Categorie
Traduttore: L. Grandi
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 340 p., Brossura
  • EAN: 9788811694212
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,26

€ 10,90

Risparmi € 1,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Icaya

    02/02/2012 00.15.32

    Ma che fine ha fatto La Harris di Chocolat,o di Tre quarti d'arancia??? Qui è un misto di horror con elementi sovrannaturali cupi e negativi. Non do' 1 per la stima che ho sempre avuto per questa scrittrice, ma non consiglio per nulla questo libro, una vera delusione.

  • User Icon

    Mad Giuli

    11/04/2011 16.06.51

    Mi è piaciuto. Sembra ispirato dal racconto di A.C. Doyle "John Barrington Cowles"

  • User Icon

    Paola Tronchi

    06/09/2010 21.12.43

    Il libro "parte" faticosamente, in un reale sforzo per ritrovarsi tra il tempo presente della terza persona e il racconto in prima persona che si alternano tra i vari capitoli.... però poi tutto inzia a scorrere fluidamente, con un'ottima e incalzante narrazione e in un crescendo verso il finale di cui ti aspetti l'esito, ma che ugualmente ti coglie di sorpresa. Non un capolavoro, non un libro pessimo... resta comunque molto originale pur trattando un argomento usato ed abusato come il vampirismo e ben scritto.. la Harris d'altronde è sempre la Harris, anche quando esula dai suoi soliti soggetti. 3 su 5 mi pare un buon compromesso.

  • User Icon

    Brunella

    25/03/2010 12.53.01

    Delusione totale. Un romanzo che non decolla e che solo alla fine si rianima un po'. Sconsigliato

  • User Icon

    giulia

    08/03/2010 23.30.13

    deludentissimo. l'unico pregio è la bellissima copertina scelta dagli editori.

  • User Icon

    silvym

    28/01/2010 11.49.24

    Sinceramente, è stata una delusione. La trama mi ispirava parecchio ma devo ammettere che dopo una prima curiosità iniziale...il libro stenta troppo a "decollare"...solo nelle ultime pagine risulta + interessante. Eppure le premesse erano buone... "Qualcosa in me ricorda e non vuole dimenticare".

  • User Icon

    Vampire Lover

    25/01/2010 15.45.29

    Una lanterna magica di mistero e paura; un caleidoscopio di immagini sfuocate, di sinestesie evocanti sensazioni strane e viscerali; una trottola che rovescia e mescola differenti piani temporali e spaziali; uno specchio magico che dà accesso ad una meta-realtà fatta di ritorni, ricordi, tunnel bui dove perdersi e ritornare. I vampiri che popolano questo universo sono delineati alla stregua di apparizioni oniriche, hanno i contorni sfumati come quelli di diafani ed eterei fantasmi, eppur camminano alla luce del sole, mangiano carne e bevono vino. Narrazione e stile altamente evocativi, surrealistici, ipnotici come le luci di un luna-park. Il perfetto romanzo per un'anima goth!

  • User Icon

    Giulia

    04/01/2010 17.59.57

    Ho letto il libro molto velocemente e posso dire che, tutto sommato, io l'abbia apprezzato. Sicuramente non è un capolavoro, ma considerando il fatto che è stato scritto da una Harris 23enne e al suo primo tentativo, non ci si può lamentare. Pecca forse un po' nel finale che meritava più spazio, mentre invece è stato tirato per le corte; con questo non voglio dire che non sia appropriata al genere la scelta di quel tipo di conclusione.

  • User Icon

    Dj

    09/12/2009 08.05.46

    Deludente....La riedizione di questo volume di gioventù vuole proprio essere una mossa commerciale per cavalcare l'onda sempre più di moda dei vampiri ma resta un'opera banale e mediocre. Se la firma non fosse quella prestigiosa di JH il libro affonderebbe nell'oblio che merita. Scrittura insicura, storia scopiazzata dai classici senza alcun nuovo contributo, ripetizioni infinite e tensione narrativa inesistente.....Che noia, che brutto libro! Certi cadaveri dovrebbero rimanere sepolti....Ma che grande manovra commerciale!

  • User Icon

    Alessandro

    27/11/2009 22.25.23

    Finito proprio ora: Carino. Non un capolavoro sia chiaro, è un libricino che sembra seguire la moda del momento, ovvero i "vampiri". Bello il finale da classico dell'horror.Forse un pò lento sull'arrivare alla fine, ma poco importa. Penso che per chi piace il genere vada più che bene. Da ricordare che "Qualcosa in me ricorda e non vuole dimenticare", solo nel finale capirete cosa vuol dire veramente questa frase! buona lettura =)

  • User Icon

    isabella

    17/11/2009 09.51.12

    Una delle prime opera della Harris, sicuramente piacevole, non certo ai livelli dei libri successivi, così che è giusto che sia per una scrittura che migliora con l'esperienza e la pratica..La trama mi ha ricordato parecchio la "Carmilla" di Sheridan LeFanu, magari con qualche accenno in più da grand guignol.. Comunque una lettura scorrevole, adatta ad un pomeriggio invernale, magari da leggere con la complicità della sera...

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione