che leggo di Reilly (il primo 'Le sette prove'). Non ci sono vie di mezzo per giudicare i libri di questo autore: se amate azioni inverosimili alla James Bond, archeologia alternativa, enigmi da risolvere, personaggi e dialoghi stile fumetto, ritmo serrato amerete questo libro altrimenti non avvicinatevi neanche alla copertina. A me piace tutto questo quindi ho trovato il libro molto godibile e l'ho finito in pochissimi giorni nonstante la sua mole (più di una volta ho rischiato di perdere la mia fermata della metro mentre leggevo!). Insomma nel suo genere eccezzionale!!

  • User Icon

    danila

    14/09/2008 17:07:55

    Ho comprato da pochssimi giorni il libro, è molto bello,colpi di scena,ti tiene con il fiato sposeso!!! Scorre molto facilmente,parole sempilci non articolate. Descrizione dettagliata di paesaggi,momenti di alta tensione, scritti perfettamente. Vermaente bello!! che dire è da comprare ragzzi!!!

  • User Icon

    luca

    01/09/2008 12:26:08

    Rispetto a 'le sette prove', in questa avventura si nota un miglioramento della capacità di scrivere una successione di eventi con maggiore armonia. bel libro e vedremo come va a finire con il continuato... anche se ha eliminato dalla scena molti dei suoi personaggi.

  • User Icon

    maurizio

    07/07/2008 13:02:43

    Infatti. In questa puntata intermedia di una trilogia (??) basata sulle avventure di un improbabile team multinazionale di scienziati-combattenti (o viceversa) destinato a salvare il mondo, Reilly continua a dare il meglio di se (o il peggio, punti di vista ..). Avventure scoppiettanti, che si susseguono improbabili come una partita di un videogioco sparatutto, infarcite di nozioni tecniche e storiche (quasi alle Eco ..) che dipingono un quadro di un "realismo" a cavallo tra Indiana Jones e Lara Croft. Mescolate il tutto con bimbi prodigio, i soliti cattivi politicamente corretti (inglesi e amerikani, piu' i cinesi - merito dell'Olimpiade ??)+ tradimenti e controtradimenti. Aggiungetevi una spruzzata di esoterismo, una tribù sperduta di cannibali e avrete un ottimo rinfrescante estivo (nel senso di qualcosa che vi distrae la mente). Se vi piace lo stile del buon Matthew, godetevi la sua ultima prova (un filo meno truculenta delle precedenti). Se cercate un libro "serio", lasciate perdere.

  • User Icon

    massimo

    04/07/2008 20:47:18

    Ennesimo sparatutto frenetico alla Reilly. E' un genere che si apprezza per quello che è (velocità, azione, eventi assai improbabili infarciti con note pseudostoriche che danno vita a una trama "demenziale", interpretata da personaggi stilizzati) oppure è meglio risparmiare tempo e denaro (e kritiche artistiche). Godetevi il buon Matthew sotto l'ombrellone come se fosse una "sana" partita di un videogioco sparatutto. Se cercate Fellini, non guardate Van Damme ....

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione