Editore: Einaudi
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 9 novembre 2010
Pagine: 250 p., Brossura
  • EAN: 9788806202859
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,29
Descrizione
Premio Bancarella 1992. Il tema del magico, del "meraviglioso" percorre quasi tutta l'opera di Bevilacqua, incantando i lettori di tanti paesi. Ma qui il tema si traduce in una storia che avvince - oltre che per una suggestione e una suspense che si mantengono dall'inizio alla fine - per un sapore di verità: la vicenda, infatti, è stata realmente vissuta in prima persona dall'autore, messo a contatto fin da bambino con la dimensione magica. Centrale nel libro è la figura di Miriam, la giovane sensitiva che entra concretamente nella vita reale del protagonista in crisi e lo rigenera, oltre che con gli eccezionali poteri di cui è dotata, con le suggestioni naturale della sua intensa femminilità. Miriam, infatti, è dotata di una sensitività spinta all'estremo: può ottenere che i sensi altrui vengano incantati, ossia riportati alla voglia di vivere. Il romanzo acquista la portata di un messaggio piú vasto che indica modi, finora insondati, con cui è possibile essere risanati dal male degli affetti, mentre l'uomo può trovare Dio per strade diverse da quelle logorate dalla multiforme corruzione dei tempi.

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francesca

    29/09/2005 16:52:01

    mi sono avvicinata all'autore tramite "Attraverso il tuo corpo" che ho trovato appassionante, ricco, coinvolgente. un viaggio attraverso le sensazioni, vissute con la forza della passione e della disperazione. con "i sensi incantati" non si è prodotta invece quella magia. ho trovato il romanzo privo di una energia vibrante che faccia da filo conduttore: l'opera è frastagliata e le situazioni descritte, in luoghi fisici e piani temporali diversi, frammentano le emozioni e l'attenzine del lettore. non ti affezioni alla storia perchè è il risultato di un continuo rimando a flashback del passato e a previsioni sul futuro. rendono comunque l'opera un prodotto d'autore, le perle di saggezza e quel continuo messaggio d'amore. amore per la vita non già per i grandi eventi che essa può riservare quanto più per la bellezza delle piccole avventure quotidiane. messaggio di pace interiore e di ricerca di una felicità che sta nell'amare la vita nelle sue espressioni più semplici e usuali, e che è valso al libro, forse, più di quanto sia valsa la storia, il premio Bancarella. ottima la capacità di espressione, altrettanto la capacità di attraversare il testo con massime intimiste e percorse da quel senso appunto di incanto e di magia (frasi intrise di laico senso mistico restano impagabili immagini d'autore: penso all'Amelia che si avventura verso la luce "infilandosi" una gatta -animale esoterico per antonomasia- sotto il braccio per interloquire col marito defunto) che vivifica le pagine un po' frastagliate. ma il testo resta frammentario, la trama non decolla perchè si disperde tra gli interventi di troppi personaggi e altrettanti salti temporali. il libro è buono ma non meraviglioso, gentile (anche nell'accezione usata dall'autore), ma non appassionante, ricco di una visione alternativa e magica che affascina la vita ma non la cambia, non la trasforma come invece la presentazione vorrebbe promettere di fare. ne leggerò ancora, credo che ad autori di questo calibro non si possa chiudere la porta in faccia.

Scrivi una recensione