Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La Sensuale Visitatrice Notturna - Little Dickins - ebook

La Sensuale Visitatrice Notturna

Little Dickins

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Dee Dawning
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 196,2 KB
  • EAN: 9781071533284

€ 0,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

ATTENZIONE: 18+
Linguaggio esplicito.
Romanzo con contenuti erotici, adatto a un pubblico adulto.
ESTRATTO:
Il primo avviso che qualcuno si fosse infilato nel letto insieme a me arrivò quando lei mi sussurrò all’orecchio, “Sei sveglio?” e mi strinse il cazzo.
Lottando contro l’intontimento per essermi risvegliato da un sonno profondo, risposi lentamente, “Adesso sì… a malapena.”
Quando si fece ancora più vicina e il calore della sua pelle nuda si trasferì sulla mia, realizzai che era spogliata come me. Una sconosciuta nuda nel mio letto?
“Ch… chi…”
Il primo avviso che qualcuno si fosse infilato nel letto insieme a me arrivò quando lei mi sussurrò all’orecchio, “Sei sveglio?” e mi strinse il cazzo.
Lottando contro l’intontimento per essermi risvegliato da un sonno profondo, risposi lentamente, “Adesso sì… a malapena.”
Quando si fece ancora più vicina e il calore della sua pelle nuda si trasferì sulla mia, realizzai che era spogliata come me. Una sconosciuta nuda nel mio letto?
“Ch… chi…”
Sussurrando, “Non vuoi saperlo,” lei parve anticipare la domanda. Accarezzandomi il cazzo, aggiunse, “Mi serve che ti diventi più duro.”
Lì disteso, come in trance, ancora mezzo addormentato, godendomi completamente chiunque lei fosse mentre mi masturbava, una vocina mi divorava. Chi era quella donna? Com’era entrata? Cosa voleva? Ritenendo di sapere cos’è che probabilmente volesse, mi domandai, Perché me? Sarà carina? Ha poi importanza?
“Come hai fatto a entrare?” dissi d’un fiato.
“George.”
George è il mio compagno di stanza.
“È crollato.”
Sebbene non avesse fatto altro che sussurrare, la sua voce mi diede una sensazione di familiarità. “Ti conosco?”
In un bisbiglio appena udibile, lei disse, “Puoi toccarmi anche tu,”
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali