Le sei reincarnazioni di Ximen Nao

Yan Mo

Traduttore: P. Liberati
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 17 ottobre 2012
Pagine: 736 p.
  • EAN: 9788806216054
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michael Moretta

    01/08/2014 16:44:40

    Un meraviglioso viaggio nella storia cinese, dal 1950 2001. Una storia dolorosa, dura, impietosa ed a tratti ironica. Lo stile è quello tipico ed inimitabile di Mo Yan. Descrizioni ricche, abbondanti di aggettivi e di similitudini, a volte eccessivamente ridondanti ma uniche nel loro genere e capaci di trasmettere tutta la particolarità della Cina e dei suoi paesaggi, della sua gente, delle sue cerimonie e dei suoi mille rituali.  Geniale il metodo narrativo, anche se in alcuni casi risulta complesso capire chi è il narratore ed in quale periodo ci troviamo. Ma anche questo è Mo Yan, ed anche in questa maniera si manifesta il suo genio.  Tre sono i narratori di questa storia. Lan Qiansui, ultima reincarnazione di Ximen Nao, Lan Jiefang, uno dei figli di Lan Lian, antico lavoratore alle dipendenze di Ximen Nao, e Mo Yan stesso, che troviamo sapientemente mescolato alle avventure delle famiglie.  L'ambientazione della storia è come sempre nel distretto di Gaomi, luogo di origine dello scrittore, e tutto ha inizio nel paese di Ximen con l'uccisione del ricco contadino Ximen Nao, la cui unica colpa era quella di essere ricco nel momento in cui in Cina ha inizio la "Rivoluzione Culturale" di Mao Zedong, esperienza nefasta che finirà nel sangue. Affinché paghi le sue colpe e perda l'odio con cui se ne è andato dal mondo, Re Yama condanna Ximen Nao a reincarnarsi in diversi animali. Assistiamo così, spettatori privilegiati, allo svolgersi della Storia di una Nazione attraverso gli occhi di un asino, di un toro, di un maiale, di un cane e di una scimmia. Innumerevoli sono gli episodi e gli eventi a cui questi animali, dotati però della coscienza e della memoria di Ximen Nao, assisteranno nelle loro vite!  Un libro assolutamente affascinante, difficile, unico e geniale. La Storia di uno dei Paesi più complessi al mondo, scritta in modo originale da un autore cinese sicuramente tra i più completi al mondo. Un libro che davvero non può mancare nella propria biblioteca!

  • User Icon

    Daniele

    04/07/2013 20:05:38

    Classico romanzo scritto alla "Mo Yan" ambientato nella zona del nordest di Gaomi. Le descrizioni sono tipiche dell'autore: surrealiste, oniriche, fantasiose e fantastiche. Unico neo: la parte intitolata "I sollazzi del maiale" è molto lunga e a tratti perde di vigore e interesse. Commovente è la parte intitolata "Le tribolazioni dell'asino"; da brivido "L'ostinazione del toro"; passioni, tradimenti e vendette è caratterizzato "Lo spirito del cane" e infine dall'amore negato l'ultima parte. Particolare è la comparsa del personaggio chiamato Mo Yan [anche lui da grande diventerà scrittore di racconti e romanzi ricchi di "Fandonie"] descritto come un "Odioso demonio [?]. Ovunque nella zona nordest di Gaomi c'erano tracce delle sue malefatte, tutti lo detestavano e lui era convinto di essere un bambino adorabile!" ? ah Mo Yan , Mo Yan? se tanto mi da tanto? Il termine "Fandonie" è strettamente collegata alla visione surrealista dell'autore. Infatti l'autore non si limita a descrivere un evento attenendosi alla realtà dei fatti ma lo esaspera nelle descrizioni al punto da raggiungere punte grottesche ed esilaranti?.

  • User Icon

    Fil

    16/03/2013 18:51:02

    E' un meraviglioso romanzo. Un viaggio bellissimo, costellato di personaggi memorabili. Una prosa discreta, che si snoda per oltre settecento pagine, senza mai cadere nel pantano. Non dimenticherò mai di averlo letto.

  • User Icon

    Matteo

    14/02/2010 18:33:49

    Il libro parte benissimo, mi convinco di avere tra le mani un capolavoro... purtroppo però, quando si arriva verso la metà, sono costretto a rivedere il mio giudizio iniziale. E' vero che si tratta di una storia di fantasia (reincarnazioni, il re degli inferi ecc. ecc.) ma tutto il pezzo della terza reincarnazione è completamente irreale ! Inoltre, come se non bastasse, la fine è letteralmente "monca"... praticamente la conclusione del libro è contenuta in 2 pagine scarse; ho avuto la netta impressione che lo scrittore sia stato costretto a finire il libro prima del tempo ! Peccato, se si fosse mantenuto sullo stile iniziale sarebbe stato davvero un gran libro !

  • User Icon

    Marco

    24/08/2009 20:17:27

    libro bellissimo come tutti quelli di mo yan. ormai è uno dei pochi scritori al mondo a saper fondere l'epica di un intero popolo con le tradizioni di una particolare zona rurale della cina. assolutamente perfetta, poi, la traduzione, che riesce a raccogliere e far sfavillare tutta la sapiente maestria della lingua di mo yan.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione